20 Luglio 2018 / 12:05
A che ora e quali armi? Le modalità di rapina in dettaglio

 
Sicurezza

A che ora e con quali armi? Il dettaglio delle rapine

di Massimo Zaurrini - 24 Aprile 2012
Uno o due criminali al massimo con armi bianche o da fuoco che si presentano quasi sempre a ridosso dell’orario di chiusura: questi i principali elementi che ….
Analizzando gli ultimi dati nazionali disponibili dell'Osservatorio intersettoriale sulla criminalità predatoria emerge come, in particolare, le rapine commesse ai danni delle banche, delle tabaccherie e degli esercizi commerciali sono state effettuate prevalentemente da due rapinatori (con una percentuale massima che arriva al 59% per le rapine in tabaccheria), mentre nelle rapine in farmacia, nella maggior parte dei casi, ha agito un solo malvivente (71%).
Una forte differenza è stata riscontrata, invece, per quanto riguarda la tipologia di armi utilizzate .
Da un lato la percentuale di rapine in cui sono state adoperate armi da fuoco è relativamente bassa per le banche (21%) e le farmacie (26%), dall’altro, negli altri comparti tali rapine hanno rappresentato la modalità prevalente di esecuzione. Le rapine con armi da fuoco, infatti, hanno rappresentato il 73% dei casi per le tabaccherie, il 70% per le imprese della Grande distribuzione organizzata (Gdo), il 52% per gli uffici postali e il 41% per gli esercizi commerciali.
Per le rapine in banca e agli uffici postali si segnala un incremento dei casi effettuati senza armi e con le sole minacce verbali, che sono stati pari, rispettivamente, al 28% e al 31%.
E’ emersa, infine, una forte concentrazione delle rapine negli orari del tardo pomeriggio/serali: tra le 17 e le 20 è stato commesso il 70% delle rapine in farmacia e il 53% delle rapine ai danni degli esercizi commerciali, mentre il 55% delle rapine in tabaccheria è stato commesso tra le 18 e le 21.
Per le banche l’orario viene anticipato a ridosso del primo pomeriggi, confermando, comunque, come l’orario di chiusura della singola attività (sia essa bancaria o commerciale) rappresenti il momento di rischio maggiore.
CONTENUTI CORRELATI

Tutte le novità di Banche e Sicurezza 2018

Per affrontare il nuovo scenario caratterizzato da confini sempre più labili tra sicurezza fisica e digitale, le aziende propongono nuove soluzioni...

Branch Transformation e sicurezza fisica

L’evoluzione della sicurezza fisica nelle banche italiane sotto la spinta del digitale e le nuove misure per il contenimento dei rischi, come il...

Lo zen e l’arte della sicurezza

Nell’ambito del progetto Events in Art di ABIServizi, finalizzato a unire il mondo finanziario con quello artistico, i temi di Banche e Sicurezza...

La sicurezza in 7 passi

Gli account privilegiati sono un obiettivo prioritario della criminalità cyber. Andrea Argentin di CyberArk spiega cosa devono fare le banche per...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...