23 Luglio 2018 / 02:27
A Venezia due pellicole finanziate da MPS
Banche e cinema

 
Imprese

Due pellicole MPS alla Mostra di Venezia

25 Agosto 2012
Il cartoon “Pinocchio” e il film “La città ideale” sono stati coprodotti dalla banca senese grazie ai benefici del tax credit. Nel 2012 già investiti nel cinema oltre 2 milioni di euro
Il film di animazione “ Pinocchio ” diretto da Enzo D'Alò e “ La città ideale ” di e con Luigi Lo Cascio. Sono queste le due pellicole con cui il Gruppo Montepaschi partecipa nella veste di coproduttore alla sessantanovesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia , in programma dal 29 agosto all'8 settembre. Due opere inserite nel calendario del festival del cinema realizzate grazie al finanziamento, con il beneficio del ‘tax credit’, dell’Istituto senese.
Il cartoon “Pinocchio”, che aprirà il 30 agosto in sala Darsena le Giornate degli Autori 2012, è un progetto nato nel 2009 da un’importante coproduzione fra Italia, Lussemburgo, Belgio e Francia, ed è stato realizzato anche grazie ai 400mila euro concessi da Mps Capital Services. Il film, che vedremo nelle sale italiane per il prossimo Natale, si compone di 80 sequenze per un totale di 1339 scene, create da Lorenzo Matotti e adattate dallo sceneggiatore Umberto Marino, per rendere omaggio al testo originario di Collodi. Significativa anche la partecipazione di Lucio Dalla che ha prestato la voce ad uno dei personaggi della pellicola.
“La città ideale”, selezionato come unico film italiano per la Settimana Internazionale della Critica, è una produzione tutta nazionale. Il film, girato a Siena tra novembre e dicembre 2011 con un investimento di 400mila euro del Gruppo Montepaschi, sempre attraverso Mps Capital Services, ha visto alla regia uno dei principali attori del cinema italiano come Luigi Lo Cascio (vedi foto), alla sua prima esperienza dietro la macchina da presa.
Il Gruppo Montepaschi sta investendo da tempo nella produzione di singole opere cinematografiche testimoniano l’attenzione verso un segmento di mercato che ha la funzione di “ambasciatore dell’Italia nel mondo” e può essere supportato anche dalle banche, non come sponsor ma come partner di progetto. Grazie allo strumento del tax credit le banche possono oggi sostenere il cinema in una logica industriale e coerente con gli obiettivi di valorizzazione delle risorse professionali ed artistiche e al contempo della messa a frutto dei capitali e delle risorse finanziarie. Questo ha permesso anche di interagire direttamente con la produzione apportando anche il know how finanziario che consente alle produzioni stesse di migliorare il livello di controllo dei budget e di ottimizzare le risorse.
Anche per il 2012 il Gruppo Montepaschi continua la sua attività a sostegno della produzione cinematografica attraverso importanti produzioni come l’Italian International Film con “ Buongiorno papà ” per la regia di Edoardo Leo e “ Tutti i santi giorni ” che vede dietro alla macchina da presa il regista Paolo Virzì, con un investimento complessivo di circa 2 milioni di euro .
Banche e Cinema torna al Lido
Istituzioni, mondo del credito e operatori del cinema a confronto il 6 settembre presso la Sala degli Stucchi dell'Hotel Excelsior
Oltre 5.500 imprese e 5 miliardi di euro di fatturato complessivo annuo. Sono queste le dimensione industriale del settore cinematografico italiano. Le modifiche legislative e organizzative degli ultimi anni hanno reso pienamente operativo per banche e imprese l’investimento in produzioni cinematografiche migliorando l'attrattività economica del settore. Ma di quali ulteriori strumenti ha bisogno il mercato per puntare sul cinema e trasformarlo in leva per la ripresa? Come si può ancora migliorare e facilitare il rapporto strategico tra operatori del cinema e banche?
Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, l'ABI, in collaborazione con Anica e Biennale di Venezia, torna sui temi del credito al settore cinematografico con la II edizione di Banche e Cinema .
A Venezia il 6 settembre, presso la Sala degli Stucchi dell'Hotel Excelsior, saranno presenti, tra gli altri, Paolo Baratta ( Biennale di Venezia), Riccardo Tozzi ( ANICA), Giovanni Sabatini ( ABI), Paolo Alberto De Angelis (BNL Gruppo BNP Paribas), Samuele Sorato ( Banca Popolare di Vicenza), Carlo Stocchetti (Mediocredito Italiano‐ Gruppo Intesa Sanpaolo), Nicola Borrelli (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), Andrea Bianchi (Ministero dello Sviluppo Economico), Claudia Bugno (Ministero per lo Sviluppo Economico), Mario La Torre (Università di Roma Sapienza).
CONTENUTI CORRELATI

Credito e garanzie: accordo ABI-Confindustria

Migliorare il credito alle imprese, liberando risorse per la crescita, con garanzie più flessibile e tempi di recupero più veloci: sono questi gli...

Il finanziamento è verde

Nell’indagine ABI Lab i dati sul green banking 2016: le banche hanno concesso finanziamenti a piccole e grandi imprese a sostegno delle fonti di...

Sviluppo sostenibile come opportunità di crescita

Le banche hanno un ruolo fondamentale nel processo epocale di riconversione sintetizzato negli obiettivi dell'Agenda 2030. Una trasformazione...

NPL a livello pre-crisi

Accelerazione del calo delle sofferenze delle imprese nel 2017-2018, con un restringimento dei divari attuali tra dimensioni, settori e aree...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Gli effetti dirompenti della direttiva sul settore saranno al centro dell'edizione 2018, insieme ai nuovi...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...