Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Banca

Banca
Invia Stampa
ABI 1945-2015: da settanta anni per lo sviluppo e la crescita

ABI 1945-2015: da settanta anni per lo sviluppo e la crescita

A Roma la presentazione del volume “Banche e Banchieri per la ricostruzione. I protagonisti della nuova ABI nel 1945”. Partecipano all'evento: Antonio Patuelli dell'ABI, Piero Barucci, già Presidente ABI e Ministro del Tesoro, Salvatore Rossi della Banca d’Italia, Gaetano Sabatini dell’Università Roma Tre, Gianni Toniolo della Luiss ...
Gianluca Smiriglia
“I lunghi anni di crisi che ci stiamo lasciando alle spalle hanno dimostrato, tra molteplici aspetti, la capacità delle banche italiane di mantenersi solide, efficienti e innovative riuscendo al contempo a sostenere le esigenze finanziarie delle imprese e delle famiglie in uno sforzo corale per il rilancio dell’economia”.
È questa la cornice con cui il Presidente dell’ABI, Antonio Patuelli, tratteggia il ruolo del mondo bancario italiano quale “motore” al servizio dello sviluppo e della crescita economica, ieri come oggi, nel volume pubblicato da Bancaria Editrice “Banche e banchieri per la ricostruzione – I protagonisti della nuova ABI nel 1945”.

I 32 banchieri raccontati nel libro

Cuore del volume sono i 32 “medaglioni” nei quali vengono illustrati il profilo e l'attività di alcuni fra i banchieri protagonisti del periodo. Sono: Aldo Bacchi Andreoli, Angiolo Bersani, Roberto Bracco, Costantino Bresciani Turroni, Ignazio Capuano, Vittorio Cerruti, Anton Dante Coda, Mario Cunietti, Gian Luigi Dones, Enrico Falck, Ugo Foscolo, Arturo Frinzi, Eugenio Gallizioli, Camillo Giussani, Giuseppe Imbriani Longo, Stefano Jacini, Carlo Jurgens, Giovanni Malagodi, Raffaele Mattioli, Fausto Minelli, Achille Olcese, Alfredo Passadore, Gaspare Pignatelli, Alfredo Pizzoni, Franco Ratti di Desio, Paolo Ricaldone, Giovanni Battista Sacchetti, Stefano Siglienti, Pietro Valiani, Ezio Vanoni, Ivo Vanzi, Guido Zanetti
La pubblicazione presentata oggi a Roma si inserisce nel quadro delle numerose iniziative realizzate nel corso del 2015 per la ricorrenza dei settanta anni dell’Associazione Bancaria Italiana. Un volume articolato in 32 “medaglioni” nei quali vengono illustrate le caratteristiche di alcuni fra i banchieri che hanno fatto parte di “una comunità bancaria nazionale protagonista – prosegue Patuelli – anche attraverso l’Associazione, della storia del tempo, coraggiosa, motore della rinascita e del progresso culturale, sociale ed economico dell’Italia”.
Una sequenza di prestigiose testimonianze e analisi che partendo dall’Assemblea di ricostituzione della “nuova” Associazione Bancaria Italiana e l’approvazione dello Statuto – il 12 settembre 1945 – delineano, anche alla luce dei primi concreti slanci europeisti, il contributo alla ricostruzione postbellica ed al conseguente “boom” economico.
Infatti “il successo della ricostruzione – come scrive il Direttore Generale dell’ABI, Giovanni Sabatini – dipendeva dunque in buona parte dalle capacità del sistema bancario di svolgere un’efficace opera d’intermediazione in un momento in cui esso era stato non solo duramente colpito sul piano finanziario, delle strutture tecniche, degli uomini, ma anche privato di qualsiasi forma di rappresentanza. La ricostituzione dell’ABI rispondeva proprio all’esigenza di dare una rappresentanza unitaria e democratica dell’intero settore, e di elaborare un pacchetto articolato di idee e proposte per rafforzare il ruolo delle banche nell’economia nazionale”.
Piero Barucci, già Presidente ABI e Ministro del Tesoro
La lettura evidenzia un “filo conduttore” nel rinnovato ruolo delle banche italiane per lo sviluppo che, nell’era dell’Unione bancaria europea, necessita di parità di condizioni competitive per non rallentare quella centrale funzione di sostegno che sta accompagnando famiglie e imprese fuori dalla crisi.
Alla presentazione, introdotta dal Presidente Antonio Patuelli, partecipano:
  • Piero Barucci, Economista, già Presidente dell’ABI e Ministro del Tesoro;
  • Salvatore Rossi, Direttore Generale della Banca d’Italia;
  • Gaetano Sabatini, professore ordinario di Storia economica all’Università “Roma Tre”;
  • Gianni Toniolo, della Luiss “Guido Carli”, Duke University.
2 Dicembre 2015

Articoli correlati

 

Nuovo Contratto bancari

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

Forum Bancassicurazione 2017

Forum Bancassicurazione 2017

Roma, 28 e 29 settembre 2017