20 Luglio 2018 / 10:29
Al via il Fondo di valorizzazione delle imprese

 
Imprese

Al via il Fondo di valorizzazione delle imprese

di Ildegarda Ferraro - 26 Giugno 2013
Ai nastri di partenza un nuovo intermediario per rafforzare patrimonialmente le imprese. Nel Fondo è prevista tra l’altro la presenza di banche, intermediari finanziari e investitori. L’iniziativa è diretta a supportare il rilancio competitivo delle imprese
Uno strumento per irrobustire le aziende sane ma in situazione di stress finanziario, che agisca positivamente anche sulle banche. È il nuovo Fondo di valorizzazione delle imprese (Fvi), che proprio in questi giorni ha avuto il primo via libera dal Comitato esecutivo dell’ABI. Il progetto, sino ad ora in una fase di primo disegno, entra ora nel vivo della costruzione. Si tratterà di un nuovo intermediario, istituito e gestito da una società di gestione del risparmio (Sgr), il cui obiettivo sarà il rilancio e la valorizzazione delle imprese sane ma in tensione. Il Fondo potrà acquisire crediti dalle banche e risorse finanziarie da investitori, intervenendo nel rafforzamento dell’impresa fino al disinvestimento della partecipazione.

Gli effetti per le imprese e per le banche

Le aziende potranno beneficare di una maggiore capitalizzazione e di un migliore rapporto debito/capitale. Le imprese, infatti, con l’ingresso del Fondo vengono rafforzate e ricapitalizzate. Di qui anche nuove potenzialità di accesso al credito, visto il minor indebitamento e il rafforzamento patrimoniale. Infine l’impresa con l’entrata del Fondo potrà contare sulle competenze e l’esperienza dei gestori.
Le banche potranno contare su di una maggiore diversificazione del rischio e su di una riduzione di costi e miglioramento della posizione patrimoniale.
L’iniziativa, promossa dall’ABI e che intende coinvolgere le rappresentanze di impresa, ha l’obiettivo di offrire alle aziende nuove risorse, che possano essere di concreto supporto nella riduzione dei livelli di indebitamento, nel rafforzamento della struttura patrimoniale e nel perseguimento di obiettivi strategici di rilancio e piena valorizzazione delle loro capacità e dei loro attivi.
L’avvio del progetto Fvi è stato preceduto da un percorso di studio che ABI e un team di esperti del settore ha condotto nel corso degli ultimi 6 mesi, durante i quali sono state esaminate le esigenze delle banche e delle imprese anche alla luce degli auspici formulati dalla Banca d’Italia, dalla Consob, dal Fondo Monetario Internazionale, dalla BCE, da esponenti della politica, dell’economia e delle istituzioni. Il risultato di questo percorso di studio ha portato a una soluzione fortemente innovativa, che permette alle imprese italiane di migliorare la loro solidità ed in questo modo garantire stabilità occupazionale, attrazione di nuovi investimenti e minori costi per il sistema economico e la collettività.
L’avvio del Fondo valorizzazione imprese è la risposta concreta di banche e imprese alla richiesta di riavviare un ciclo virtuoso di investimenti e crescita, che produca risultati tangibili e infonda fiducia e positività all’intero Paese.
CONTENUTI CORRELATI

Fiori e denaro

Crescono a ritmo sostenuto le esportazioni dei nostri fiori. Un comparto ricco che basa il suo successo anche sulla tecnologia e sull'innovazione e...

Tempo di vino

Il più amato. Più della birra, degli aperitivi, degli amari e dei liquori, il vino italiano miete consensi. Qui da noi, che siamo diventati...

Il turismo passa da Internet

Cresce l'industria del viaggio, qui da noi e nel mondo. La partenza è quasi sempre dal web, non solo per scegliere e decidere. Ma anche per...

NPL a livello pre-crisi

Accelerazione del calo delle sofferenze delle imprese nel 2017-2018, con un restringimento dei divari attuali tra dimensioni, settori e aree...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...