16 Luglio 2018 / 06:35
Al via l'Osservatorio contro l'intermediazione creditizia abusiva

 
Banca

Al via l'Osservatorio contro l'intermediazione creditizia abusiva

di Gianluca Smiriglia - 20 Novembre 2013
Garantire più efficienza, professionalità e sicurezza nel mercato del credito
Nasce l’Osservatorio per il contrasto all’esercizio abusivo dell’attività di intermediazione del credito e per la promozione di iniziative finalizzate a garantire maggiore efficacia e coerenza alle attività di controllo sugli operatori. Queste le linee guida del Protocollo d’intesa, firmato a Roma il 9 novembre, da Oam - l’Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi - e dalle dodici Associate (ABI, Afin, Assifact, Assilea, Assofin, Assomea, Assoprofessional, Andafin, Fenafi, Fiap, Fimec, Ufi) e aperto all’adesione di tutte le altre associazioni di settore.
L’Osservatorio, costituito presso l’Oam con un rappresentante per ogni firmatario dell’accordo, si occuperà di:
  • analizzare le caratteristiche quali/quantitative del fenomeno dell’abusivismo nel mercato dell’intermediazione del credito, con particolare riferimento a modelli e prassi emergenti, e degli effetti delle iniziative poste in essere ai sensi del presente protocollo;
  • condividere con le Autorità di Vigilanza competenti i risultati di tali analisi al fine di possibili interventi da parte delle Autorità stesse;
  • verificare la possibilità di promuovere modifiche regolamentari per ottimizzare l’efficienza e la trasparenza del mercato del collocamento dei prodotti di credito e finanziari;
  • promuovere iniziative per una sempre maggiore attività di segnalazione e di contrasto al fenomeno dell’esercizio abusivo dell’attività di intermediazione.
Per il raggiungimento dei migliori livelli di efficienza, professionalità e sicurezza nell’intermediazione finanziaria e creditizia, l’intesa prevede che le associazioni aderenti si impegnino a dare la massima diffusione presso i rispettivi associati alle iniziative assunte sulla base del Protocollo e a promuovere la partecipazione al progetto da parte di altre associazioni del settore non aderenti all’Oam. Anche l’attenzione del cittadino/consumatore in questo caso è importante. Infatti, prima di sottoscrivere un contratto, è fondamentale accertarsi che il professionista a cui ci si affida sia iscritto all’Oam (verificando sul sito www.organismo-am.it).
CONTENUTI CORRELATI

Credito e garanzie: accordo ABI-Confindustria

Migliorare il credito alle imprese, liberando risorse per la crescita, con garanzie più flessibile e tempi di recupero più veloci: sono questi gli...

Prestito ipotecario vitalizio, un mercato pronto al decollo

Il Gruppo MutuiOnLine ha recentemente acquisito il 30% di 65Plus puntando sulle potenzialità di crescita di questa soluzione di finanziamento rivolta...

La nuova CQS pronta al decollo

Entro il 2020 i premi complessivi supereranno quota 600 milioni, ma il mercato della Cessione del Quinto potrebbe crescere ulteriormente con la...

Sviluppo sostenibile come opportunità di crescita

Le banche hanno un ruolo fondamentale nel processo epocale di riconversione sintetizzato negli obiettivi dell'Agenda 2030. Una trasformazione...
ALTRI ARTICOLI

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...

 

L'intelligenza artificiale? Rende gli uomini … più umani

Secondo Paul Daugherty, Chief Technology & Innovation Officer di Accenture e uno dei guru mondiali dell'AI, la vera innovazione nasce dalla...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...
Bancaforte TV
Il centro direzionale Green Life di Crédit Agricole a Parma punta su sostenibilità, green e socialità per...