19 Luglio 2018 / 17:44
American Express punta sull'e-money: 100 milioni di dollari in start up digitali

 
Pagamenti

American Express punta sull'e-money: 100 milioni di dollari in start up digitali

10 Novembre 2011
Nel mirino società specializzate in servizi di loyalty e sicurezza online e mobile
American Express punta sulle nuove tecnologie per promuovere il segmento dei pagamenti virtuali e investe 100 milioni di dollari in start up specializzate in e-commerce e m-payment. Nel mirino aziende in fase di lancio (early stage) che si occupano di programmi di loyalty e premi, gestione di pagamenti online e mobile, servizi tariffati, security e anti frode, analisi dati.
L’obiettivo strategico di American Express è competere nell’arena dei pagamenti virtuali con altri big del settore, tra cui Google, Visa e Mastercard.
“Stiamo cercando di entrare in nuovi segmenti di mercato dove non siamo ancora presenti”, ha detto Dan Schulman , presidente di American Express Enterprise Growth Group. Questo genere di servizi potrebbe essere più attraente per un segmento giovanile di consumatori che non possiedono ancora una carta di credito o di debito, ha aggiunto Schulman, precisando che la società è focalizzata ad accrescere la base client nei mercati emergenti.
A settembre l’azienda ha nominato Harshul Sanghi managing partner dell’Enterprise Growth Group, una nuova unità formata per ampliare servizi di pagamento alternativi. Sanghi, ex direttore delle attività di Motorola Mobility Holdings in Nord America, sarà responsabile delle iniziative di commercio digitale.
Dallo scorso anno, con l'arrivo di Shulman – ex dirigente di Sprint Nextel - American Express ha siglato accordi con Verizon Wireless e Foursquare, mettendo in campo servizi come Serve , un software di pagamento per smartphone, in concorrenza con PayPal di eBay. Serve è basato su una tecnologia frutto dell’acquisizione di Revolution Money, una società rilevata per 305 milioni di dollari nel 2010. American express ha chiuso il terzo trimestre con un incremento del 13% degli utili.
CONTENUTI CORRELATI

Mobile payments, nel 2017 il vero salto di qualità

Da tecnologia esordiente a parte di un ecosistema digitale intelligente: per i pagamenti da smartphone inizia l'anno della grande svolta. Con quattro ...

PA e pagamenti innovativi, lavoriamo per conciliare al meglio questo binomio

Il Salone dei Pagamenti dedica uno dei 5 percorsi tematici al mondo pubblico. A pochi giorni dall’inizio del grande evento sulla Payvolution, ...

I 5 macro-trend che stanno guidando i mobile payments nel mondo

Un mercato che triplicherà entro il 2020, vedrà acquisti di beni e servizi sempre più "leggeri”, avrà come protagonisti gli under 21. Ma...

Se parliamo di cashless, parliamo del futuro. E le start-up ...

La start-up in Italia è sempre esistita, ma oggi nasce da idee di marketing e di servizio, parte da un bisogno e dalle nuove tecnologie per...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...