Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home

Invia Stampa
Aspettando Credito al Credito 2011

Aspettando Credito al Credito 2011

Prime anticipazioni su temi, progetti e soluzioni che i protagonisti del mondo del credito affronteranno nei tre giorni dell'evento organizzato dall'ABI
Si avvicina Credito al Credito e iniziano ad arrivare le prime informazioni su argomenti, progetti, strategie e soluzioni che le aziende presenteranno al più importante evento del settore. Di seguito le prime anticipazioni giunte alla redazione di Bancaforte:

CRIF, nuove metriche normative e di business per il credito

Cambia il mercato del credito e con esso le metriche normative e di business fondamentali per operare e creare valore. Questo il tema centrale dell'intervento che CRIF farà a Credito al Credito, contribuendo alla definizione delle prospettive del credito alle famiglie e imprese in Italia con le ultime evidenze delle analisi e barometri esclusivi realizzati da CRIF su domanda e rischiosità. Scenario di mercato ed evoluzione normativa impongono una revisione delle metriche e degli strumenti tradizionali. La valutazione del credito non può prescindere da potenti e innovativi indicatori che permettano di cogliere dimensioni essenziali quali la sostenibilità e ‘tensione’ finanziaria, e i processi di business devono essere ingegnerizzati e pienamente integrati con le compliance normative. Un nuovo paradigma e nuovi parametri per ridefinire la relazione con i clienti famiglie e imprese in ogni fase del credito, dalla valutazione alla gestione, fino al recupero crediti al centro di una ‘seconda industrializzazione’ in corso.

EngO, strumenti innovativi contro le frodi

L'aumento delle sofferenze in Italia è determinato non solo dalla situazione congiunturale ma anche dall'aumento delle frodi, fenomeno in rapida crescita come evidenzia il Global Fraud Report di Kroll. Oggi gli intermediari finanziari sono chiamati a gestire un ambiente sempre più complesso, dove i tentativi di frode vengono generati su molteplici canali di contatto e in ottica cross-prodotto (es. carte di credito, richieste di prestiti personali, mutui ecc. ) per ottenere sia un finanziamento altrimenti non ottenibile sia un indebito guadagno attraverso la truffa tradizionale. Il fraud management consente di ottenere un minor tasso di sofferenza complessivo e la possibilità di poter quindi applicare tassi d'interesse meno pesanti per il consumatore favorendone un maggior appeal commerciale. EngO propone al mercato una gestione Enterprise-Wide del Fraud Management attraverso le proprie competenze di processo distintive, tecnologia e strumenti innovativi (come l’analisi comportamentale del soggetto anche attraverso i social network) e team specialistici in grado di ridurre la percentuale di frodi non individuate da parte degli intermediari e favorire un miglioramento del pricing applicato ai clienti grazie alla mitigazione del rischio connesso.

Shopping online più sicuro con la Carta Viva Web di Compass

Per prima in Italia, Compass lancia Carta Viva Web, l’innovativa carta di credito nata per l’e-commerce che integra in sé la tecnologia del token, per ottenere il massimo della funzionalità e della sicurezza nelle transazioni online. Grazie al display e alla micro tastiera integrati, il cliente può creare e visualizza la one time password (OTP) direttamente sul retro della carta e terminare lo shopping sul web utilizzando l’innovativa tecnologia CodeSure di Visa. Ma le caratteristiche tecnologiche non sono l'unica novità di Carta Viva Web. Compass ha infatti aggiunto altri due elementi distintivi: la garanzia del riaccredito integrale delle somme entro 45 giorni dalla denuncia di una frode e la possibilità di attivare a discrezione la funzionalità rateale. Per ulteriori informazioni si veda anche l'articolo pubblicato su bancaforte.it, disponibile al seguente link: Compass lancia la carta per cyber shopping sicuro

Pitagora, accordi con oltre 30 partner bancari e finanziari

Pitagora , intermediario finanziario ex art. 107 del T.U.B., opera dal 1995 sul mercato del credito al consumo e, con una quota del 7,4% (Share Retail Assofin 09/2011), si posiziona fra i principali player indipendenti attivi nel comparto italiano della Cessione del Quinto. Per rispondere alle esigenze della clientela e garantire una presenza capillare su tutto il territorio, Pitagora dispone di una rete commerciale di 56 filiali e, attraverso il nuovo sistema distributivo “BusinessToPartner” rivolto a banche territoriali e società di credito al consumo, ha stipulato accordi sinergici con oltre 30 partner tra istituti bancari e società finanziarie per un totale di 2.400/2800 sportelli; questo innovativo modello rappresenta oggi il 70% del fatturato della società.

ASSOVIB promuove la qualità nei servizi di valutazione

ASSOVIB è l’Associazione che rappresenta le Società specializzate nell’offerta di servizi di valutazione immobiliare alle Banche. L’ Associazione è nata nel 2010 con l’obiettivo promuovere standard elevati nei servizi di valutazione di collateral immobiliari, fissando principi di carattere deontologico e rappresentando le istanze dei soci presso Enti e Organismi regolatori. Tutti i soci condividono un “Codice di Autodisciplina” la cui applicazione è verificata anche tramite un processo di audit. ASSOVIB ha firmato il “Protocollo d’intesa sulle Linee Guida ABI per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie” e fa parte del tavolo di lavoro che presso ABI promuove l’applicazione delle Linee Guida ai fini di una sempre maggiore trasparenza del mercato immobiliare.

Warrant Online, una piattaforma per la consulenza finanziaria a distanza

In questo difficile panorama economico, per rimanere sul mercato, l’impresa deve investire in ricerca & sviluppo, in nuovi prodotti, in nuovi mercati e lo deve fare raccogliendo capitali. Il sistema bancario, sebbene diventato altamente selettivo, resta uno dei principali partner della crescita, ma l’unico modo per interagire in maniera proficua è la trasparenza: dare credito al credito si deve e si può, ma con un linguaggio nuovo. Ecco perché è nata Warrant Online , la piattaforma tecnologica semplice e intuitiva, che è in grado di offrire a costi contenuti e in tempi rapidi, una consulenza finanziaria altamente qualificata comprensiva di una reportistica accreditata presso il sistema bancario. Senza tralasciare il valore del contatto umano utente/consulente attraverso l’erogazione del servizio finale di analisi, tramite condivisione in web conference call.

Eagle & Wise: l'importanza della gestione dei crediti ipotecari

L’aumento delle sofferenze bancarie e le incertezze di tenuta delle garanzie ipotecarie richiamano sempre più una maggior attenzione alla pianificazione della gestione dei portafogli crediti ipotecari degli istituti di credito. In tale contesto Eagle & Wise pone l’accento sulla centralità della conoscenza del credito ipotecario attraverso il presidio delle variabili che influenzano la capacità di rimborso dello stesso a partire dalla sua fase in bonis, per mezzo della rivalutazione delle garanzie anche in un ottica di determinazione del Loss Given Default (LGD) secondo i dettami di Basilea, sino alla sofferenza, determinandone il fair value ai fini IAS/IFRS. Queste premesse come fondamentali di una futura gestione dei crediti NPLs (non performing loans) di natura ipotecaria pianificata con maggior consapevolezza anche nella scelta delle strategie di recupero più adeguate e, quindi, più efficaci.

Warrant Group aiuta le imprese ad accedere ai fondi europei

Crescita, redditività e competitività sono i pilastri su cui poggiano le strategie dell’azienda, ed è ormai riconosciuto che esse dipendono dalla capacità di portare sul mercato soluzioni innovative di prodotto o servizio. Il Settimo Programma Quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico è il principale strumento con cui l’Unione europea finanzia la ricerca, lo sviluppo precompetitivo e l’innovazione in Europa. Il programma, in vigore dal 2007 al 2013, ha una dotazione finanziaria di 51 miliardi di euro. I fondi europei, però, sono spesso una frontiera che le imprese italiane non riescono a oltrepassare. La European Funding Division di Warrant Group assiste le imprese, accompagnandole in ogni fase del percorso, dalla valutazione di come l’azienda si pone rispetto alle priorità della Ue al servizio per favorire l’inserimento in consorzi o instaurare collaborazioni.

Credito alle famiglie, un mercato in evoluzione

Il Gruppo MutuiOnline affronterà il tema dell’evoluzione del mercato del credito alle famiglie nel contesto dell’attuale crisi finanziaria. Nell'intervento saranno analizzati i recenti rapidi mutamenti della domanda e dell’offerta di mutui e prestiti per le famiglie nel contesto della crisi finanziaria tuttora in corso, abbozzando un quadro della situazione attuale e proponendo alcune riflessioni sugli sviluppi attesi nei prossimi mesi. Il tutto beneficiando della visibilità degli elevati volumi di domanda e offerta in tempo reale conseguenti alla gestione degli aggregatori/broker www.mutuionline.it e www.prestitionline.it, operatori online di riferimento nel campo del credito alle famiglie.

Finanziamenti Ue, i vantaggi del partneriato pubblico-privato

Partenariati pubblico – privato (PPP) come strumento privilegiato di accesso ai finanziamenti comunitari. Questo il tema centrale che affronterà a Credito al Credito 2011 l’Avvocato Alessandra Franchi, resident partner della sede di Bruxelles dello Studio Legale Pavia e Ansaldo ed esperta di diritto comunitario. Grazie alla costituzione di PPP è stato infatti possibile ottenere cofinanziamenti per la realizzazione di numerosi progetti, tramite fondi erogati dalla Banca Europea per gli Investimenti e dal Fondo Europeo per gli Investimenti, tramite i Fondi Strutturali (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, Fondo Sociale Europeo, Fondo di Coesione) o altri programmi comunitari (7° Programma Quadro, Patto dei Sindaci, Reti TEN-T). I PPP offrono numerosi vantaggi alle autorità pubbliche e agli investitori privati, e per questo in fase di studio iniziative che mirano a promuoverne un più ampio utilizzo, sulla scia delle proposte già avanzate dalla Commissione europea.

Banche, crescita possibile solo con l'innovazione

A “Credito al Credito 2011” Experian parlerà di innovazione dei modelli di business di banche e finanziarie, un’innovazione guidata da dati, strumenti e soluzioni di nuova generazione, e che consente di crescere ottimizzando le performance grazie anche a una riduzione dei costi operativi. Secondo stime Experian, la sola implementazione di una strategia multi-bureau consentirebbe una riduzione dei tassi di default di oltre il 40%, oltre a un’estensione della copertura informativa e ad una automatizzazione pressoché totale delle pratiche Consumer e Small Business.

Fiaip: il nuovo ruolo dei consulenti del credito

Oggi nel rapporto con il mondo bancario e finanziario - spiega Samuele Lupidii, Vice Presidente Nazionale Fiaip alla Mediazione Creditizia - il consulente-mediatore deve essere un professionista a tutto tondo, competente, serio e preparato. Non basta pertanto l'autocertificazione per coloro che svolgono questa professione, ma è necessario l'esame o la prova valutativa, esperienza e formazione continua obbligatoria. Il cliente deve inoltre essere messo sempre nelle condizioni di comprendere quanto gli viene proposto, quali sono i propri diritti, e fino a quanto può indebitarsi. Con la recente riforma della professione probabilmente il mondo della mediazione creditizia sarà migliore. Fiaip ritiene però necessario continuare ad affinare la qualità della legislazione, affinché nulla sia trascurato nella gestione della filiera del credito, come ad esempio la stessa segnalazione dei mutui bancari da parte degli agenti immobiliari.

L’evoluzione dei processi di gestione dei crediti

In un contesto in cui diventa indispensabile la tutela del credito in tutte le sue forme, si rende necessario attivare processi evoluti di gestione dei crediti, nonché azioni efficaci e tempestive. Questo il tema fondamentale che Creditech porta a “Credito al Credito”. Creditech è un progetto nato all’interno del Gruppo Bancario Mediobanca con l’obiettivo di erogare servizi di Credit Management, ovvero di gestione, tutela e recupero di crediti, principalmente per conto di Banche e Finanziarie e Compagnie di Assicurazione, grandi operatori del settore TLC ed Energy e Pubblica Amministrazione. Creditech, nei dieci anni di esperienza, è diventata, grazie ad importanti investimenti, società leader del mercato, in grado di garantire quotidianamente un supporto specialistico per la gestione ottimale del “Patrimonio Clienti” e del “Valore Crediti“, con servizi integrati di valutazione, prevenzione e recupero stragiudiziale e/o giudiziale. Il rispetto di selettivi kpi in termini di efficacia ed efficienza, rendono Creditech il partner affidabile per le Banche, che vi si affidano per la gestione in outsourcing dell’attività di recupero, a partire dalle prime inadempienze fino ai crediti in “sofferenza”.

CRIF, dall' ICT supporto ed empowerment per le banche

L’insieme degli strumenti che assistono il Front End della Banca nell’azione commerciale e nella valutazione della controparte-impresa assumono oggi un ruolo fondamentale per massimizzare la capacità di azione e per estrarre i contenuti di valore della relazione. CRIF Decision Solutions affronta a Credito al Credito i principi cardine di architetture e soluzioni dell’Information & Communication Technology, la loro evoluzione in linea con i nuovi modelli e strategie del credito e il contributo nell’attività quotidiana dei gestori imprese e degli organi deliberanti il credito. I sistemi ICT nel mondo creditizio giocano infatti un ruolo di supporto e di ‘empowerment’ che influenza in misura determinante la trasformazione delle competenze del personale bancario e le sue capacità di azione e di estrazione del valore aggiunto dalla relazione con la clientela.
17 Novembre 2011

Articoli correlati

 

  • Rainer Masera, Preside della Facoltà di Economia, Università degli Studi Guglielmo Marconi (intervista a cura di Flavio Padovan e Maddalena...

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017