Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Banca

Banca
Invia Stampa
Banche, imprese ed economia: focus sul nord-est

Banche, imprese ed economia: focus sul nord-est

Intervista ad Amedeo Piva, Presidente di ABI Veneto, in occasione della seconda tappa del Road Show dell'ABI “Se la banca non ci fosse...”
Ildegarda Ferraro

Come vede la tappa di Vicenza?

L’adesione di industriali, di personalità del mondo economico, finanziario e istituzionale della nostra regione può dare bene l’idea. È stato davvero un fatto positivo portare una tappa del road show dell’Associazione bancaria italiana proprio in questa città che rappresenta, non solo geograficamente, il cuore del Veneto che innova e che sa conquistare i mercati esteri.

Che quadro vede dal suo particolare punto di osservazione?

Qualche segnale di ottimismo si comincia a percepirlo. Lo spread tra Btp e bund sembra aver imboccato la strada della discesa. Ma non è certo il caso di pensare che l’emergenza sia finita.

Le imprese però lamentano difficoltà.

Gli imprenditori evidenziano problemi seri. Ma occorre anche ricordare che le banche italiane, nel momento più caldo della crisi, non hanno chiesto un centesimo al contribuente, non hanno avuto bisogno di essere salvate come invece è accaduto altrove. Segno di una solidità del sistema che, peraltro, è testimoniata dal continuo confronto e dalla collaborazione che non è mai mancata nel rapporto banca-impresa. Poi, è chiaro che noi stiamo pagando un conto salato per il solo fatto di essere parte del sistema Italia

Come stanno andando le cose nel nordest? Alcuni segnali non sono negativi. Penso all’export. Oppure, per esempio, mentre dappertutto in Italia i fallimenti sono cresciuti in maniera serrata, l’unica area in cui non c’è stata questa crescita è sostanzialmente il nordest. Le procedure si sono attestate sul livello di quelle del 2010 ed hanno beneficiato di veri e proprio cali in Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli. In Veneto sono scese del 4,4%. Di là da questi aspetti, le imprese parlano di restrizione del credito.

Non c’è stata alcuna restrizione. Sicuramente le banche stanno valutando con maggiore attenzione il merito del credito vista la crisi. Tutti non sono nella condizione di ottenere credito. Ma, ripeto tra le piccole e medie imprese, dal mio osservatorio delle piccole banche del Veneto, la crescita di impieghi è stata anche nel 2011 positiva. Non c’è stata una contrazione.
15 Marzo 2012

Articoli correlati

 

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017