16 Luglio 2018 / 05:08
Bancomat, la clonazione è frode informatica

 
Sicurezza

Bancomat, la clonazione è frode informatica

7 Maggio 2011
Lo ha deciso la Cassazione con sentenza n.17748/11, rendendo così applicabili le sanzioni più severe previste da questa fattispecie a chi manomette atm e carte
Pene più severe per chi clona le carte. La Cassazione, con sentenza n.17748/11, ha stabilito che la clonazione rientra nella frode informatica, rendendo così applicabili le pene più severe previste per questa fattispecie. Una sentenza che segna un ulteriore passo avanti nella lotta alle violazioni ai dispositivi atm e permette una maggiore tutela degli utenti delle carte di pagamento.
La frode informatica è stata introdotta nel nostro ordinamento giuridico con la legge n. 547 del 23 settembre 1993, rappresentando un importante adeguamento del diritto al contesto socio-economico che andava sempre più utilizzando sistemi informatici. L’art. 640-ter nel capo II del titolo XII del Codice Penale tra i ''delitti contro il patrimonio mediante frode'' prevede che “chiunque, alterando in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico o telematico o intervenendo senza diritto con qualsiasi modalità su dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico o ad esso pertinenti, procura a se o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 516 a euro 1032. La pena è della reclusione da uno a cinque anni e della multa da euro 309 a euro 1549 se ricorre una delle circostanze previste dal n.1 del secondo comma dell’art. 640 ovvero se il fatto è commesso con abuso della qualità di operatore del sistema. […]”.
La Corte, chiamata a giudicare due soggetti che avevano effettuato diversi acquisti dopo aver manomesso degli atm e clonato le carte, ha ritenuto tale condotta assimilabile a chi, entrato in possesso delle password necessarie per accedere a sistemi informatici bancari, utilizzi tali elementi per procurarsi un ingiusto profitto.
CONTENUTI CORRELATI

TSYS, una nuova strategia per crescere in Italia e in Europa

Punta su servizi innovativi a valore aggiunto che aiutano le banche a rispondere alle nuove esigenze dei clienti digitali la strategia di sviluppo del...

Carte e contante: una sfida a tutto campo

Sono tanti i temi interessanti che emergono dall’indagine ABI-Ipsos: crescita costante dei pagamenti digitali, comportamenti, ritrosie ed ottimismi...

Roma capitale dei pagamenti innovativi

Per due giorni, il 5 e il 6 novembre, il mondo dei pagamenti si riunisce a CARTE, la Conference&Expo organizzata dall'ABI per fare il punto sulle...

Frodi carte: il cybercrime si è industrializzato

Diminuiscono gli eventi criminosi che riguardano Atm (-60%) e Pos (-8%) e diminuisce ancora il valore delle transazioni non riconosciute sulle carte....
ALTRI ARTICOLI

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...

 

L'intelligenza artificiale? Rende gli uomini … più umani

Secondo Paul Daugherty, Chief Technology & Innovation Officer di Accenture e uno dei guru mondiali dell'AI, la vera innovazione nasce dalla...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...
Bancaforte TV
Il centro direzionale Green Life di Crédit Agricole a Parma punta su sostenibilità, green e socialità per...