17 Luglio 2018 / 21:02
Continua il crollo delle rapine in banca

 
Sicurezza

Continua il crollo delle rapine in banca

di Giovanni Gioia - 29 Luglio 2014
Ancora in forte calo le rapine in banca: sono solo 271 quelle registrate nel primo semestre del 2014, ben il 49% in meno rispetto allo stesso periodo del 2013. Dai primi dati OSSIF emerge un quadro molto positivo su tutto il territorio nazionale. Crolla anche l’indice di rischio: da 9,1 rapine ogni 100 sportelli nel 2007 ad appena 1,7 oggi …
Le rapine in banca stanno crollando. I dati OSSIF sono evidenti: dal 2007 al 2013 le rapine consumate ai danni degli sportelli bancari sono diminuite del 68%. Non solo: nei primi sei mesi del 2014 si è registrato un calo del 49% rispetto al primo semestre del 2013. Continua quindi il trend positivo già evidente nel primo trimestre 2014, come rilevato da Bancaforte. Un fenomeno quindi tutt’altro che effimero che riavvicina ancora di più la situazione italiana a quella del resto d’Europa.

I dati del primo semestre 2014

Sono stati 271 i colpi registrati allo sportello tra gennaio e giugno, contro i 531 della prima metà del 2013. Nonostante il leggero calo degli sportelli bancari presenti sul territorio, risulta in netta flessione anche il cosiddetto indice di rischio, ossia il numero di rapine annue ogni 100 sportelli, pari nel 2014 a 1,7 contro un valore di 3 rapine ogni 100 sportelli del 2013. Vale la pena di ricordare che nel 2007 il numero di rapine ogni 100 sportelli era pari a 9,1: in pratica l’indice di rischio era quasi il sestuplo di quello del 2014. In calo del 39% anche il bottino complessivo rapinato, pari a 7 milioni di euro, mentre il bottino medio per evento è risultato di poco superiore ai 27 mila euro.

Grandi città più sicure

Il calo delle rapine sta caratterizzando tutto il territorio nazionale, gli attacchi sono in diminuzione da Nord a Sud. In particolare le rapine risultano in calo in 15 regioni e in tutte le maggiori province italiane, a cominciare da Milano (dove sono passate da 71 a 17, con un calo del 76%) e da Roma (dove sono passate da 45 a 20, con un calo del 56%).
Ma la caduta degli episodi sta caratterizzando anche Rimini (-92%, da 13 rapine a una soltanto), Firenze (-83%, da 12 a 2), Siracusa (-70%, da 10 a 3), Torino (-66%, da 29 a 10), Palermo (-56%, da 16 a 7) e Napoli (-46%, da 22 a 12).
Le numerose azioni che le banche stanno sviluppando per contrastare il fenomeno rapina si stanno rilevando efficaci: dalla limitazione dell’uso del contante a una maggiore automazione allo sportello e a un uso più diffuso delle tecnologie, da un’attività di informazione e formazione del personale sempre più capillare a un’intensificazione della collaborazione con le Forze dell’ordine. Proprio per quanto riguarda questo ultimo aspetto, è sempre più intensa la sinergia tra l’ABI e banche da un lato e Prefetture e Forze dell’ordine dall’altro. Il Protocollo d’intesa per la prevenzione della criminalità in banca è ormai operativo su tutto il territorio nazionale. Dagli ultimi dati del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno emerge come la percentuale di autori di rapine scoperti è salita al 51% nel 2013, anche grazie alle immagini fornite dalle banche.
CONTENUTI CORRELATI

Tutte le novità di Banche e Sicurezza 2018

Per affrontare il nuovo scenario caratterizzato da confini sempre più labili tra sicurezza fisica e digitale, le aziende propongono nuove soluzioni...

Branch Transformation e sicurezza fisica

L’evoluzione della sicurezza fisica nelle banche italiane sotto la spinta del digitale e le nuove misure per il contenimento dei rischi, come il...

Lo zen e l’arte della sicurezza

Nell’ambito del progetto Events in Art di ABIServizi, finalizzato a unire il mondo finanziario con quello artistico, i temi di Banche e Sicurezza...

La sicurezza in 7 passi

Gli account privilegiati sono un obiettivo prioritario della criminalità cyber. Andrea Argentin di CyberArk spiega cosa devono fare le banche per...
ALTRI ARTICOLI

 
Banca

People-First Strategy, i 5 passi da compiere

Nei prossimi anni anche nelle banche cambieranno skill e professionalità, con attività destinate a sparire o a essere automatizzate e altre, nuove,...

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...