23 Luglio 2018 / 03:57
CRIF, nuove acquisizioni in Svizzera e Austria

 
Banca

CRIF, nuove acquisizioni in Svizzera e Austria

14 Novembre 2011
Le attività di Deltavista rilevate nei due Paesi europei rafforzano la strategia di sviluppo internazionale del Gruppo italiano
Passano a CRIF le operation in Svizzera e in Austria del Gruppo Deltavista , uno dei principali provider di servizi per la gestione del rischio di credito e di rating nei due Paesi, oltre che in Germania (le attività delle sede tedesca, escluse dall'accordo, rimarranno di proprietà dell'attuale management).
L'operazione condotta a termine rafforza il posizionamento di CRIF come leader nel settore delle credit information bancarie e come fornitore di soluzioni per la gestione del rischio in Europa continentale. L’acquisizione, del valore di circa 80 milioni di euro, rientra nella strategia di sviluppo internazionale adottata da CRIF negli ultimi anni e caratterizzata da crescenti investimenti in soluzioni per la gestione del credito al dettaglio.
Le operation di Deltavista in Svizzera e in Austria verranno integrate nel Gruppo CRIF come società controllate al 100% e continueranno a svolgere le stesse attività con la medesima organizzazione composta da circa 100 dipendenti.
“Le società acquisite beneficeranno del portafoglio di prodotti, del network e della reputazione di CRIF per rafforzare l’offerta rivolta agli operatori del credito e per accelerarne la crescita in Svizzera ed Austria” – spiega Thomas Stämpfli, fondatore e Presidente del Gruppo Deltavista . “Insieme all’attuale team tedesco e polacco” – continua Stämpfli – “come Deltavista saremo impegnati nell’ulteriore sviluppo delle nostre operation in Germania e in Polonia, grazie anche al supporto del nostro centro di sviluppo software di Cracovia. In particolare siamo molto determinati nel far diventare Deltavista un affermato credit bureau in Germania e in Polonia, cercando di ripetere il successo conseguito in Svizzera e in Austria. Inoltre, questa acquisizione rafforzerà il nostro focus e fornirà le basi per accelerarne la crescita per riuscire a competere con i principali credit bureau presenti sui mercati tedesco e polacco”.
“L’integrazione tra le soluzioni di CRIF e quelle di Deltavista oltre a portare valore aggiunto ai nostri clienti rappresenta un altro passo nella strategia globale di CRIF verso il rafforzamento del nostro posizionamento sul mercato europeo dei servizi a supporto del credito - illustra Carlo Gherardi, Presidente e Amministratore Delegato di CRIF -. Con Deltavista condividiamo lo stesso impegno verso l’innovazione e l’orientamento alla soddisfazione del cliente, e siamo fortemente determinati nel potenziare i punti di forza dei nostri rispettivi business. La valorizzazione delle sinergie tra le due società, inoltre, permetterà di fornire ai nostri clienti soluzioni di valutazione e gestione del rischio con un concreto valore aggiunto e, quindi, in grado di incrementarne la redditività”.
L’integrazione tra soluzioni di Deltavista e l’offerta di CRIF e delle società del gruppo a livello internazionale permetterà di rispondere in modo ancora più efficace ai bisogni crescenti del mercato in termini di innovazione di prodotto e di flessibilità tecnologica. Grazie alla combinazione delle soluzioni software e di supporto decisionale di CRIF e i sistemi informativi e di supporto alla gestione del rischio di Deltavista, Deltavista Svizzera e Austria saranno in grado di supportare i propri clienti a gestire le attuali procedure e i processi di credito in modo ancora più innovativo ed efficiente.
CONTENUTI CORRELATI

Più innovazione nella gestione dei rischi

Il futuro della funzione di risk management in banca dipende da come saprà affrontare i cambiamenti di mercato, regolamentari e tecnologici. E,...

Il "giusto prezzo" degli impieghi

Secondo Bain, la rivisitazione dei modelli di determinazione dei prezzi risk based sarà una delle sfide chiave per le banche italiane nei prossimi...

Banche e Fintech secondo il Comitato di Basilea

In un documento del Basel Committee per la vigilanza bancaria gli scenari sui nuovi compiti che attendono gli organismi di vigilanza per accompagnare...

Credito e garanzie: accordo ABI-Confindustria

Migliorare il credito alle imprese, liberando risorse per la crescita, con garanzie più flessibile e tempi di recupero più veloci: sono questi gli...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Gli effetti dirompenti della direttiva sul settore saranno al centro dell'edizione 2018, insieme ai nuovi...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...