Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Pagamenti

Pagamenti
Invia Stampa
Ericsson, m-payment mentre si gioca

Ericsson, m-payment mentre si gioca

L'azienda svedese propone un servizio che consente di concludere acquisti dal cellulare all'interno di videogiochi e apps con un semplice click
Ericsson ha lanciato un nuovo servizio di pagamento mobile, battezzato “ In Application Payment ”, basato sulla piattaforma di pagamenti mobili Ipx ( Internet Payment eXchange ), già integrata da 120 carrier a livello globale.
Il servizio consente ai consumer di effettuare acquisti via cellulare con un semplice click, usando anche prepagate o credito telefonico, senza bisogno della carta di credito. L'operazione di acquisto si può fare continuando a giocare con un videogame o consultando una qualsiasi app.
Il nuovo servizio di pagamento, integrato con le apps, apre ai rivenditori di beni in mobilità un’ampia gamma di modelli di pagamento. Ad esempio, l’offerta di beni in prova prima dell’acquisto e modelli di affitto o di sottoscrizione alle apps. Il nuovo servizio può essere adottato ad esempio nel settore del gaming, delle mappe e per l'acquisto di tutti i contenuti digitali, in primis musica e libri. Per i micropagamenti si può adottare una moneta virtuale. Il servizio di In application si adatta automaticamente alle tecnologie di pagamento utilizzate sui network mobili, aprendo al commercio di applicazioni in diversi paesi.
Secondo stime di Ovum, i ricavi derivanti dall’acquisto di apps in mobilità raggiungeranno 3,7 miliardi di dollari nel 2016 .
12 Ottobre 2011

Articoli correlati

 

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017