17 Luglio 2018 / 21:20
EXPOpportunity

 
Fintech

EXPOpportunity

di F.P. - 2 Dicembre 2013
Tra maggio e ottobre 2015 oltre 20 milioni di persone arriveranno a Milano per l’Expo. Quali opportunità si aprono per le banche? Quale ruolo riusciranno a conquistarsi? Se ne parla al workshop di Bancaforte in programma a Milano il prossimo 5 dicembre
Tra meno di 18 mesi si aprirà l’Expo 2015, un evento che metterà Milano al centro dei flussi turistici mondiali e farà da vetrina al meglio del Made in Italy. Con oltre 20 milioni di visitatori attesi, l’Expo sarà un’occasione unica di sviluppo, uno straordinario catalizzatore di progetti innovativi, una chance per applicare nel quotidiano le tecnologie più avanzate. Qualche numero per capire l’impatto economico della manifestazione: il giro d'affari complessivo legato all’evento è stimato in circa 9,4 miliardi di euro; le ricadute sul sistema produttivo italiano – tra nuove imprese create, aumento dei consumi e valorizzazione del patrimonio immobiliare tra il 2012 e il 2020 – sono valutate in 24,7 miliardi di produzione aggiuntiva e 10,5 miliardi di valore aggiunto con 200 mila lavoratori coinvolti (secondo l'analisi dell'Università Bocconi); il valore degli investimenti diretti esteri è di 1 miliardo di valore aggiunto e 16.500 occupati (secondo un Report della Camera di Commercio).
Quali opportunità si aprono per le banche dall'Esposizione Mondiale di Milano? Quale ruolo sapranno conquistarsi? Come possono diventare protagoniste di un evento mondiale, al di là degli aspetti finanziari? Se ne parlerà al workshop EXPOppurtunity (Milano, 5 dicembre, Centro MiCo, ore 14,30–16,30) che Bancaforte ha organizzato all’interno di CARTE 2013 , la Conference&Expo che ABI e Consorzio BANCOMAT dedicano al mondo delle payment cards e degli altri servizi di pagamento innovativi ed elettronici. L’EXPO sarà infatti un importante banco di prova di questi strumenti e non è un caso che tra gli sponsor dell’evento ci sia Samsung in prima fila.
“La tecnologia NFC sarà la regina dell’evento: i visitatori, dal loro arrivo a Malpensa, potranno utilizzare il cellulare per acquistare i biglietti di trasporto, per usufruire dei servizi che verranno messi a loro disposizione, per partecipare ai numerosi appuntamenti che animeranno la città nei sei mesi dell’Esposizione, per ottenere agevolazioni tramite coupon digitali, per ricevere informazioni turistiche e indicazioni” conferma Fabrizio Bellavista dell’Istituto di Ricerca Emotional Marketing, chairman del workshop. Ma al di là del ticketing e dell’uso del digital wallet, secondo Bellavista l’EXPO pone a Milano una sfida più grande, sintetizzata nel sottotitolo scelto per il workshop di Bancaforte: “Linking people, money, emotions, places and things”.
“Il mondo bancario deve riuscire a ritagliarsi un ruolo da protagonista prima, durante e dopo l’EXPO, così come anche fuori l’EXPO, creando percorsi tematici che leghino istituti bancari e ricchezze del territorio” spiega Bellavista. Temi trasversali e strategici quali Mobile Engagement, Customer Experience, Social Marketing dovranno essere coniugati con quella che è stata tratteggia come una rivoluzione culturale, piuttosto che una semplice Esposizione Mondiale. Sono molte le azioni che possono essere messe in campo per essere parte attiva sul territorio, e non solo nei padiglioni, della festa dell’EXPO. Ad esempio, propone Bellavista, perché non trasformare la rete di filiali bancarie presenti a Milano e provincia in un network di hot spot a disposizione dei visitatori? Ancora: perché non organizzare momenti di formazione rivolti a educare sui rischi e sulle opportunità dei mobile payment e della tecnologia NFC?
Al workshop EXPOppurtunity porteranno il loro contributo di idee e proposte, oltre a Bellavista, Giacomo Biraghi, Responsabile dei Tavoli Tematici di Expo 2015 della Camera di Commercio di Milano, Giuseppe Mascitelli, Founder di Mascitelli&Partners e Filmare GroUP e Mauro Mezzenzana, Project Manager e Ricercatore Lab#ID LIUC University.
La partecipazione al workshop Bancaforte è gratuita. Vai alla scheda di iscrizione
ALTRI ARTICOLI

 
Banca

People-First Strategy, i 5 passi da compiere

Nei prossimi anni anche nelle banche cambieranno skill e professionalità, con attività destinate a sparire o a essere automatizzate e altre, nuove,...

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...