16 Luglio 2018 / 03:17
Frodi, contromisure più efficaci
BANCHE E SICUREZZA 2012

 
Sicurezza

Frodi, contromisure più efficaci

di Flavio Padovan - 28 Maggio 2012
Nel 2011 le banche hanno bloccato il 95% dei tentativi di frode informatica contro la clientela retail e il 97% contro quella corporate, grazie a significativi investimenti in tecnologie e sistemi evoluti; ma le minacce dei cyberfrodatori sono in crescita. A Banche e Sicurezza i dati del secondo Rapporto ABI Lab
Sempre efficace l'attività di difesa contro le frodi informatiche da parte delle banche italiane: nel 2011 oltre il 95% delle frodi tentate contro la clientela retail sono state bloccate dai sistemi di monitoraggio e protezione interni, mentre i clienti corporate hanno subito danni economici solo in un caso ogni milione di accessi, con un'efficacia dell'azione di contrasto del 97%; nessuna perdita di credenziali, invece, per gli utenti di Mobile Banking. Lo rivela il secondo rapporto ABI Lab su “Sicurezza e frodi informatiche in banca” i cui risultati sono stati resi pubblici oggi a Banche e Sicurezza.
Dall’indagine emerge, però, che è necessario continuare ad investire su questo fronte perché, nonostante un'intensa attività di repressione e prevenzione da parte delle banche, il fenomeno frode continua a crescere, con attacchi sempre più complessi.
In particolare, secondo Romano Stasi, Segretario Generale di ABI Lab, “è strategico puntare su strumenti e tecnologie in grado di presidiare in modalità continuativa accessi, reti e operazioni eseguite on line dalla clientela, così da migliorare la rilevazione dei tentativi di frode o di transazioni anomale e, di conseguenza, rendere sempre più tempestive le azioni di segnalazione e il blocco degli attacchi; altrettanto importante è l'attività di sensibilizzazione del cliente”.

Mobile, un’isola felice

Dalle analisi effettuate relative al 2011, è emerso che nessun cliente ha fatto registrare perdita di credenziali a seguito dell’accesso ai servizi di Mobile Banking; tuttavia, sulla base di quanto già rilevato in altri Paesi e con il crescere dell’adozione del servizio da parte dei clienti, è presumibile che aumentino anche le minacce e i tentativi di frode ai loro danni, per cui il livello di attenzione dovrà essere mantenuto sempre molto elevato. Un’opinione largamente condivisa dalle banche italiane: metà del campione ha dichiarato che entro la fine del 2012 avrà operativi strumenti di monitoraggio delle transazioni anomale via Mobile. Ulteriori margini di miglioramento nell’attività antifrode su questo nuovo canale possono essere raggiunti puntando sia su iniziative di formazione specifica del personale, a oggi diffuse nel 22% del campione, sia di sensibilizzazione della clientela.
Nei prossimi giorni Bancaforte.it analizzerà i risultati del Report con approfondimenti, interviste e interventi degli analisti ABI Lab
CONTENUTI CORRELATI

Lo zen e l’arte della sicurezza

Nell’ambito del progetto Events in Art di ABIServizi, finalizzato a unire il mondo finanziario con quello artistico, i temi di Banche e Sicurezza...

La sicurezza in 7 passi

Gli account privilegiati sono un obiettivo prioritario della criminalità cyber. Andrea Argentin di CyberArk spiega cosa devono fare le banche per...

Violazione dati in calo

Secondo il report di Ibm X-Force, nel 2017 si riducono le violazioni di dati ma il fenomeno rimane importante, soprattutto nel settore dei servizi...

Le 50 password più usate nel mondo

Con l'Internet of Things crescono esponenzialmente i device connessi, ma resta bassa la consapevolezza degli utenti sui criteri minimi di sicurezza...
ALTRI ARTICOLI

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...

 

L'intelligenza artificiale? Rende gli uomini … più umani

Secondo Paul Daugherty, Chief Technology & Innovation Officer di Accenture e uno dei guru mondiali dell'AI, la vera innovazione nasce dalla...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...
Bancaforte TV
Il centro direzionale Green Life di Crédit Agricole a Parma punta su sostenibilità, green e socialità per...