19 Ottobre 2018 / 00:55
Il CRIF Finance Meeting 2015 scalda i motori

 
Banca

Il CRIF Finance Meeting 2015 scalda i motori

14 Settembre 2015
Bancaforte presenta in anteprima alcuni dei temi e dei relatori dell’evento che si terrà a Bologna il prossimo 6 ottobre. “Solve. Evolve: dalle norme europee alle opportunità di sviluppo” il payoff scelto per questa edizione del Meeting
Arrivano le prime anticipazioni sul CRIF Finance Meeting, uno degli appuntamenti di riferimento per l’industria italiana del credito, che riunirà a Bologna il prossimo 6 ottobre oltre 20 speaker e 300 partecipanti (vedi lo Speciale dedicato da Bancaforte all'evento).
Come suggerisce il titolo scelto per questa edizione, “Solve. Evolve: dalle norme europee alle opportunità di sviluppo”, in primo piano ci saranno i più recenti aggiornamenti sulla regolamentazione europea e gli impatti reali per il business domestico, così come l'analisi degli scenari e le tendenze del mercato da mettere a fattor comune con le best practice dell’industria. Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede l'agenda dei lavori dell'edizione 2015.
Sul fronte della Compliance e delle relative soluzioni, i macrotemi in evidenza sono il nuovo assetto di vigilanza unica europea dopo l’Asset Quality Review, l’evoluzione normativa dalla Mortgage Credit Directive alla Circolare Banca d’Italia n.272/2008 (Forbearance) e i requisiti antiriciclaggio e antifrode
Le sfide e le opportunità da cogliere per “Evolvere” rappresenteranno l’altra anima dell’evento. Su questo fronte si approfondiranno in particolare gli impatti del Quantitative Easing e la rinascita del mercato mutui, i nuovi paradigmi per raggiungere e mantenere i clienti dai baby boomers ai millennials alle start-up, e i “fondamentali” da consolidare per ripartire nel business del credito: dati, processi, piattaforme tecnologiche, outsourcing.
La Sessione Plenaria del CRIF Finance Meeting 2015 si aprirà con un contributo di EBA, a cura di Gaetano Chionsini, Senior Statistician, Economist, che interverrà sul tema “Il credito in Europa: evoluzioni recenti e sviluppi attesi dal punto di vista del regolatore” e con lo speech di Andrea Goldstein, Managing Director di Nomisma, dal titolo “Outlook economico: Globale, Europeo, Italiano”.
I lavori proseguiranno con un approfondimento da parte di Simone Capecchi, Finance Corporate
Simone Capecchi
Offer Italy & Western Europe Director di CRIF, sullo stato del credito in Italia: i numeri, le tendenze dei prossimi anni, i protagonisti, sulla base delle analisi esclusive elaborate da CRIF sulla base del proprio patrimonio informativo CRIF INFORMATION CORE. Umberto Filotto, Professor - Area Intermediazione Finanziaria e Assicurazioni della SDA BOCCONI, presenterà poi le evidenze dell’ultima survey 2015 realizzata insieme con CRIF sui temi degli alternative lending. A chiudere la sessione plenaria sarà Gianfranco Torriero, Vice Direttore Generale ABI.
Il Meeting proseguirà con la Tavola Rotonda su “Gli impatti delle recenti evoluzioni normative sul mercato del credito”. Le evidenze emerse dall’AQR, il nuovo ruolo della BCE nel Meccanismo di Vigilanza Unico e i principali contenuti della Mortgage Credit Directive hanno rafforzato la necessità di processi di valutazione del rischio omogenei, trasparenti e affidabili, effettuati attraverso procedure chiare e documentate, controllabili e riproducibili. La nuova vigilanza e le evoluzioni normative porteranno a un ritorno ai fondamentali dell’erogazione del credito, accompagnati da nuove sfide e responsabilità crescenti. Partendo da un inquadramento a livello internazionale, la Tavola Rotonda affronterà gli scenari futuri post AQR approfondendo i necessari adeguamenti richiesti dalla nuova regolamentazione per una corretta erogazione del
Stefano Magnolfi
credito e gestione del rischio da parte degli istituti di credito italiani. Stefano Magnolfi, Real Estate Services Director CRIF, sarà chairman della Tavola Rotonda cui parteciperanno come relatori Giorgio Costantino, Management Consulting Director CRIF Credit Solutions - CRIF, Giancarlo Bertolini, Responsabile Credit Strategy Servizio Crediti di Credem, Emanuela Maria Giusti, Director Credit Risk Management Consumer Finance di Deutsche Bank, Stefano Marchetti, Direttore Direzione Centrale Recupero Crediti di Intesa Sanpaolo, e Davide Motta, Responsabile Politiche e Qualità del Credito di UBI.
Il pomeriggio dell’evento sarà incentrato su tre Sessioni Parallele i cui protagonisti saranno i player dell’industria italiana del credito che condivideranno le proprie storie ed esperienze di successo.
Nella sessione ENGAGE&ORIGINATE si parlerà di informazioni, sistemi di supporto alle decisioni, servizi e consulenza che consentono alle aziende di credito un approccio strutturato alla pianificazione strategica, attraverso la valutazione della qualità del mercato del credito, del proprio posizionamento e delle potenzialità di sviluppo presenti sul territorio. La sessione vedrà interventi focalizzati sulla migliore gestione delle politiche creditizie e l’ottimizzazione dei processi decisionali, la corretta determinazione del LTV nell’erogazione del mutuo e i possibili impatti sui principali indicatori di rischio e RWA, senza dimenticare l’importanza delle verifiche di coerenza documentali per una migliore identificazione dei fenomeni fraudolenti. Tra i relatori vi saranno rappresentanti di Monte dei Paschi di Siena, Santander Consumer Bank, Credem, UniCredit e Mediolanum.
MANAGE è il titolo della sessione dedicata all’efficace monitoraggio del portafoglio crediti, che richiede di coniugare sia aspetti normativi che gestionali e operativi, ottimizzando l’allocazione del capitale e la massimizzazione della redditività globale dell’Istituto. Gli adeguamenti richiesti dalla nuova regolamentazione e la ridefinizione dinamica delle strategie di controllo del rischio richiedono agli Istituti di approntare una gestione efficace del proprio portafoglio, che sia compliant con quanto richiesto dall’Autorità di Vigilanza, ma allo stesso tempo sfrutti le innovazioni per raggiungere migliori risultati di business. Interverranno relatori di Banco Popolare, BPER, Fed. Bcc Emilia Romagna e Creval.
In Italia il volume dei Non Performing Loans (NPL) ha continuato purtroppo la sua crescita anche nei primi mesi del 2015 e la categoria delle sofferenze è quella salita di più, raggiungendo i 200 miliardi di euro di bad debt. Nella terza sessione, COLLECT, verranno affrontate le soluzioni più innovative per la gestione dei crediti problematici: dalla segmentazione del portafoglio fino alla ridefinizione delle strategie di recupero volte alla risoluzione degli NPL, anche mediante la vendita volontaria assistita in ottica consulenziale. Tra le storie di successo di questa sessione presentate dalla voce diretta dei protagonisti vi saranno quelle di Veneto Banca, Volkswagen Financial Services, Cariparma e Banca Marche.
Bancaforte, media partner del CRIF Finance Meeting, sarà presente all'evento con i suoi giornalisti e pubblicherà uno Speciale con approfondimenti e videointerviste ai protagonisti del mondo del credito.
Per maggiori informazioni e iscrizioni:
Ufficio Eventi CRIF +39 051 4176111; Annalisa Fidelbo +39 348 3865388; Maria Chiara Carpaneda +39 346 3041526 - e-mail: financemeeting@crif.com
Vai al sito dell'evento www.financemeeting.crif.com
ALTRI ARTICOLI

 
Pagamenti

Senza il contante, il retail cambia pelle

Al Salone, il punto di vista di grande e piccola distribuzione sugli orizzonti che i digital payment possono aprire: nuova esperienza di acquisto e il...

 
Fintech

Così portiamo il territorio nel digitale

Ventis, il marketplace di Iccrea, è uno strumento di relazione e un modello evoluto di fare banca. Mettendo a disposizione delle imprese clienti...

 
Pagamenti

PA e fintech driver dei pagamenti digitali

Il rapporto del Comitato Pagamenti della Banca d'Italia fotografa per il 2017 una crescita del 6% dei pagamenti alternativi al contante, soprattutto...
Melissa Peretti di Amex spiega le strategie di sviluppo della società: servizi d'eccellenza in ogni fase del...
Maggiore protezione dei clienti e un miglioramento della relazione con banche e assicurazioni. Sono questi,...