19 Ottobre 2018 / 15:30
Leve per la competitività
Nuove professioni, rivoluzione digitale, motivazione delle persone, social media e strumenti di collaborazione, welfare privato, produttività, smart working. Sono questi alcuni dei temi chiave dell'edizione 2017 di Forum HR 2017. Tra i protagonisti anche il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, che parteciperà venerdì 23 giugno alle 11.45 alla tavola rotonda di chiusura sulle relazioni industriali
Sta per riunirsi nuovamente a Roma la community italiana delle Risorse umane. L'appuntamento è come da tradizione il Forum HR, evento organizzato annualmente dall'Associazione Bancaria Italiana per fare il punto sullo sviluppo nella gestione delle persone. Un incubatore di idee – come lo ha definito Giancarlo Durante, Direttore Centrale e Responsabile Direzione Sindacale e del Lavoro ABI, a cui partecipano i più importanti protagonisti del mondo HR per confrontarsi concretamente sul presente e sul futuro del settore, presentando esperienze, proposte, progetti, strumenti.
L'edizione 2017 si tiene in un momento di svolta per l'economia. Il cambio di passo confermato dai primi dati del 2017 dà fiducia e forza anche al cambiamento in atto nel mondo bancario. Sono numerosi i fronti aperti: nuove professioni, rivoluzione digitale, motivazione delle persone, social media e strumenti di collaborazione, reputazione, welfare privato, produttività, smart working, politiche commerciali e relazioni industriali. Tutti temi che saranno approfonditi al Forum HR 2017. Entriamo nel dettaglio dell'agenda dei lavori.

Il lavoro ai tempi della quarta rivoluzione industriale

La sessione plenaria d'apertura è stata pensata per dare subito una visione prospettica al confronto, tracciando le linee di quelle che saranno le evoluzione del modo di fare banca e, di conseguenza, del ruolo del capitale umano, ai tempi della quarta rivoluzione industriale, delle tecnologie digitali, del cliente evoluto e sempre connesso, del nuovo sistema regolamentare che apre il settore finanziario alla concorrenza di nuovi operatori.
A discuterne un panel di eccezione: dopo l'apertura affidata al direttore generale dell'ABI, Giovanni Sabatini, interverrà il Sottosegretario del Ministero dell’economia e delle finanze, Pier Paolo Baretta, l'amministratore delegato e direttore generale della Banca del Piemonte e vice presidente ABI, Camillo Venesio, il responsabile di gruppo Human capital di UniCredit, Paolo Cornetta, e il responsabile direzione Relazioni esterne e Rapporti istituzionali dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, Roberto Sommella, oltre naturalmente a Giancarlo Durante che modererà anche la sessione.
Ad offrire ulteriori elementi al confronto ci penserà Giuseppe Lusignani, professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari dell'Università di Bologna, a cui è stato affidato il ruolo di keynote speaker di questa edizione.

Tavole rotonde per capire il futuro

Proprio per esaltare la sua natura di incubatore di idee di Forum HR, l'agenda dei lavori dell'edizione 2017 prevede, dopo la sessione d'apertura, solo tavole rotonde in cui si confronteranno rappresentanti istituzionali e del mondo bancario, accademici, società di consulenza ed esperti. La prima tavola rotonda, in programma alle 11.30, approfondirà l’evoluzione delle modalità di lavoro in un contesto fortemente cambiato dalle nuove tecnologie, dall’avvento della robotica e dell'intelligenza artificiale. A guidarla sarà Giorgio Mieli, Responsabile Ufficio Relazioni Sindacali dell'ABI.
A seguire, nel pomeriggio, Tiziana Tafani dell'Ufficio Relazioni Sindacali ABI modererà il confronto sui temi del welfare e delle persone, analizzando le novità in un campo in cui le banche sono impegnate da molti anni, tanto da diventare anche un modello per altri settori.
Nella tavola rotonda di chiusura della prima giornata, Nicola Alberto De Carlo (Università degli Studi di Padova e Presidente del Comitato Scientifico di IF Informazione & Fiducia) approfondirà un altro argomento di particolare attualità, e cioè quello delle politiche commerciali sostenibili e delle ricadute sulla gestione delle risorse. L'occasione è particolarmente interessante alla luce dell'accordo sottoscritto all'inizio del 2017 proprio in tema di politiche commerciali.
Molto intensa anche la seconda giornata, che si aprirà con un confronto guidato da Stefano Bottino, responsabile Ufficio Consulenza del Lavoro ABI, sulla gestione del cambiamento e la riorganizzazione delle imprese. Un argomento che Forum HR presidia ogni anno e che quindi permette di cogliere tutte le novità e i cambiamenti in atto rispetto al passato.

Relazioni industriali in trasformazione

A tirare le fila dell'edizione 2017 sarà la Tavola rotonda di chiusura dal titolo “Quale futuro per il lavoro e per le relazioni industriali”. Anche in questo caso il panel dei relatori è di prestigio e pone sullo stesso palco i rappresentanti di tutte le parti che stanno progettando e guidando questo cambiamento: il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti (nella foto in alto), il COO di Intesa Sanpaolo e presidente del Comitato per gli Affari sindacali e del Lavoro dell'ABI, Eliano Lodesani, e il segretario generale Uilca, Massimo Masi.
Bancaforte, media partner di Forum HR, così come di tutti i grandi eventi ABI, seguirà i lavori del convegno con i suoi giornalisti e pubblicherà uno Speciale con approfondimenti e videointerviste esclusive ai rappresentanti istituzionali e ai protagonisti del mondo bancario e delle aziende. Per essere informati in tempo reale seguiteci anche su Twitter, LinkedIn e Facebook.
CONTENUTI CORRELATI

People-First Strategy, i 5 passi da compiere

Nei prossimi anni anche nelle banche cambieranno skill e professionalità, con attività destinate a sparire o a essere automatizzate e altre, nuove,...

Strumenti innovativi per il lavoro

Da una ricerca di Talent Garden e Bearing Point emergono due importanti consapevolezze. Il ruolo crescente del responsabile HR, al fianco...

Events in Art, verso nuovi orizzonti

L'opera scelta per rappresentare il Forum HR, realizzata da Silvia Mauri, è focalizzata sul lavoro di squadra: persone che pedalano sul tandem per...

Il cliente più difficile? È quello interno

La guerra per i talenti rende più complesso lo scenario per i responsabili HR. Che però oggi possono avere il supporto di soluzioni basate...
ALTRI ARTICOLI

 
Pagamenti

Senza il contante, il retail cambia pelle

Al Salone, il punto di vista di grande e piccola distribuzione sugli orizzonti che i digital payment possono aprire: nuova esperienza di acquisto e il...

 
Fintech

Così portiamo il territorio nel digitale

Ventis, il marketplace di Iccrea, è uno strumento di relazione e un modello evoluto di fare banca. Mettendo a disposizione delle imprese clienti...

 
Pagamenti

PA e fintech driver dei pagamenti digitali

Il rapporto del Comitato Pagamenti della Banca d'Italia fotografa per il 2017 una crescita del 6% dei pagamenti alternativi al contante, soprattutto...
Melissa Peretti di Amex spiega le strategie di sviluppo della società: servizi d'eccellenza in ogni fase del...
Maggiore protezione dei clienti e un miglioramento della relazione con banche e assicurazioni. Sono questi,...