20 Luglio 2018 / 10:49
M-payment, banche provider preferiti in Uk

 
Pagamenti

M-payment, banche provider preferiti in Uk

21 Dicembre 2011
Secondo un'indagine di Lexis i wallet di fornitori alternativi attirano il 31% dei consumatori
La maggior parte dei consumatori inglesi pensa che la banca sia il provider migliore di servizi di pagamento mobile, ma un terzo dei consumer sarebbe pronto a cambiare provider se esistessero fornitori alternativi, in primis Apple, PayPal e Google. Lo rende noto uno studio condotto da Lexis, una società di ricerca che intervistato un campione di mille possessori di smartphone, secondo cui il 48% del campione sceglierebbe la sua banca per la gestione del borsellino mobile. La banca è considerata il soggetto più affidabile per la gestione dell’m-payment e il canale più influente per effettuare acquisti in mobilità.
La ricerca mostra però che il 31% dei consumatori prenderebbe seriamente in considerazione l’uso di un provider alternativo di servizi di m-payment rispetto alla banca, se solo ci fosse la possibilità di cambiare. Quasi la metà degli intervistati usa già lo smartphone per fare acquisti e il 61% lo utilizza anche per comparare prezzi e cercare beni da acquistare. La possibilità di trovare offerte e occasioni di acquisto in mobilità è uno dei fattori chiave per l’utilizzo dello smartphone per shopping e attività bancarie.
Come al solito, le maggiori preoccupazioni sono legate alla sicurezza: hacker e furto di dati dallo smartphone sono le preoccupazioni più sentite per il 61% degli intervistati. Secondo James Thellusson, responsabile corporate di Lexis, dice che: "Gli attori tradizionali del mondo finanziario saranno le forze dominanti nell’arena dell’m-payment, ma nuovi player avranno ampie possibilità di affermarsi all’interno dell’ecosistema mobile”.
Il report completo è disponibile al seguente link:
CONTENUTI CORRELATI

Mobile payments, nel 2017 il vero salto di qualità

Da tecnologia esordiente a parte di un ecosistema digitale intelligente: per i pagamenti da smartphone inizia l'anno della grande svolta. Con quattro ...

PA e pagamenti innovativi, lavoriamo per conciliare al meglio questo binomio

Il Salone dei Pagamenti dedica uno dei 5 percorsi tematici al mondo pubblico. A pochi giorni dall’inizio del grande evento sulla Payvolution, ...

I 5 macro-trend che stanno guidando i mobile payments nel mondo

Un mercato che triplicherà entro il 2020, vedrà acquisti di beni e servizi sempre più "leggeri”, avrà come protagonisti gli under 21. Ma...

Se parliamo di cashless, parliamo del futuro. E le start-up ...

La start-up in Italia è sempre esistita, ma oggi nasce da idee di marketing e di servizio, parte da un bisogno e dalle nuove tecnologie per...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...