22 Luglio 2018 / 10:49
Missione Marocco

 
Banca

Missione Marocco

di Ildegarda Ferraro e Gaia Sabino - 23 Ottobre 2014
Le banche italiane insieme a istituzioni e imprese per rafforzare le relazioni commerciali e finanziarie con il paese nordafricano
“Banche italiane in Marocco con imprese e istituzioni per supportare gli imprenditori italiani e marocchini e finanziare progetti d’investimento e nuove iniziative di business nel mercato locale”. È il Presidente del Comitato per l’Internazionalizzazione dell’ABI, Guido Rosa, a ribadire il sostegno del settore bancario italiano all’internazionalizzazione dell’economia nazionale, in occasione del Forum che si è tenuto a Casablanca durante la missione di sistema che ha fatto tappa dal 20 al 22 ottobre nel Paese dell'Africa Settentrionale.
Alla missione, il settore bancario italiano ha partecipato con una delegazione di sette dei principali gruppi che rappresentano circa il 63% del settore in termini di totale attivo. Si tratta di: Intesa Sanpaolo, UniCredit, BNL, Banca MPS, Cariparma, Banca Popolare di Vicenza e ICCREA Holding.
Durante gli incontri di business, le banche si sono messe a disposizione delle imprese italiane e marocchine per supportarle al meglio nell’individuazione delle soluzioni finanziarie più adatte a realizzare progetti d’investimento nel mercato locale. Con questo stesso obiettivo, tre delle maggiori banche italiane sono già presenti a Casablanca con due uffici di rappresentanza e un desk presso la maggiore banca privata locale. Le case madri di due gruppi bancari italiani, inoltre, operano in Marocco con proprie sussidiarie in grado di assistere le aziende interessate a investire nel Paese.
I numeri della “spedizione”
Oltre ai 7 gruppi bancari, hanno preso parte alla missione di sistema più di 70 aziende per un totale di oltre 120 partecipanti. Con l’obiettivo di approfondire le opportunità di business per le imprese italiane nei settori agroindustria, materiali e macchinari da costruzione, automotive e sanitario, la missione è stata promossa dai Ministeri dello Sviluppo Economico e degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è stata organizzata da Confindustria, ICE - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, ABI, RETE Imprese Italia e Unioncamere. A guidare l’iniziativa il Vice Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, insieme a Riccardo Monti, Presidente dell’Agenzia ICE, Guido Rosa, Presidente del Comitato per l’Internazionalizzazione dell’ABI, Confindustria e, con una delegazione di piccoli imprenditori e artigiani, Rete Imprese Italia.
Il programma
Oltre al Forum economico, che si è svolto alla presenza delle rappresentanze istituzionali di Italia e Marocco, la missione ha previsto incontri bilaterali tra le imprese, nonché seminari di approfondimento e visite aziendali. Durante la missione è stato firmato un Memorandum of Understanding (MoU) tra l’ICE e la ONSSA - l’Ufficio per la Sicurezza nazionale dei prodotti alimentari – finalizzato alla costituzione di un Centro tecnologico italiano nel settore dell'industria della trasformazione alimentare nel Paese. Il Vice Ministro Calenda ha assistito infine alla cerimonia di inaugurazione del progetto pilota per la produzione di energia solare nell’area della cementeria di Ait Baha, nato dalla collaborazione tra Ciments du Maroc (Italcementi Group), Italgen Maroc e la società svizzera Airlight Energy Group.
Il sostegno del settore bancario alle imprese italiane e marocchine passa anche attraverso sei accordi di collaborazione già operativi per la realizzazione di operazioni di trade finance e la gestione delle rimesse e il supporto finanziario. Come risulta anche dall’ultima rilevazione fatta da ABI presso i gruppi più attivi sui mercati internazionali, infatti, le banche italiane hanno stanziato un plafond di circa 900 milioni di euro, di cui oltre il 75% ancora disponibile. Le linee di credito non prevedono copertura assicurativa e sono destinate a finanziare soprattutto operazioni a breve termine.
Per consolidare il dialogo e la collaborazione con le controparti locali, inoltre, la delegazione bancaria italiana ha incontrato - col supporto dell'ufficio ICE di Casablanca e dell'Ambasciata d'Italia a Rabat - la Banca Centrale, l’Associazione Bancaria del Marocco e le principali banche del territorio.

Un mercato interessante

La stabilità politica, il dinamismo economico degli ultimi anni e la forte complementarietà del sistema economico marocchino con quello italiano, rendono questo Paese un mercato al quale le aziende italiane guardano con crescente interesse. Inoltre, le politiche governative di rafforzamento dei comparti industriali strategici – dall’agro-industria a quelli ad alto valore aggiunto come l’automotive – congiuntamente a piani di investimento nel settore sanitario e il forte sviluppo edile e infrastrutturale, aprono nuove opportunità di partnership tra i nostri sistemi imprenditoriali, finalizzate non solo al mercato locale, ma anche i mercati terzi. Grazie alle buone relazioni politiche ed economiche intrattenute a livello internazionale, il Marocco si sta sempre più affermando come porta di accesso per il resto dell’Africa e ha firmato accordi di libero scambio che gli garantiscono accesso preferenziale ai mercati di 56 Paesi.
CONTENUTI CORRELATI

Destinazione Argentina

Missione di sistema delle banche italiane a Buenos Aires, prima iniziativa nel Paese dopo la visita di Renzi. Dal 17 al 19 maggio forum, seminari,...

Tunisia, spazio ai finanziamenti

Oltre 424 milioni di euro stanziati dalle banche per le imprese che scelgono di operare nel paese nordafricano. Nella Missione di sistema ...

Basta Parmesano online! Sottoscritta la Carta dell'e-commerce Made in Italy

Mise, Indicam e Consorzio Netcomm propongono uno strumento di controllo e intervento contro il proliferare sull'online di merci contraffatte spacciate...

Cile e Colombia, una nuova stagione economica

Alti ritmi di crescita, stabilità delle istituzioni e apertura al commercio internazionale: sono i fattori che contraddistinguono i due paesi...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Gli effetti dirompenti della direttiva sul settore saranno al centro dell'edizione 2018, insieme ai nuovi...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...