23 Luglio 2018 / 02:21
Mussari: "Da DL sviluppo stimolo a trasparenza nel rapporto banche-imprese"

 
Imprese

Mussari: “Da DL sviluppo stimolo a trasparenza nel rapporto banche-imprese”

di Gaia Sabino - 28 Luglio 2011
Il Presidente dell'ABI commenta le misure varate dal Governo per rilanciare la crescita
All’indomani dell’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri, anche il Presidente dell’ABI, Giuseppe Mussari, è intervenuto per commentare il decreto per lo sviluppo. “Le misure varate dal Governo ha detto Mussari sono un contributo importante per rilanciare la crescita del Paese, ripartendo dalla ricerca scientifica e dall’innovazione che rappresentano due tasselli indispensabili per dare più slancio alla ripresa economica, e, quindi, investire sul futuro e sulle giovani generazioni”. “Tra le importanti novità contenute nel decreto – ha aggiunto il presidente dell’ABI alcune intervengono sull’attività bancaria per allineare le nostre norme con quelle europee. In questa direzione, è stata tra l’altro rivista l’applicazione delle modalità di modifica delle condizioni contrattuali con l’obiettivo di adeguare la disciplina nazionale con quella dettata recentemente per i sistemi di pagamento dalla direttiva europea (PSD), che prevede solo nei rapporti con consumatori e micro imprese la necessità di ricorrere ad un giustificato motivo per esercitare il diritto di modifica unilaterale del contratto. Non vogliamo tornare al vecchio ius variandi o ad antiche pratiche relativamente trasparenti, quanto piuttosto continuare a investire energie e risorse sul tema della trasparenza semplice. Questa misura costituirà, pertanto, un ulteriore stimolo a proseguire nel confronto con le altre associazioni di categoria al fine di promuovere accordi ancora più chiari e trasparenti nel rapporto tra banche e imprese. In questo senso, siamo già al lavoro per realizzare un tavolo di confronto con Confindustria, Rete Imprese Italia, Alleanza delle cooperative e tutte le altre organizzazioni imprenditoriali, per valutare e concordare insieme le linee di attuazione delle nuove norme in modo che la loro applicazione risponda pienamente a criteri di rigore, chiarezza e trasparenza, proseguendo sulla strada del dialogo, della concertazione e della collaborazione reciproca”.
Articolo correlato:
Il decreto sviluppo ha introdotto misure per l'attività bancaria più in linea con le normative europee
CONTENUTI CORRELATI

Fiori e denaro

Crescono a ritmo sostenuto le esportazioni dei nostri fiori. Un comparto ricco che basa il suo successo anche sulla tecnologia e sull'innovazione e...

Tempo di vino

Il più amato. Più della birra, degli aperitivi, degli amari e dei liquori, il vino italiano miete consensi. Qui da noi, che siamo diventati...

Il turismo passa da Internet

Cresce l'industria del viaggio, qui da noi e nel mondo. La partenza è quasi sempre dal web, non solo per scegliere e decidere. Ma anche per...

Così l'artigiano diventa start-up

Al via la seconda edizione di Botteghe Digitali, il percorso di coaching promosso da Banca Ifis per portare il valore dell’industria 4.0 alle...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Gli effetti dirompenti della direttiva sul settore saranno al centro dell'edizione 2018, insieme ai nuovi...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...