Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Sicurezza

Sicurezza
Invia Stampa
Nasce il Centro europeo contro il crimine informatico

Nasce il Centro europeo contro il crimine informatico

Un nucleo specializzato in cybercrime all’interno di Europol, la polizia europea. Il Centro, proposto dalla Commissione europea, attende la conferma della copertura finanziaria e sarà operativo a partire dal prossimo anno. Aiuterà cittadini e aziende a proteggersi dagli attacchi on line
Massimo Zaurrini
Sarà chiamato a proteggere cittadini e aziende dalle attività fraudolente on-line e dai crimini informatici il nuovo Centro per il cybercrime proposto nei giorni scorsi dalla Commissione Europea. La Commissione, braccio esecutivo dell’Unione Europea, ha avanzato la proposta formale di creare un centro specializzato nel crimine informatico all’interno dell’Ufficio della polizia europea (Europol), che ha sede all’Aja, in Olanda.
Il nuovo centro, ha spiegato Cecilia Malmstrom “ministro” degli Interni dell’Unione, sarà “un punto di riferimento per la cooperazione tra gli stati e i soggetti interessati nel difendere un internet che sia libero ed aperto”. Il nuovo centro per il crimine informatico sarà concentrato soprattutto sui gruppi criminali organizzati e specialmente quelli che sono in grado di generare grandi profitti attraverso frodi on line a carte di credito o istituzioni bancarie. I poliziotti europei della rete lavoreranno anche per proteggere i profili personali dei social network da infiltrazioni di criminali informatici, aiutando tutti i soggetti interessati nel contrasto al furto di identità e al phishing.
La proposta della Commissione attende solo il via libera dell’autorità finanziaria dell’Europol, ma si ritiene possa cominciare ad operare già nel gennaio 2013.
Secondo stime citate dalla stessa Commissione, oltre un milione di persone nel mondo (sui 3 miliardi circa di utenti internet globali censiti nel 2011) sono vittime della criminalità on line ogni anno. Se tre quarti delle famiglie europee lo scorso anno poteva contare su un accesso a internet nella propria abitazione, secondo uno studio risalente al 2010, un cittadino europeo su tre utilizza i conti on line. Una tendenza, sottolinea la Commissione europea, in continua crescita.
30 Marzo 2012

Articoli correlati

 

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017