20 Marzo 2019 / 07:51
Pagamenti per la mobilità, una nuova esperienza

 
Fintech

Pagamenti per la mobilità, una nuova esperienza

5 Dicembre 2017
In collaborazione con Intesa (Ibm), Telepass rafforza la spinta digitale nei servizi di pagamento della mobilità, grazie a un accurato redesign del processo. Tra le novità: la possibilità di pagare nuovi servizi, come il carburante, il car sharing o il taxi; contratti paperless da sottoscrivere anche via app ...
Tutti conoscono quel piccolo dispositivo grigio e giallo posizionato sui cruscotti delle nostre auto utile ad evitare code ai caselli autostradali o consentire l’accesso a parcheggi e traghetti. Ma forse non tutti sanno che oggi con il Telepass è possibile pagare anche le soste sulle strisce blu, i rifornimenti di carburante e prossimamente anche il car sharing, i mezzi pubblici o i taxi.
Il nuovo progetto, realizzato da Telepass Pay - la nuova società del Gruppo Telepass guidato dal Ceo Gabriele Benedetto - si pone l’obiettivo di offrire un circuito di pagamento che integra tutti i servizi di mobilità.
La rivisitazione dei processi in ottica digitale nel rispetto della normativa vigente e la rapida adozione di tecnologia innovativa hanno consentito a Telepass, con l’aiuto di Intesa - società del Gruppo Ibm a supporto della trasformazione digitale dei processi aziendali - di ripensare e rinnovare il processo di adesione.

Da casa o in mobilità, la sottoscrizione è paperless

Telepass ha rivisitato completamente i processi di adesione e sottoscrizione dei servizi in una modalità che oggi è diventata “nativamente digitale” sia su web che via app.
“Il disegno dei nuovi servizi Telepass Pay parte dall’analisi delle esigenze degli utenti, sempre più abituati alla dinamicità nella fruizione dei servizi e alla costante ricerca di soluzioni di semplice adozione ed utilizzo.” – racconta Dante Antognoni, Ceo di Telepass Pay.
Per rispondere alle disposizioni normative in materia di sottoscrizione del contratto di attivazione dei servizi, Telepass ha ridisegnato insieme ad Intesa un processo completamente paperless che consente di esporre agli utenti i documenti contrattuali, offre l’opportunità di inserire dati, fornire consensi e firmare elettronicamente la documentazione.

Più soddisfazione … più business

La nuova customer experience ha cambiato il modo in cui i clienti si relazionano con Telepass, portando a risultati positivi anche in termini di nuove sottoscrizioni. Con un incremento del 100% rispetto allo scorso anno, sugli stessi canali e senza sostanziali modifiche ai programmi di comunicazione verso gli utenti.
Particolare attenzione inoltre ai valori che sono frutto delle iniziative di comunicazione indirizzate ai sei milioni di clienti Telepass raggiunti, proprio grazie alla digitalizzazione del rapporto con i clienti stessi. In alcuni giorni sono state registrate oltre 10.000 adesioni ai servizi Telepass e Telepass Pay, ovvero altrettanti contratti sottoscritti e firmati, raggiungendo importanti volumi sopra le aspettative.

Andare al cuore dei bisogni del cliente

Il mondo dei sistemi di pagamento e le soluzioni per la urban mobility sono in rapida espansione. La concorrenza in questo settore crescerà ulteriormente nei prossimi anni con l’arrivo di nuovi player nazionali ed esteri che, proprio grazie al digitale, trovano vie d’accesso semplificate verso mercati “confinanti” fino a poco tempo fa inaccessibili. Obiettivo di Telepass è quello di giocare una partita da protagonista, grazie a una chiara vision: rilevare e interpretare adeguatamente i bisogni dei cittadini e implementare in tempi rapidi nuove soluzioni tecnologiche.
CONTENUTI CORRELATI

Open Banking, oltre la compliance

Per Paolo Zaccardi, CEO Fabrick, le banche italiane stanno ormai completando le ultime attività per il primo test del 14 marzo. Ma la vera sfida...

Pagamenti internazionali, strategici per e-commerce e Made in Italy

Tra i protagonisti del Salone 2018 Riccardo Costantino di Yoox Net-A-Porter, il colosso dell'e-commerce specializzato nel luxury fashion, con 4.700...

All’Atm dei bitcoin

Intervista a Federico Pecoraro, tra i fondatori di Chainblock, pioniere in Italia degli Atm per la compravendita delle principali valute nate sul web....

Pagamenti invisibili, così le banche conquistano i Millennial

Intelligenze artificiali e big data per proporre offerte sempre più personalizzate ai clienti. Pagamenti che si fanno senza banconote e carte di...
ALTRI ARTICOLI

 
Sicurezza

Il paradosso degli algoritmi, oracoli infallibili o strumenti fuori controllo?

Il ricorso alle intelligenze artificiali sta cambiando in modo dirompente settori come la finanza, il lavoro, la salute, il marketing e in generale le...

 

Intelligenze. Anche artificiali

Intelligenza artificiale in primo piano. Siamo i primi a farci i conti, in privato e negli studi sperimentali. Ma l’intelligenza può essere di...

 

Blockchain trainata dal settore finanziario

Nel 2018 il 48% dei progetti è stato promosso dalle banche e dall'industria finanziaria. Italia terzo Paese a livello europeo per numero di...
Le fintech hanno bisogno delle banche per sviluppare il proprio business. Lo sottolinea in questa intervista...
Tra i player innovativi e le grandi imprese è più vantaggioso instaurare una relazione collaborativa...