22 Luglio 2018 / 16:31
Se la guardia privata va in tv

 
Sicurezza

Se la guardia privata va in tv

di Massimo Zaurrini - 13 Aprile 2012
Soprattutto nelle grandi città sembrano sostituire la vecchia guardia giurata in guardiola. La videosorveglianza in remoto guadagna terreno nelle filiali, ma, a differenza di quanto si potrebbe pensare senza togliere il lavoro ai vigilanti
È sempre più frequente recarsi alla filiale di una Banca e, invece una guardia privata armata, trovare che a vigilare le entrata vi sia un televisore che trasmette le immagini di un’agente privato seduto in una centrale di videosorveglianza, chiamato, seppure distante centinaia di chilometri, a controllare cosa accade all’esterno e all’interno della filiale.
Secondo i dati elaborati dall’Osservatorio per la sicurezza fisica di ABI (Ossif) la videosorveglianza sembra piacere sempre di più ai responsabili delle filiali. Il calo costante delle rapine nelle banche, la diminuzione del contante gestito dalle filiali e la possibilità di tagliare sui costi di sorveglianza hanno portato negli ultimi anni a un’espansione di questa pratica.
Sulla base delle banche che aderiscono a Ossif, l’85% delle filiali bancarie italiane, la diffusione della videosorveglianza ha fatto registrare negli ultimi 5 anni un aumento di oltre il 6%, passando dal 15,9% delle filiali dotate di tale sistema nel 2007 al 22,1% del 2011.
Parallelamente il servizio di guardiania affidata a una persona fisica non sembra aver risentito eccessivamente delle nuove opportunità fornite dalla tecnologia. La percentuale di filiali dotate di guardia privata, infatti, ha subito solo una lieve flessione, passando dal 14,5% del 2007 al 13,4% del 2011, con il dato del 2009 e 2010 che è sempre stato superiore al 14%.
CONTENUTI CORRELATI

Tutte le novità di Banche e Sicurezza 2018

Per affrontare il nuovo scenario caratterizzato da confini sempre più labili tra sicurezza fisica e digitale, le aziende propongono nuove soluzioni...

Branch Transformation e sicurezza fisica

L’evoluzione della sicurezza fisica nelle banche italiane sotto la spinta del digitale e le nuove misure per il contenimento dei rischi, come il...

Lo zen e l’arte della sicurezza

Nell’ambito del progetto Events in Art di ABIServizi, finalizzato a unire il mondo finanziario con quello artistico, i temi di Banche e Sicurezza...

La sicurezza in 7 passi

Gli account privilegiati sono un obiettivo prioritario della criminalità cyber. Andrea Argentin di CyberArk spiega cosa devono fare le banche per...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Gli effetti dirompenti della direttiva sul settore saranno al centro dell'edizione 2018, insieme ai nuovi...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...