16 Luglio 2018 / 06:50
Sicurezza online, accordo Min. Interno-CartaSi

 
Sicurezza

Sicurezza online, accordo Min. Interno-CartaSi

6 Maggio 2011
L'accordo triennale prevede lo scambio di dati in tempo reale e la partecipazione a progetti comuni per innalzare la tutela dei pagamenti sul web
Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno e CartaSi hanno siglato un accordo triennale di collaborazione e scambio di dati in tempo reale per la prevenzione e la lotta ai crimini informatici sui sistemi di home banking e nella monetica.
“Il protocollo di intesa con il Ministero dell’Interno, che sancisce un lungo e consolidato rapporto di collaborazione con la Polizia Postale, testimonia l’impegno di CartaSi nella diffusione della sicurezza dei sistemi e servizi di pagamento elettronici”, ha dichiarato il Presidente di CartaSi Michele Stacca, firmando l'accordo insieme al Direttore centrale delle Specialità della Polizia di Stato Santi Giuffré, alla presenza del Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni Antonio Apruzzese e il Responsabile Rischi Operativi e di Credito di CartaSi Marco Cortellari.
“Crediamo molto nella cooperazione tra pubblico e privato per affrontare temi e questioni di interesse per la collettività – ha continuato Stacca - così come sentiamo la responsabilità, nel nostro ruolo di leader di mercato, di contribuire allo sviluppo culturale e alla crescita del benessere di tutto il sistema”.
“I fenomeni di criminalità informatica sono caratterizzati dalla extraterritorialità della loro origine, dalla transnazionalità e dalla intersettorialità dei loro effetti dannosi. Sempre più spesso viene inoltre accertata la loro riconducibilità a vere e proprie organizzazioni criminali, ramificate a livello internazionale e che si avvalgono di metodi e tecnologie di attacco sempre più sofisticate”, ha commentato Giuffré, sottolineando anche che “l’efficacia delle attività di prevenzione e contrasto al cyber crime presuppone, da un lato, il consolidamento di concrete ed efficaci relazioni sinergiche tra tutti gli attori, pubblici e privati del settore e, dall’altro, la sensibilizzazione degli utenti finali al tema della sicurezza informatica”.
L’accordo definisce le linee programmatiche della collaborazione tra la Polizia delle Comunicazioni e CartaSi S.p.A. e fa riferimento ad una iniziativa di innalzamento dei livelli di sicurezza e di compartecipazione che il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha lanciato rivolgendo particolare attenzione al settore bancario. La collaborazione prevede lo scambio, in tempo reale, di dati e informazioni relativi ad allarmi e situazioni di rischio per la sicurezza sia dei sistemi informatici attraverso i quali CartaSi eroga i propri servizi, sia dei servizi fruiti dalla sua clientela; la partecipazione congiunta a progetti di ricerca; la condivisione di studi e analisi aggregate sui temi della sicurezza informatica; attività di formazione e promozione di iniziative di comunicazione.
Gli obiettivi sono da una parte tutelare la cittadinanza nei confronti delle frodi informatiche e dall’altra sensibilizzarla a un corretto utilizzo dei sistemi di pagamento online. CartaSi metterà a disposizione del Ministero dell’Interno il suo patrimonio di sistemi informatici e di reti telematiche per la gestione dei servizi di home banking e monetica per contrastare un fenomeno in costante crescita, ad opera di gruppi criminali organizzati, anche a livello internazionale, che si avvalgono di metodologie e tecniche sempre più evolute.
CONTENUTI CORRELATI

TSYS, una nuova strategia per crescere in Italia e in Europa

Punta su servizi innovativi a valore aggiunto che aiutano le banche a rispondere alle nuove esigenze dei clienti digitali la strategia di sviluppo del...

Carte e contante: una sfida a tutto campo

Sono tanti i temi interessanti che emergono dall’indagine ABI-Ipsos: crescita costante dei pagamenti digitali, comportamenti, ritrosie ed ottimismi...

Roma capitale dei pagamenti innovativi

Per due giorni, il 5 e il 6 novembre, il mondo dei pagamenti si riunisce a CARTE, la Conference&Expo organizzata dall'ABI per fare il punto sulle...

Frodi carte: il cybercrime si è industrializzato

Diminuiscono gli eventi criminosi che riguardano Atm (-60%) e Pos (-8%) e diminuisce ancora il valore delle transazioni non riconosciute sulle carte....
ALTRI ARTICOLI

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...

 

L'intelligenza artificiale? Rende gli uomini … più umani

Secondo Paul Daugherty, Chief Technology & Innovation Officer di Accenture e uno dei guru mondiali dell'AI, la vera innovazione nasce dalla...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...
Bancaforte TV
Il centro direzionale Green Life di Crédit Agricole a Parma punta su sostenibilità, green e socialità per...