16 Luglio 2018 / 03:15
SMS, come puoi farne a meno?

 
Fintech

SMS, come puoi farne a meno?

di Ildegarda Ferraro - 1 Aprile 2011
Lo scorso Natale gli italiani si sono scambiati 495 milioni di messaggi via cellulare. Gli sms fanno ormai parte della nostra vita e hanno infinite potenzialità
Il collega dall’altra parte del tavolo mi guarda e con un cenno impercettibile mi indica di vedere il portatile. È chiaro che ha qualcosa da dirmi. Pochi istanti e leggo: “Ma tu sai chi è?” Effettivamente è entrato un nuovo partecipante alla riunione che saluta tutti con aria familiare. Ma evidentemente il collega non ricorda chi sia. Due secondi e spedisco la risposta dall’altra parte del tavolo. Un minuto dopo mi arriva un “grazie”.
Gli sms sono un pezzo della nostra vita. Hanno infinite potenzialità. Puoi parlare di fatti privati in occasioni pubbliche e di cose di lavoro mentre segui la recita di tua figlia a scuola. Arrivano quando sei in riunione, al supermercato, in viaggio dall’altra parte del mondo, la domenica sera o alle cinque di mattina del lunedì, in cucina o dal medico. E puoi rispondere subito o no. Puoi fare il punto con il collega seduto dall’altra parte del tavolo mentre è in corso una riunione o chiedere chi è il nuovo arrivato che ti ha salutato molto familiarmente e tu non riesci a ricordare chi sia.
dice che “Il termine sms (acronimo dell'inglese “short message service”, servizio messaggi brevi) è comunemente usato per indicare un breve messaggio di testo inviato da un telefono cellulare a un altro. Il termine corretto sarebbe sm (“short message”), ma ormai è invalso l'uso di indicare il singolo messaggio col nome del servizio”. Dopo questa breve definizione

Nel 1992 il primo sms

Wikipedia mette insieme ben 12 capitoli, che toccano anche la diffusione ed il linguaggio, ma sorvola su chi ha inventato il messaggino. Faccio un giro in rete e scopro che il tema è abbastanza sentito. Secondo alcuni il primo sms sarebbe stato spedito con un "Merry Christmas" il 3 dicembre 1992 in Inghilterra da un ingegnere, Neil Papworth, ad un collega (vedi su repubblica.it ) . Ma la cosa non è così pacifica. Un amico finlandese mi assicura che non è così. Ed effettivamente The Economist Innovation Awards del 2008 è per l’inventore dell’sms Matti Makkonen, un ingegnere finlandese.
Molta acqua è passata sotto i ponti. Si parla ormai costantemente di marketing ed advertising via sms, come pure di notiziari ed anche di campagne elettorali chiuse con i messaggini. E per le feste fanno stato gli auguri seriali spediti a tutta la rubrica telefonica. Tra il 24 e il 26 dicembre gli italiani si sono scambiato 495 milioni si messaggi di auguri. Lo ha stimato Krls Network of Business Ethics per conto dell'Associazione Contribuenti Italiani. Secondo questa indagine “nell'82% dei casi si esagera per mania, inviando auguri anche a persone che si conoscono da poco, nel 65% dei casi, si riciclano gli sms ricevuti, per mancanza di originalità, nel 36% dei casi si inviano o si ringraziano persone sbagliate e nel 10% dei casi si messaggia anche chi condivide il cenone natalizio”.

Il galateo degli sms

Così sul Corriere della Sera il 27 dicembre 2011 è apparso il bel servizio di Maria Luisa Agnese, che consiglia di non rispondere ai messaggi seriali, raccomandando che si “abbassi la suoneria o chiuda il telefono, per evitare, oltre la beffa del messaggio spersolanizzato, anche il danno di un fastidioso risveglio via SMS”.Insomma, gli SMS sono proprio un pezzo della nostra vita.
Di qui anche un galateo dei messaggini (sempre su repubblica.it ) che prova a farsi strada, ma che circola, come tutti i galatei, come pia intenzione.
CONTENUTI CORRELATI

Il migliore anno della nostra vita

Accanto alle tragedie quotidiane cresce la tendenza a riconoscere che il mondo migliora. E invece di mitizzare i bei tempi andati si guarda al futuro...
ALTRI ARTICOLI

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...

 

L'intelligenza artificiale? Rende gli uomini … più umani

Secondo Paul Daugherty, Chief Technology & Innovation Officer di Accenture e uno dei guru mondiali dell'AI, la vera innovazione nasce dalla...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...
Bancaforte TV
Il centro direzionale Green Life di Crédit Agricole a Parma punta su sostenibilità, green e socialità per...