22 Luglio 2018 / 10:44
Stabili gli investimenti verso l’Europa dell’Est

 
Banca

Stabili gli investimenti verso l’Europa dell’Est

di Rosangela Iannicelli - 13 Aprile 2011
Anche nei momenti più acuti della crisi l’industria bancaria ha mantenuto costante il livello delle attività finanziarie destinate all'area orientale del continente. È quanto emerge dal focus “Banche e investimenti sull’Est” dell’ultimo Rapporto di previsione AFO
Nonostante la crisi il complesso delle banche europee, in particolare quelle italiane, ha mantenuto stabile il livello degli investimenti nell’Est Europa. L’analisi della dinamica delle esposizioni del sistema bancario internazionale, infatti, dimostra che anche nel corso delle fase più acuta della crisi - il periodo di rilevazione va da marzo 2007 a giugno 2010 - le banche dell’Europa occidentale hanno mantenuto costante il flusso degli investimenti sui settori bancari dell’Est. Questo il quadro descritto dal Focus sui “Flussi finanziari delle banche europee verso l’Europa dell’Est” del rapporto previsionale AFO-Financial Outlook messo a punto dall’Ufficio Analisi Economiche dell’ABI e delle maggiori banche italiane che basa la sua analisi sulle statistiche della Banca dei Regolamenti Internazionali.

Quota italiana del 3,2%

Considerando l’incidenza delle esposizioni di un determinato paese sul complesso dell’attivo delle banche creditrici, la quota dell’industria bancaria italiana si è attestata tra il 3 e il 3,2% e quella media dell’Area euro ha segnato livelli tra il 2,5 e il 2,7%, rimanendo sostanzialmente stabile nell’arco di tutto il periodo di rilevazione. Un incremento si è registrato per la quota delle banche tedesche e francesi, cresciuta tra marzo 2007 e giugno 2010 di oltre mezzo punto (dall’1% al di sopra l’1,5%).

Due strategie di sviluppo

Le elaborazioni AFO dimostrano che, mantenendo ferme le quotazioni dei Credit Default Swap (Cds) ai valori relativi all’ultimo periodo di rilevazione (giugno 2010) e calcolando per ciascun settore bancario creditore il Cds medio relativo all’Europa dell’Est, le politiche d’investimento adottate dai sistemi bancari europei nell’Est seguono principalmente due diverse strategie di sviluppo:
  • da una parte emerge la tendenza, propria di settori bancari come quello tedesco e francese, a strategie d’investimento meramente finanziarie;
  • dall’altra, si registra un comportamento, in particolare, da parte delle banche europee e dell’Italia, che tende ad adottare un’ottica di più lungo periodo legata allo sviluppo dell’attività e al supporto di strategie produttive.
CONTENUTI CORRELATI

La parola chiave? Equilibrio

Regole, vigilanza e attività bancaria devono bilanciarsi per assicurare che le banche possano continuare a svolgere il loro ruolo nel sistema...

Destinazione Argentina

Missione di sistema delle banche italiane a Buenos Aires, prima iniziativa nel Paese dopo la visita di Renzi. Dal 17 al 19 maggio forum, seminari,...

Tunisia, spazio ai finanziamenti

Oltre 424 milioni di euro stanziati dalle banche per le imprese che scelgono di operare nel paese nordafricano. Nella Missione di sistema ...

ABI 1945-2015: da settanta anni per lo sviluppo e la crescita

A Roma la presentazione del volume “Banche e Banchieri per la ricostruzione. I protagonisti della nuova ABI nel 1945”. Partecipano all'evento:...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Gli effetti dirompenti della direttiva sul settore saranno al centro dell'edizione 2018, insieme ai nuovi...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...