Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Persone

Persone
Invia Stampa
Un'idea di futuro

Un'idea di futuro

A un anno dalla sua costituzione, sono tanti i progetti messi in campo da Prospera - Progetto Speranza: l’associazione creata da manager e professionisti che mettono a disposizione competenze ed esperienze maturate nei diversi settori dell’impresa, della finanza, dell’università e della PA
«Siamo manager e professionisti italiani e desideriamo aiutare il nostro Paese ad avere speranza nel futuro e a crescere». Con queste parole inizia il Manifesto dell’Associazione Prospera-Progetto Speranza, nata nell’estate del 2009. L’idea parte dal desiderio di voler “dare e fare” per la crescita italiana da parte di donne e uomini già fortemente impegnati nella quotidiana gestione delleproprie organizzazioni.
Già nel suo primo anno di attività oltre mille tra manager, imprenditori, docenti e professionisti italiani hanno aderito al Progetto; primo tema all’ordine del giorno, le incertezze delle nuove generazioni e la difficoltà dei giovani a proiettarsi con fiducia verso il loro futuro, che rischia di essere compromesso sia per la profonda crisi dei modelli di sviluppo dell’economia mondiale, sia per il pesante ritardo che stringe l’Italia in termini economici, sociali, culturali ed etici.

L’associazione

«La nostra Associazione», racconta Pier Luigi Curcuruto, ispiratore e Presidente di Prospera e Chief Operating Officer di Intesa Sanpaolo, «nasce sulla convinzione che anche piccoli impegni, se messi a fattor comune, siano un percorso possibile per consegnare un contributo positivo. Direi che è un percorso doveroso se si ha il privilegio di essere classe dirigente del Paese e molto si è avuto dalla vita».
Prospera è composta da 1.037 associati (circa l’80% uomini e 20% donne), presenti in tutte le Regioni italiane (vedi tabella). Ultra snella la sua organizzazione, che si articola in funzione delle singole attività e su base macroterritoriale (Nord Ovest, Lombardia, Nord Est, Emilia Romagna, Toscana, Centro e Sud) ed è coordinata da un Comitato esecutivo con il supporto di un Comitato scientifico.
Naturalmente al passo con i tempi le modalità di dialogo tra i soci. A partire dal Manifesto di adesione, redatto in stile Wiki attraverso il web con il contributo contemporaneo di tutti, e anche gran parte del lavoro si svolge e sviluppa in rete nell’area dedicata ai soci del sito di Prospera.

I settori di intervento

Due le linee di intervento confermate dalla prima Assemblea tenutasi a marzo:
  • Orientamento e Inserimento, con l’obiettivo di incoraggiare e supportare l’orientamento e l’inserimento nei sistemi produttivi di giovani con volontà, passionee talento, in particolare di quelli che vivono in contesti  sociali svantaggiati.
  • Sviluppo e Innovazione, per promuovere e supportare lo sviluppo e l’innovazione delle aziende e degli enti pubblici.
«Ci misuriamo quotidianamente con problemi concreti», prosegue Curcuruto, «e quindi non può che essere una Associazione del fare. Ci siamo subito concentrati per avviare e realizzare attività che offrissero risultati immediatamente tangibili e funzionali all’innovazione del Paese; in questo primo anno abbiamo lavorato su ben 10 iniziative originali, da noi immaginate e promosse in sei grandi città - Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma e Napoli - e in collaborazione con cinque Università e il Caspur-Centro di Super Calcolo.
Ma soprattutto abbiamo coinvolto oltre cento giovani neo laureati che si sono distinti per merito e capacità, costantemente seguiti, aiutati e supportati dall’Associazione attraverso programmi specifici di tutoring e coatching».
Il primo bilancio annuale di Prospera è in effetti rilevante. Le iniziative in atto per l’Orientamento e Inserimento coinvolgono:
  • Politecnico di Torino, con il supporto all’attività dell’incubatore I3P (acceleratore di impresa Piemontese): iniziative a sostegno dell’inserimento nel mondo del lavoro e attuazione di azioni di coaching, in aula e sul campo, per accompagnare la crescita degli studenti.
  • Politecnico di Milano, con il supporto allo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile e specifiche azioni di coaching.
  • Seconda Università degli Studi di Napoli, attraverso il supporto alle attività formative della Facoltà di Economia e attraverso azioni di coaching e testimonianze manageriali.
  • Università di Bologna, per favorire l’entrata degli studenti nel mondo del lavoro e per promuoverel’imprenditorialità giovanile con interventi formativi su quattro temi principali: strategia aziendale, controllo di gestione, business venture e finanziamento start-up.
  • Caspur (Consorzio Interuniversitario per le applicazioni di supercalcolo per università e ricerca), che riveste un ruolo primario nel contesto nazionale delle nuove tecnologie e metodologie.
  • F.Altis-Università Cattolica con la tutorship all’Italian Round della Global Social Venture Competition, in programma per il 28 gennaio 2011. Nella fase finale della manifestazione sarà fornito il supporto ai team per la partecipazione alla fase finale-globale e successivamente consegnati voucher consulenziali ai team finalisti.

Lavori in corso

I progetti sulla linea dello Sviluppo e Innovazione sono ancora più interessanti, e riguardano:
Il Comune di Firenze, con la costituzione di una Delivery Unit a supporto di tre macro aree: Qualità della Vita per l’individuazione di Key Performance Indicator, capaci di indicare sia i livelli di efficienza ed efficacia dei vari uffici del comune fiorentino sia la “qualità della vita” dei suoi abitanti; Info Traffico con l’obiettivo di integrare all’interno di un unico “supervisore” automatico tutte le informazioni, in tempo reale, relative alla mobilità del comune di Firenze, favorendo l’ottimizzazione dei flussi e la riduzione di inquinamento da esso derivato; Mobilità Elettrica, per “elettrificare” il più possibile il traffico locale.
La Fondazione Politecnico Milano e Alintec (Alleanze per l’Innovazione Tecnologica): si tratta di un accordo con il quale Alintec, società che coordina la Rete Incubatori della Città di Milano, collabora con Prospera nel fornire supporto ai nuovi imprenditori.
La Fondazione Istud con il patrocinio e il supporto al programma permanente di ricerca sui giovani, con particolare attenzione allo studio “I giovani e le nuove tecnologie. Quali impatti sul luogo di lavoro”
Ultimo nato è l’accordo con il Comune di Milano con tre rilevanti iniziative. Il Progetto Kpi (Key Performance Indicator), che prevede di definire ed alimentare un sistema di Kpi per i principali servizi erogati ai cittadini. È in corso l’attività di costituzione del team di progetto e l’analisi dello studio Anci che suggerisce come avviare e realizzare le attività di monitoraggio nell’ambito di 5 aree predefinite e nel quale Prospera affiancherà il Comune nelle attività di disegno e realizzazione, la mentorship femminile che prevede di promuovere iniziative finalizzate a valorizzare il talento femminile ai diversi livelli di responsabilità dell’organizzazione dell’ente attraverso lo scambio di esperienze con grandi organizzazioni operanti a Milano, la Promozione PA presso le università, con l’obiettivo di attrarre i migliori talenti che escono dalle università verso carriere professionali all’interno della PA e in particolare nel Comune di Milano.
«Stiamo lavorando a molte altre attività, alcune partiranno già entro la fine dell’anno», conclude il Presidente, «e per aumentare la nostra capacità di intervento negli ormai numerosi e impegnativi progetti dell’Associazione abbiamo da poco lanciato il Gruppo Senior Net, indirizzato in particolare agli associati non più impegnati professionalmente e finalizzata a coinvolgere le loro esperienze, come sempre unendo la passione con il desiderio del fare».
1 Dicembre 2010

Articoli correlati

 

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017