21 Maggio 2019 / 17:38
UniCredit promuove un tavolo tecnico per le rinnovabili
Green Energy

 
Banca

UniCredit promuove un tavolo tecnico per le rinnovabili

di Flavio Padovan - 14 Giugno 2012
Necessario un coordinamento tra istituzioni, operatori e mondo finanziario per sostenere le iniziative dei produttori italiani sui mercati internazionali
UniCredit conferma il suo impegno per la crescita sostenibile e promuoverà al più presto un tavolo tecnico aperto ai player di mercato e agli attori istituzionali e finanziari per la soluzione dei problemi che ancora pesano sul futuro del settore e per favorire le iniziative dei produttori italiani sui mercati esteri.
Vittorio Ogliengo, Head of Investment Banking Italy UniCredit
Lo ha annunciato Vittorio Ogliengo, Head of Investment Banking Italy UniCredit, nel corso della presentazione del Rapporto 2012 realizzato da OIR - UniCredit sull’evoluzione del mercato mondiale delle rinnovabili e sulle strategie dei grandi gruppi europei.
“Vogliamo far leva sull’industria italiana delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica per sviluppare un meccanismo di supporto nei rapporti commerciali tra l’Italia e i Paesi in via di sviluppo”, ha dichiarato Ogliengo, sottolineando il sostegno che il Gruppo offre alle imprese nazionali grazie al network locale nei Paesi Cee/Balcani, alla conoscenza del sistema istituzionale e legislativo e alla presenza di organismi sopranazionali (Ifc e Ebrd) in grado di co-finanziare i progetti a tassi più contenuti.
UniCredit è la prima banca al mondo per i finanziamenti di Ifc e Ebrd e si propone di coordinare un’azione di sistema affinché le imprese non si sentano abbandonate nell’investire oltre confine. In particolare quelle del settore delle rinnovabili che, in Italia, sono in attesa di una stabilizzazione normativa senza la quale appare difficile un futuro industriale sul territorio nazionale. Anche per questo è necessario e urgente che attori istituzionali quali Autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG), Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Ambiente, Cassa Depositi e Prestiti e SACE facciano sistema per agevolare il cammino delle aziende all’estero, soprattutto in questo momento.
Il convegno è stato l’occasione per fare il punto sulle attività del Gruppo a favore della crescita sostenibile. Nel 2011 UniCredit ha aumentato del 30% il portafoglio di finanziamenti impegnati in questo comparto, arrivando a più di 8 miliardi di euro, suddivisi principalmente nei Paesi “core” della banca, quindi Italia (42%) e Germania (27%). Un impegno per l’ambiente che ha portato la banca ad avviare significative iniziative anche a livello interno, come la riduzione delle emissioni di CO2 del Gruppo del 15% a partire dal 2008. In particolare, i nuovi sistemi di raffreddamento installati nel centro elaborazioni dati hanno consentito una riduzione di 1.600 tonnellate di CO2 per anni, pari a 9,5 milioni di lampadine accese per giorno.
Da ricordare, inoltre, le attività svolte tramite Officinae Verdi, l’energy-environment service company costituita insieme a WWF e Solon nel 2008, che offre soluzioni a famiglie, PMI, industrie e PA per sviluppare un nuovo modello energetico sostenibile di generazione distribuita.

Forum Green Energy 2012

Sull’attuale scenario delle energie rinnovabili e le opportunità di crescita dell’industria dell’efficienza energetica in Italia e all’estero si parlerà al Forum Green Energy 2012, l’evento annuale organizzato dall’ABI.
Alla sessione plenaria di apertura analizzeranno il mercato Corrado Passera, ministro dello sviluppo economico, Giuseppe Mussari, Presidente dell’ABI, Guido Bortoni, Presidente Autorità per l'energia elettrica e il gas.
L’appuntamento è a Roma, a Palazzo Altieri, il 19 e 20 giugno. Per il programma clicca qui.
CONTENUTI CORRELATI

Banche e sostenibilità: tra sfide e opportunità

Quali sono le risposte concrete che il settore bancario sta dando sulla sostenibilità ambientale, sociale e di governance? Come si traducono in...

Il finanziamento è verde

Nell’indagine ABI Lab i dati sul green banking 2016: le banche hanno concesso finanziamenti a piccole e grandi imprese a sostegno delle fonti di...

Finanziamenti verdi dal 90% delle banche

Prodotti e servizi “green” tarati sulle esigenze di imprese e famiglie. Nelle strategie delle banche anche la riduzione del proprio impatto...

Car sharing: così l'Italia diventa smart

Dopo il boom di Milano, dove gli abbonati a servizi di auto condivisa sono oltre 100mila, gli sbarchi a Roma, Torino, Napoli e Padova dei principali...
ALTRI ARTICOLI

 
Sicurezza

La digital transformation nella sicurezza fisica

La tecnologia è tra i principali fattori che contribuiscono alla diminuzione delle rapine in banca. Dal sensore di allarme al sensore di situazione,...

 
Sicurezza

Il costo del cyber crime

Quello bancario è il settore più colpito a livello mondiale, con un impatto economico cresciuto dell'11% nel 2018. Lo rivela Andrea Agosti...

 
Sicurezza

Le sfide per i Ciso

Dalla cyber security alla cyber resilienza nell’analisi di Paolo Carcano di Pwc. Al centro il ruolo strategico del responsabile della sicurezza: nel...
Un disclaimer al termine di un filmato garantisce la trasparenza e la correttezza di una pubblicità...
Per le banche fare modern marketing resta fondamentale anche nel nuovo contesto disegnato dal regolamento...