23 Aprile 2019 / 18:49
UniCredit riorganizza la divisione Corporate and Investment Banking

 
Carriere

UniCredit riorganizza la divisione Corporate and Investment Banking

6 Aprile 2013
Claudio Camozzo e Ernst Ohmayer nominati Co-Head di Global Transaction Banking (GTB). Tortorici co-responsabile CFA. A Vittorio Ogliengo la supervisione delle attività CIB in America, Asia, Medio Oriente e Nord Africa
Con l'obiettivo di rafforzare l'offerta della divisione Corporate and Investment Banking (CIB), UniCredit ha avviato modifiche organizzative e ridisegnato incarichi e responsabilità. Questi i cambiamenti annunciati:
Claudio Camozzo e Ernst Ohmayer sono stati nominati Co-Head di Global Transaction Banking (GTB) ed entrano a far parte del Comitato Esecutivo di CIB.
Angelo Rizzuti è stato nominato Deputy Head di GTB.
Andreas Mayer e Richard Burton sono stati nominati Co-Head di Global Financing and Advisory (F&A) ed entreranno a far parte del Comitato Esecutivo di CIB.
Olivier Khayat , nel suo ruolo di Deputy Head di CIB, manterrà la supervisione completa sulle attività globali di GTB e di F&A.
Vittorio Ogliengo , in aggiunta al suo ruolo di responsabile delle attività CIB in Italia, sarà incaricato della supervisione sulle attività di CIB in America, Asia, Medio Oriente e Nord Africa (MENA).
Vincenzo Tortorici , entra in UniCredit con il ruolo di co-responsabile per le attività di Corporate Finance Advisory (CFA), insieme a Piero Munari.
La business line Structured Trade e Export Finance (STEF) viene spostata da GTB a Global F&A e sarà guidata da Axel-Peter Ohse . Franz Zahn subentrerà ad Axel-Peter come responsabile di GTB Germania.
Le attività di Project & Commodity Finance, che fanno parte di Global F&A, vengono divise in due linee di business specializzate: Infrastructure & Power Project Finance guidata da Massimo Pecorari , e Natural Resources guidata da Christoph Fischer .
“Questi cambiamenti – commenta Olivier Khayat , Deputy Head di CIB - rafforzano ulteriormente la nostra offerta verso i clienti e ci permettono di rispondere ancora meglio alle loro esigenze finanziarie. Le nuove responsabilità consentono al management team di focalizzarsi ancora di più su come servire al meglio la nostra clientela. Le nomine annunciate oggi contribuiranno attivamente ai nostri successi nei mercati in cui operiamo”.
Le modifiche entreranno in vigore dal 1° maggio 2013.
CONTENUTI CORRELATI

Il cliente più difficile? È quello interno

La guerra per i talenti rende più complesso lo scenario per i responsabili HR. Che però oggi possono avere il supporto di soluzioni basate...

Digital skills: le banche chiedono formazione

Si chiamano "talenti digitali" e possono traghettare un'azienda attraverso la rivoluzione digitale. Una ricerca di Capgemini e Linkedin li ha misurati...

Cosa farò da grande

Quali saranno i mestieri del futuro e su che cosa investire per i propri figli e per se stessi resta all’attenzione di tutti. Perché sappiamo...

Risorse umane, gestire il cambiamento con l’employability

Le banche dedicano sempre più attenzione alla gestione del percorso professionale interno del personale e alla riqualificazione delle competenze...
ALTRI ARTICOLI

 
Sicurezza

Dalle dita al volto, così la biometria protegge chi siamo

Iride, retina, palmo, volto, vene, orecchio, voce, andatura. E ovviamente impronte delle dita. I sistemi biometrici sempre più protagonisti della...

 
Banca

La sostenibile scalabilità della blockchain

La capacità di adeguarsi a un volume diverso di operatività è costantemente all’attenzione di chi si occupa di blockchain. Certo, dove c’è una...

 
Fintech

Open Banking, tra collaborazione e concorrenza

Le novità della Psd2 e i nuovi servizi di pagamento con le Api (Application Programming Interface), analizzati da Gianluca Finistauri di Nexi. Come...
È la semplicità declinata nella relazione con il cliente il tema al centro della seconda edizione di...
Sono Assess, Change, Innovate le parole chiave alla base del nuovo approccio al cambiamento di Credem. Ne...