Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Banca

Banca
Invia Stampa
Valutazioni immobiliari, le nuove sfide del risk management
Opinioni

Valutazioni immobiliari, le nuove sfide del risk management

Le indicazioni di Banca d'Italia e ABI punto di svolta per la solidità del mercato del credito ipotecario. Necessarie valutazioni omogenee, trasparenti e affidabili dei collateral immobiliari per una prudente gestione del rischio
Stefano Magnolfi Direttore Real Estate Services di CRIF
A luglio 2013 la Banca d’Italia ha diffuso i risultati della sua analisi dei prestiti deteriorati dei principali 20 gruppi bancari italiani, mettendo in luce le attuali politiche di valutazione delle garanzie immobiliari ed i sistemi di monitoraggio dei valori degli asset in portafoglio. I risultati dimostrano che, nonostante il settore abbia fatto notevoli passi avanti verso una valutazione più oggettiva e trasparente dei collateral immobiliari, l’attività di valutazione immobiliare non è ancora percepita come uno strumento di gestione del rischio.
L’analisi dimostra l’attenzione dell’ente di vigilanza ai principi e alle metodologie di valutazione immobiliare utilizzate dalle banche e soprattutto al ruolo centrale del risk management e del internal audit nella validazione di questa attività e rappresenta una forte conferma di come la valutazione immobiliare sia uno strumento di risk management vitale per la solidità del mercato del credito ipotecario. Già dal 2006 la Banca d’Italia, con la Circolare 263, aveva introdotto alcuni principi di alto livello per rafforzare l’affidabilità e la trasparenza delle valutazioni degli asset immobiliari sottostanti i crediti ipotecari e il monitoraggio periodico dei loro valori. Più recentemente, a fine 2010, l’ABI ha pubblicato le “Linee Guida per la Valutazione degli Immobili in Garanzia delle Esposizioni Creditizie”, per fornire al settore una serie di criteri di omogeneità, con riferimento specifico agli indicatori di superficie e di volume, alle metodologie di valutazione adottate, al concetto stesso di valore ed il livello di professionalità dei periti incaricati della valutazione.
Il lavoro dell’Associazione Bancaria Italiana è un’importante opera di moral suasion del settore che favorisce il lavoro del risk manager nella ponderazione del rischio dei crediti garantiti da immobili e rappresenta un punto di svolta per l’intera filiera dei mutui ipotecari. Sia il risk manager, sia l’internal auditor dovrebbero prendere familiarità con le linee guida e verificarne l’effettiva implementazione in banca, eseguendo un vero e proprio audit interno (o esterno, se la banca si affida a società di valutazione immobiliare) per poter dare il loro necessario vaglio, così come richiesto da Banca d’Italia.
Consapevoli che diverse sfide ancora rimangono da superare nel percorso verso la piena trasparenza delle valutazioni immobiliari, i requisiti di Basilea, la Circolare 263 della Banca d’Italia, le Linee Guida ABI, la certificazione accreditata ISO 17024 dei valutatori d’immobili, gli standard internazionali di valutazione sono tutti fattori che contribuiscono alla prudente gestione del rischio di credito immobiliare. Spetta ora a tutti gli operatori di filiera il compito di osservare le regole del ‘codice della strada’, non solo per evitare la multa ma per garantire la giusta ‘viabilità’ di un mercato che necessita seriamente di ripartire.
17 Gennaio 2014

 

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017