21 Settembre 2018 / 04:19
 

 
Fintech

Ottimizzazione back office

  09 maggio 2018
Creval rinnova il back office, con il contributo di Irion: più efficienza nei processi combinando la tecnologia Robotic Process Automation con l’Enterprise Data Management

 

Accordo tra il Credito Valtellinese e la software house torinese Irion per il back office della banca. Irion contribuirà, attraverso la piattaforma di Enterprise Data Management, ad efficientare parte dei processi di back office, basati sulla nuova tecnologia Rpa (Robotic Process Automation): i dati utilizzati dalle diverse componenti vengono così orchestrati e certificati, mitigando i potenziali rischi connessi all’automatizzazione.

La combinazione delle due tecnologie consente di garantire i vantaggi della Rpa – come il minore impegno del personale in attività ripetitive e quindi reimpiego in attività a maggior valore aggiunto, l’incremento di velocità e precisione a beneficio della qualità del servizio al cliente – e di superare al contempo alcune criticità: un bot interagisce con applicazioni software che nel tempo potrebbero essere modificate; i percorsi di interazione con un’applicazione possono presentare casistiche particolari ed eccezioni; spesso non basta robotizzare l’interazione con una applicazione, ma è necessario reperire informazioni, applicare regole, valutare condizioni, orchestrare una serie di task.

“Con l’applicazione pratica della Rpa, ci siamo resi conto che questi tool vanno inseriti in un’architettura complessiva di process automation, con funzionalità di data management e workflow management realizzate con strumenti che le gestiscono nativamente. Scegliere Irion, che già conoscevamo e apprezzavamo, è stata una naturale conseguenza”, ha dichiarato Umberto Colli, Chief Operating Officer di Creval.

Tra le funzioni già automatizzate da Creval ci sono i processi di aggiornamento cedole e di gestione delle carte emesse dalla banca. Questi ultimi riguardano gli interventi di blocco, sblocco, revoca di carte di credito, bancomat, Viacard e Telepass.

“Creval è nostro cliente da tempo e il fatto che abbia confermato la sua fiducia in noi, scegliendoci come supporto anche in ambito Rpa ci dà prova dell’efficacia della nostra piattaforma e del lavoro svolto dai nostri professionisti”, ha commentato Alberto Scavino, CEO di Irion.

 

La regolamentazione delle attività fintech è oggi frammentata e, con riferimento ai fenomeni più nuovi, anche...
Romano Stasi di ABI Lab parla della nuova iniziativa per favorire il dialogo tra banche e start-up...