18 Gennaio 2019 / 22:58
 
MastercardConnected Consumer 1

 
Pagamenti

Acquisti via smartphone, italiani primi in Europa

di Flavio Padovan - 10 gennaio 2019
Secondo la ricerca Connected Consumer di Mastercard, condotta da GFK Eurisko, in Italia il 47% delle persone preferisce il telefonino come strumento per i propri acquisti quotidiani, contro il 33% della media europea

Smartphone mon amour. L'attaccamento degli italiani al telefonino non tende ad allentarsi. Anzi, col passare del tempo questo legame sta diventando sempre più intenso e quotidiano, tanto da spingerli a superare consolidate barriere culturali, come quelle relative all'uso dei pagamenti digitali e degli acquisti sul web. È quanto emerge dalla ricerca Connected Consumer di Mastercard, condotta da GFK Eurisko secondo la quale gli italiani si dimostrano tra i più propensi ad usare lo smartphone per i propri acquisti: quasi la metà (47%) preferisce lo smartphone come strumento per i propri acquisti quotidiani superando le media dei cittadini europei (il cui dato si ferma al 33%). 

 

Analizzando le modalità di utilizzo dei device, il 38% degli italiani – 33% degli europei - lo usa per acquistare beni di consumo, tra cui biglietti e servizi, vivendo la propria quotidianità in modo sempre più smart. Inoltre, quasi la metà degli italiani (47%) ritiene i pagamenti via mobile siano la soluzione più semplice, con una media europea del 31%. Ben più della metà (53%) la ritiene la soluzione più veloce (vs. 35% per l’Europa) e la sfrutta anche per ottimizzare le proprie spese, cercando la migliore offerta (51% dato italiano e 39% dato europeo).

 

Secondo la ricerca, i pagamenti via mobile avranno, nei prossimi anni, il maggiore impatto sulla nostra quotidianità. Il 60% degli italiani li consideri come la soluzione che influenzerà in modo significativo la loro esperienza e-commerce, seguiti da tecnologie per la smart home (41%) e i wearable device (30%). Il dato italiano è pressoché allineato con quello europeo sull’uso dello smartphone per effettuare transazioni bancarie, pagamenti di bollette, trasferimenti di denaro: a livello continentale si arriva al 29%, a livello nazionale al 28%. Infine, il 14% (dato Italia) sceglie di finalizzare un pagamento nel negozio fisico via mobile (11% Europa).

 

“I dati che emergono dalla nostra ricerca ci offrono una fotografia chiara del consumatore connesso italiano nel 2018: propenso alle innovazioni e soddisfatto delle nuove user experience per quotidianità e tempo libero” afferma Michele Centemero, Country Manager Mastercard Italia “I dati della ricerca Connected Consumer che presentiamo confermano un trend molto positivo, testimonianza di come lo sviluppo di soluzioni innovative sia ben accettate nel nostro Paese, perché rendono più smart la vita dei consumatori, non solo nei pagamenti ma anche nel modo di usufruire dei trasporti e dei servizi, nelle aree metropolitane”.

In primo piano
Inizia con una grande novità il 2019 di Pitagora: il lancio di TidoCredito.com, nuovo marchio dedicato alla...
Costruire un ecosistema italiano del digitale, etico e sostenibile. E, contemporaneamente, creare un contesto...