20 Febbraio 2019 / 15:06
 
index66

 
Carriere

Depobank, Viola Ad e Tadini Presidente

  14 gennaio 2019
Cambio di ruoli al vertice del polo italiano nei securities services e nei servizi di pagamento bancari, nato lo scorso luglio dall’eredità del Gruppo Nexi: Fabrizio Viola, già Presidente, è diventato Ad; mentre Paolo Tadini, finora Ad e Dg, è stato

Dal 10 gennaio, Depobank - Banca Depositaria Italiana, nata il 1° luglio 2018 ereditando le attività bancarie del Gruppo Nexi, ha modificato le responsabilità di vertice: Fabrizio Viola, già Presidente, è diventato Ad mentre Paolo Tadini, finora Amministratore delegato e Dg, è stato nominato Presidente.

La nuova governance punterà a rafforzare leadership nei mercati di riferimento e allargare il perimetro delle attività, in linea con un nuovo business plan, in fase di completamento. Un piano che ha l’obiettivo di cogliere le opportunità determinate dai cambiamenti dello scenario competitivo e dalle recenti e imminenti modifiche del quadro normativo, e che guarda a nuovi segmenti di clientela oltreché al settore delle Pmi.

Depobank, il polo italiano nei securities services e nei servizi di pagamento bancari, fornisce soluzioni e servizi a 400 clienti fra banche, Sgr, fondi pensione, PA, Corporate e Prestatori di Servizi di Pagamento. Nel 2018 ha svolto il ruolo di banca depositaria per oltre 60 miliardi di masse gestite e ha intermediato 600 milioni di operazioni di incasso e pagamento.

È controllata all'89,55% da Equinova Uk, controllata da Bain Capital, Advent e Clessidra. Inoltre 10 banche hanno mantenuto piccole quote: Banco Bpm il 2,5%, Creval e Popolare Sondrio il 2%, Bper l'1,5%, Ubi l'1%, Civibank 0,7%, Iccrea Banca 0,5%, Banca Sella Holding 0,2%, oltre a quote minime per Popolare del Frusinate e Popolare Vesuviana.

In primo piano
A differenza di quello che accade nell'area dell'euro, in Italia il funding delle imprese è ancora largamente...
L'open banking è stato al centro di numerose sessione del Salone dei Pagamenti 2018. Sara Marcozzi, Senior...