20 Febbraio 2019 / 14:03
 
hom 16

 
Pagamenti

Pagamenti, l'intelligenza artificiale al servizio della sicurezza

di Flavio Padovan - 02 gennaio 2019
Paola Trecarichi,VP di HiPay Italia, spiega come utilizzando queste tecnologie si riesca non solo a ridurre le frodi nelle transazioni online, ma anche a migliorare la user experience e il commercial rate

La sicurezza è stata uno dei temi in primo piano al Salone dei Pagamenti 2019. Una priorità per l'intera economia, non solo per il mondo bancario e finanziario. Tra le soluzioni più innovative presentate nella tre giorni dell'evento promosso dall'Abi, c'è quella di HiPay, che utilizza l'intelligenza artificiale come strumento per prevenire e gestire le frodi nei pagamenti online. Ne abbiamo parlato con Paola Trecarichi, Vice President di HiPay Italia, e tra le poche manager under 40 nello scenario italiano del fintech.

 

Perché avete scelto di puntare sull'intelligenza artificiale?

“Perché è estremamente utile ai merchant per innalzare i livelli di sicurezza senza appesantire la user experience del cliente. Aggiungendo il layer di intelligenza artificiale "Smart Decision" alla nostra soluzione HiPay Sentinel riusciamo non solo ad analizzare 80 tipologie diverse di dati sui pagamenti oltre a quelle dell'esercente, ma a farlo anche in modo automatico. Utilizzando tecnologie di Machine Learning per apprendere e confrontare i vari dati delle transazioni, il nostro tool arriva a decidere automaticamente e in tempo reale se bloccare o meno una transazione perché a rischio frode”.

 

Qual è la risposta dei clienti al vostro tool antifrode?

“Molto positiva. E non solo per la riduzione delle frodi, ma anche per i ritorni che riescono ad ottenere in termini di commercial rate grazie alla possibilità di modulare il 3D Secure. Questo è uno strumento sicuramente molto utile, ma rappresenta uno step aggiuntivo e per questo pericoloso perché al momento del check out si perdono molte vendite. In caso di clienti già conosciuti, con uno storico di acquisti consolidato, che comprano dall'Italia con carta italiana, il 3D Secure rischia di avere un impatto importante sulla facilità del processo di pagamento, senza offrire un significativo vantaggio in temini di sicurezza”.

 

 

 

In primo piano
A differenza di quello che accade nell'area dell'euro, in Italia il funding delle imprese è ancora largamente...
L'open banking è stato al centro di numerose sessione del Salone dei Pagamenti 2018. Sara Marcozzi, Senior...