20 Febbraio 2019 / 14:29
 
Carmine di Sibio ey 620x3

 
Carriere

Un italiano a capo di EY

di Flavio Padovan - 19 gennaio 2019
Carmine Di Sibio è stato eletto global chairman e Ceo

Dal prossimo primo luglio EY, una delle quattro società di revisione contabile, fiscalità e consulenza più grandi al mondo, sarà guidata da un manager italiano. Carmine Di Sibio, dal 2013 Global Managing Partner - Client Service di EY, è stato nominato global chairman e Ceo. Succederà all’attuale presidente e Ceo Mark Weinberger e sarà per quattro anni al vertice di una società da 35 miliardi di dollari di ricavi, operante in più di 150 paesi del mondo, con oltre 260 mila dipendenti.

 

Di Sibio, 55 anni, è nato a Frigento, in provincia di Avellino, e si è trasferito da bambino con la famiglia negli Stati Uniti. È entrato in Ey nel 1985 e, nell'ambito delle linee di servizio Advisory e Assurance, è stato Partner responsabile di molte delle maggiori istituzioni finanziarie. In precedenza ha ricoperto la carica di presidente dell'Ey Global Financial Services Markets Executive ed è stato Regional Managing Partner del settore dei servizi finanziari nell'area America. Di Sibio ha svolto un ruolo fondamentale - spiega l'azienda in un comunicato - nel processo d'innovazione di Ey, inclusa la gestione degli investimenti in nuove tecnologie per un importo totale di 1 miliardo di dollari.

In primo piano
A differenza di quello che accade nell'area dell'euro, in Italia il funding delle imprese è ancora largamente...
L'open banking è stato al centro di numerose sessione del Salone dei Pagamenti 2018. Sara Marcozzi, Senior...