21 Marzo 2019 / 06:31
 
Schermata 2019 03 05 alle 15.42.51

 
Fintech

Al via il Fondo nazionale innovazione

di Flavio Padovan - 05 marzo 2019
Un miliardo di euro in 3 anni per sostenere investimenti in startup, scaleup e Pmi innovative. A Cassa Depositi e Prestiti la gestione dei finanziamenti

Risorse per circa un miliardo di euro in 3 anni per iniziare a trasformare l'Italia in una smart nation. Questo l'obiettivo del Fondo Nazionale Innovazione (FNI) presentato dal Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro Luigi Di Maio.

 

Il Fondo sarà gestito dalla Cassa Depositi e Prestiti, attraverso una cabina di regia che ha l’obiettivo di riunire e moltiplicare risorse pubbliche e private dedicate al tema strategico dell’innovazione.

 

Nei settori strategici per la crescita e competitività del Paese:
Deep Tech, come AI, Blockchain, New Materials, Space, Healthcare, EcoIndustries, AgriTech/Foodtech, Mobility, Fintech,
Design/Made in Italy, Social Impact.

Lo strumento operativo di intervento del Fondo Nazionale è il Venture Capital, ovvero investimenti diretti e indiretti in minoranze qualificate nel capitale di imprese innovative con Fondi generalisti, verticali o Fondi di Fondi, a supporto di startup, scaleup e PMI innovative. Questo – spiega il Mise in una nota – anche “per difendere l’interesse nazionale contrastando la costante cessione e dispersione di talenti, proprietà intellettuale e altri asset strategici che nella migliore delle ipotesi vengono “svendute” all’estero con una perdita secca per il sistema Paese”.

 

Le risorse saranno destinate verso settori giudicati strategici per la crescita e competitività del Paese, quali AI, blockchain, new materials, space, healthcare, ecoindustries, agriTech/foodtech, mobility, fintech, design/made in Italy, social impact.

 

Tecnicamente FNI è un soggetto (SGR) multifondo che opera in una logica di mercato e di lungo periodo. Gli investimenti sono effettuati dai singoli Fondi del FNI in modo selettivo, in conformità con le migliori pratiche del settore, in funzione della capacità di generare impatto e valore sia per l’investimento sia per l’economia nazionale.

 

“La casa del Venture Capital sarà a Roma e seguirà tutte le fasi di sviluppo delle startup”, ha detto l'amministratore delegato di Cdp, Fabrizio Palermo, intervenendo alla presentazione del Fondo nazionale innovazione. “Cdp – ha spiegato - metterà a disposizione delle startup maggiori risorse, un vasto network di aziende e la propria rete territoriale per tradurre l'innovazione in nuova imprenditorialità. L'obiettivo - conclude – è contribuire alla crescita del Paese e sostenere l'occupazione”.

In primo piano
Le fintech hanno bisogno delle banche per sviluppare il proprio business. Lo sottolinea in questa intervista...
Tra i player innovativi e le grandi imprese è più vantaggioso instaurare una relazione collaborativa...