20 Giugno 2019 / 23:12
 
Progetto senza titolo 2019 03 21T113527.025

 
Scenari

L’impresa sostenibile nasce sui banchi di scuola

di Paola Fabi - 21 marzo 2019
Parte da Catania la sfida degli studenti siciliani che aderiscono a "Che impresa ragazzi!", programma per l’educazione finanziaria e lo sviluppo delle competenze imprenditoriali promosso dalla Feduf

Talento per gli affari, capacità di sviluppare un’impresa non solo di successo ma anche utile al territorio e con un forte impatto sociale e attenta allo sviluppo sostenibile.

Sono questi i requisiti fondamentali per accedere alla finale nazionale del concorso “Che Impresa ragazzi!” promosso dalla Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio (FEduF), costituita dall’ABI, per premiare il miglior Business Plan tra i progetti elaborati dagli studenti siciliani che hanno partecipato al percorso di alternanza scuola-lavoro promosso in collaborazione con il Credito Siciliano, rete commerciale CREVAL, e Global Thinking Foundation.

Un’iniziativa  rientra  nell’ambito del Protocollo di collaborazione tra l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia e la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, sottoscritto lo scorso autunno con l’obiettivo dell’alfabetizzazione economico finanziaria. 

Il percorso “Che Impresa ragazzi!” offre due incontri in plenaria con gli esperti di educazione finanziaria (martedì 19 marzo e venerdì 12 aprile) e circa 28 ore complessive di attività per sviluppare le potenzialità auto-imprenditoriali dei ragazzi, insegnando loro come trasformare un’idea creativa in un business plan efficace e sostenibile sia dal punto di vista economico sia dal quello ambientale.

L’obiettivo è chiaro: avvicinare i ragazzi all’esperienza del lavoro imprenditoriale valorizzando  il loro capitale umano e sviluppando le capacità di analisi, progettazione e lavoro di gruppo attraverso una metodologia di lavoro rigorosa e completa. Il progetto però deve avere un’attenzione particolare alla sostenibilità e rispondere a uno o più dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite

L’iniziativa si concluderà il 23 maggio presso la Camera di Commercio, con la cerimonia di selezione dei progetti in gara e la premiazione del vincitore che verrà invitato a Roma per partecipare alla finale nazionale prevista per il mese di ottobre.

La Giuria che valuterà i progetti realizzati dagli studenti, sarà coordinata da Claudia Segre, Presidente di Global Thinking Foundation e composta da esperti del mondo bancario, delle istituzioni locali, della stampa e del mondo accademico.

 

In primo piano
Dal 21 al 26 giugno Milano sarà la capitale europea della tecnologia grazie all'IBM Think Summit. Sei giornate...
Il direttore generale dell’ABI anticipa i temi al centro del dibattito del 25 e 26 giugno a Roma a...