21 Marzo 2019 / 06:26
 
Cattura6

 
Pagamenti

Nuovo traguardo per Swift gpi

di Flavio Padovan - 06 marzo 2019
A due anni dal lancio superati i 40 trilioni di dollari di transazioni cross-border

Non si ferma la crescita di Swift gpi (global payment innovation). Il servizio per i pagamenti internazionali ha superato nel 2018, a soli due anni dal lancio, i 40 trilioni di dollari.

 

La rapida adozione di Swift gpi ha visto crescere la quota di transazioni cross-border all’interno del servizio dal 15%, valore registrato all’inizio del 2018, al 56% registrato alla fine dell’anno, per una crescita annua pari al 270%.

 

Attualmente sono oltre 3.500 le banche, che rappresentano l’85% del traffico totale dei pagamenti Swift, impegnate nell’implementazione del servizio gpi.

 

“Swift gpi ha mantenuto la promessa di pagamenti più trasparenti e facilmente tracciabili, evidenziando come la collaborazione tra le banche e operatori di mercato possa creare velocemente innovazione”, ha dichiarato Emma Loftus, Head of Global Payments J.P. Morgan’s Treasury Services. “Con il 76% dei nostri pagamenti trasferiti con il servizio gpi – ha aggiunto - stiamo riscontrando numerosi benefici nel rispondere alle richieste dei nostri clienti. Processi che in passato richiedevano giorni, adesso avvengono nel giro di pochi secondi”.

 

Quotidianamente Swift gpi trasferisce più di 300 miliardi di dollari al giorno in 148 valute diverse su oltre 1.100 corridoi. E il 40% dei pagamenti Swift gpi è accreditato in media ai beneficiari finali entro 5 minuti, la metà entro 30 minuti, il 75% entro sei ore e quasi il 100% entro 24 ore.

 

Il successo registrato ha spinto Swift ad accelerare lo sviluppo di una serie di funzionalità aggiuntive e l'integrazione gpi con una vasta gamma di applicazioni. Ad esempio, il lancio di un servizio integrato e interattivo basato su API che facilita l'interazione dinamica bank-to-bank in tempo reale per migliorare la prevedibilità e l'efficienza dei pagamenti internazionali sarà affiancato anche da un servizio di indagine e riconciliazione post-pagamento.

 

Inoltre Swift sta per rendere disponibile un gateway per abilitare l'e-commerce e le piattaforme di trading a collegarsi direttamente a gpi. Il portale collegherà numerose piattaforme di trade con gli aderenti al servizio, consentendo così l’iniziazione del pagamento, il tracciamento end-to-end, l'autenticazione dell’ordinante e la conferma di accredito direttamente da una moltitudine di piattaforme.

 

“Superato, ormai, l'importantissimo traguardo di oltre il 50% dei pagamenti internazionali gestiti tramite il servizio gpi – ha commentato Gottfried Leibbrandt, CEO di Swit - ora possiamo muoverci velocemente nel realizzare la nostra ambizione di garantire universalmente pagamenti internazionali in tempo reale, addirittura istantanei. Incorporando la tecnologia API, sperimentando la tecnologia DLT e nuove tecnologie come l'analisi predittiva, continueremo a fornire nuove funzionalità e applicazioni garantendo che l'esperienza dei pagamenti internazionali diventi presto simile a quella dei pagamenti nazionali”.

In primo piano
Le fintech hanno bisogno delle banche per sviluppare il proprio business. Lo sottolinea in questa intervista...
Tra i player innovativi e le grandi imprese è più vantaggioso instaurare una relazione collaborativa...