26 Maggio 2019 / 18:56
 
Immagine art12

 
Pagamenti

Pagamenti sempre più “indossabili” con Nexi e Fitbit Pay

di Giovanni Lefosse - 18 aprile 2019
4,5 milioni di clienti di più di 100 banche possono attivare la propria carta Nexi su Fitbit Pay e fare acquisti in negozio tramite wearable

Nexi rende disponibile Fitbit Pay per i clienti di oltre 100 banche italiane. Da oggi, oltre 4,5 milioni di carte Nexi saranno abilitate al sistema di pagamento contactless di Fitbit che consente di effettuare acquisti in negozio tramite gli smartwatch e i tracker compatibili con il servizio.

 

Fitbit Pay consente di pagare la spesa in tutti i negozi dotati di un Pos contactless, più del 75% degli esercizi commerciali in Italia, premendo il pulsante del proprio wearable Fitbit abilitato e digitando il Pin. Basterà poi avvicinare il wearable al Pos per pagare.

 

Per attivare il servizio, invece, si dovrà accedere all’app Fitbit Pay, selezionare l’opzione Wallet Fitbit, impostare Pin e abbinare la carta Nexi (di credito, di debito internazionale o prepagata) emessa da una delle banche aderenti. Da quel momento è possibile effettuare acquisti tramite uno dei modelli di smartwatch Fitbit compatibili: Ionic, Versa, Charge 3 Special Edition.

 

In termini di sicurezza, non vengono memorizzati i dati della carta fisica sul dispositivo e, in fase di pagamento, viene utilizzato il codice che identifica la carta virtualizzata e non quella reale. Inoltre, ogni volta che ci si toglie l’orologio dal polso o dopo 24 ore dal precedente inserimento, viene richiesto di immettere nuovamente il Pin.

 

“I clienti delle nostre Banche partner hanno oggi un altro servizio di pagamento comodo, veloce, e sicuro messo a disposizione da Nexi – afferma Andrea Mencarini, Cards & Digital Payments Director di Nexi – L’accordo con Fitbit è coerente con la nostra mission di PayTech delle banche che garantisce agli istituti di credito soluzioni di pagamento innovative”.

 

In primo piano
Un disclaimer al termine di un filmato garantisce la trasparenza e la correttezza di una pubblicità...
Per le banche fare modern marketing resta fondamentale anche nel nuovo contesto disegnato dal regolamento...