17 Luglio 2019 / 00:54
 
Cdp, finanziamenti per le aziende italiane in Cina

 
Credito

Cdp, finanziamenti per le aziende italiane in Cina

di Flavio Padovan - 25 Marzo 2019
Firmato un accordo di collaborazione strategico con Bank of China che prevede l'emissione di un "Panda bond" e un programma di co-finaziamenti
Cambio di passo nei rapporti tra Italia e Cina. I 29 accordi firmati a Roma dal presidente Xi Jinping aprono nuove prospettive di sviluppo delle imprese italiane in Oriente. Tra i risultati più significativi, l'avvio di una collaborazione strategica tra Cassa depositi e prestiti (CDP) e Bank of China per supportare la crescita delle aziende italiane nel mercato cinese.
 
L'accordo – che fa seguito al protocollo d'intesa sottoscritto dalle parti il 28 agosto scorso – è stato siglato dall'amministratore delegato di CDP Fabrizio Palermo e dal chairman di Bank of China Chen Siqing, ed è finalizzato a supportare la cooperazione tra le due istituzioni per reperire risorse finanziarie dedicata alla crescita della presenza delle imprese italiane in Cina. Due i punti chiave: la realizzazione di un Piano di emissioni obbligazionarie in valuta cinese, "Panda Bond", e la strutturazione di un programma di co-finanziamento per intensificare le relazioni economiche 
 
 
"Panda Bond" da 5 miliardi di renminbi
L'Italia sarà il primo Paese del gruppo del G7 a emettere sul mercato obbligazionario cinese. È stato infatti avviato l'iter autorizzativo da parte di People's Bank of China per l'emissione da parte di CDP di titoli obbligazionari - i cd Panda Bond- per un valore di 5 miliardi di renminbi (oltre 650 milioni di euro) destinati ad investitori istituzionali operanti in Cina. I proventi derivanti dalle emissioni verranno utilizzati per finanziare - direttamente o indirettamente - succursali o controllate di aziende italiane con sede in Cina e quindi supportarne la crescita. La liquidità raccolta sarà veicolata alle imprese sia attraverso le banche italiane presenti in Cina, sia attraverso le banche cinesi.
 
 
Accordo per il co-finanziamento di imprese italiane
Cassa depositi e prestiti e Bank of China hanno stabilito di voler collaborare alla definizione di un programma di supporto finanziario volto alle imprese italiane in Cina. Il programma – del valore di 4 miliardi di renminbi (più di 526 milioni di euro) - sarà strutturato su un orizzonte di medio-lungo termine e sulla base di un controllo del rischio di ogni singola operazione di co-finanziamento da parte di BOC e di CDP.
 
L'accordo prevede che CDP e Bank of Chine possano individuare ulteriori potenziali opportunità di cooperazione in determinati prodotti e settori in cui operano le imprese italiane in Cina quali export, corporate finance e infrastrutture.
In primo piano
Per Cristiano Zazzara di S&P la gestione di attività di intermediazione creditizia da parte di operatori non...
Per Giuseppe Lusignani, Vice Presidente Prometeia, le banche italiane stanno lavorando molto per recuperare...