26 Agosto 2019 / 11:26
 
Cedacri si rafforza nel Reg-Tech con Oasi

 
Banca

Cedacri si rafforza nel Reg-Tech con Oasi

di Flavio Padovan - 23 Gennaio 2019
Acquisito da Nexi il 100% della società specializzata in soluzioni antiriciclaggio e segnalazioni di vigilanza. Oltre 150 milioni il valore dell'operazione
Alla fina a spuntarla è stata Cedacri. Dopo una lunga trattativa a cui hanno partecipati diversi operatori italiani, Nexi ha ceduto la sua controllata Oasi operante nel campo della compliance bancaria al gruppo di Collecchio guidato dal neo amministratore delegato Corrado Sciolla, in carica dallo scorso ottobre.
 
Un buon colpo per Cedacri che, conquistando la società leader in Italia nelle soluzioni informatiche integrate per antiriciclaggio e segnalazioni di vigilanza, rafforza la sua posizione nel mercato nazionale del software per banche, assicurazioni e altre istituzioni finanziarie.
 
"Sono sicuro che l'acquisizione di Oasi consentirà a Cedacri di consolidare, attraverso OASI, la leadership nel mercato Reg-Tech e di perseguire al meglio ulteriori ambiziose opportunità di crescita", ha commentato Sciolla.
 
Entrando più nel dettaglio, l'integrazione di Oasi permette a Cedacri di consolidare asset e competenze strategiche nelle aree delle segnalazioni di vigilanza e dell'antiriciclaggio, di offrire all'ampio portafoglio di clienti di Oasi le proprie soluzioni informatiche e i propri servizi ad alto valore aggiunto, e di ottenere interessanti sinergie industriali.
 
L'accordo prevede che la vendita avvenga a un corrispettivo basato su un Enterprise Value di 151 milioni di euro, ammontare soggetto al momento del closing, previsto entro febbraio, ad eventuali aggiustamenti derivanti anche dalla posizione finanziaria netta della società.
 
L'operazione sarà finanziata da Cedacri – nel cui capitale è recentemente entrata con il 27% delle azioni FSI a fianco dei tradizionali soci bancari - attraverso un prestito in pool organizzato da un consorzio di 14 istituti finanziari, azionisti e non.
 
"Oasi rappresenta un'eccellenza Italiana nel business delle attività regolatorie e di compliance e – ha dichiarato Paolo Bertoluzzo, amministratore delegato di Nexi - siamo convinti che potrà continuare il suo percorso di crescita. La sua cessione è coerente con la strategia di massima focalizzazione di Nexi sulle attività legate ai pagamenti e consolida la nostra missione: essere la Paytech a fianco delle banche nello sviluppo dei pagamenti digitali nel nostro Paese". Alfredo Pallini, Amministratore Delegato di Oasi, che resterà alla guida della società anche dopo l'operazione, ha commentato: "Siamo molto contenti che la società potrà proseguire nel proprio percorso di crescita come parte di un gruppo che penso possa proporre ai numerosi clienti di OASI una gamma completa di prodotti e servizi ad alto valore aggiunto".
 
Nell'operazione di acquisizione di Oasi, Cedacri è stata assistita da Equita come Advisor finanziario e dallo studio Mazzoni Regoli come Advisor legale. Nexi è stata assistita da UBS e Mediobanca come Advisors finanziari e dallo studio Dentons come Advisor legale.
In primo piano
Romano Stasi, Direttore operativo CERTFin e Segretario generale ABI Lab, spiega il contributo che...
Rita Camporeale, Responsabile Ufficio Sistemi di Pagamento ABI, indica i temi al centro del Salone dei...