21 Agosto 2019 / 17:47
 
Sia, nel 2018 conti e business in forte crescita

 
Pagamenti

Sia, nel 2018 conti e business in forte crescita

di Flavio Padovan - 19 Marzo 2019
Ricavi aumentati dell'8,4% a 614,8 milioni di euro. Balzo delle transazioni, che arrivano a 7,2 miliardi (+18,1%) e del portafoglio carte (+15,3%) ed esercenti (+19,8%). Cordone: "Il bilancio record del 2018 è un punto di partenza"
È stato un anno molto positivo il 2018 per Sia. Dal bilancio approvato dal Consiglio di amministrazione emergono una forte crescita dei ricavi e dell'Ebitda rispetto al 2017 e un significativo aumento dell'operatività, in particolare delle transazioni di pagamento elettroniche con carte e dei volumi di traffico sulla rete SIAnet. Significativo l'apporto delle nuove acquisizioni portate a termine nell'Europa centrale e sud-orientale.
 
Ricavi trainati dal segmento Cards
Lo scorso anno i ricavi di Gruppo sono saliti a 614,8 milioni di euro, con una crescita di 47,6 milioni di euro (+8,4%) rispetto al 2017. Il segmento Cards costituisce il 63% dei ricavi, seguito dai Payments con il 19% e dagli Institutional Services con il 18%.
 
A livello geografico, si registra un'aumento dei ricavi generati all'estero (+ 27,9% a 148,3 milioni di euro) coerenti con gli obiettivi di sviluppo internazionale, ma restano ancora preponderanti quelli realizzati in Italia, pari a 466,5 milioni di euro, in aumento di 15,2 milioni di euro (+3,4%).
 
In rialzo, nel 2018, il margine operativo lordo (EBITDA) che raggiunge i 201,4 milioni di euro con un incremento di 21,6 milioni di euro (+12%) e l'Ebit che si attesta a 122,3 milioni di euro, con 13,8 milioni di euro in più rispetto all'anno precedente (+12,7%).
 
 
 
 
Monetica al centro del business
Nel 2018 le transazioni di issuing e acquiring gestite sono salite a 7,2 miliardi dai 6,1 miliardi del 2017. Un aumento significativo imputabile in larga parte all'acquisizione delle attività di processing da First Data nell'Europa centro e sud-orientale e all'incremento delle transazioni dei circuiti di debito internazionali Maestro e Visa Electron/Vpay (+24,7%).
 
In crescita anche l'operatività con carte di credito (+16,4%), prepagate (+10,1%), mentre calano dell'1,7% le operazioni di prelievo su ATM e di acquisto su POS effettuate con carte di debito dei circuiti nazionali Bancomat e PagoBancomat.
 
Rilevante anche l'incremento del portafoglio di carte di pagamento gestite, arrivate a 84.2 milioni (+15,3%) e degli esercenti, ora oltre 1,1 milioni (+19,8%).
 
 
 
Le tappe della crescita
Un importante passo nel percorso di sviluppo di Sia a livello europeo è rappresentato dall'acquisizione delle attività di First Data nell'ambito della monetica in Grecia e in altri paesi dell'Europa centrale, principalmente Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Serbia e Slovacchia. L'operazione riguarda i servizi di processing e produzione carte, call center e back-office relativi a più di 13 milioni di carte di pagamento, 1,4 miliardi di transazioni nonché la gestione di più di 300.000 terminali POS e 6.500 ATM.
 
Lo scorso anno Sia ha inoltre firmato un contratto con Budapest Bank per l'erogazione di servizi di processing e issuing delle carte; il portafoglio della banca è stato migrato e il sistema è andato in produzione nell'ottobre 2018.
 
In Italia, nel corso del 2018, tramite la propria l'infrastruttura tecnologica, SIA ha supportato il lancio del nuovo sistema di pagamento Samsung Pay, contribuendo ulteriormente alla diffusione dei servizi di mobile payment nel nostro Paese e proseguendo nel tradizionale percorso di innovazione al fianco delle banche.
 
Per quanto riguarda la rete di accettazione, accanto ad Alipay è stato attivato anche il servizio di pagamento WeChat Pay. Inoltre l'offerta di terminali si è arricchita della linea smartPOS, basata su sistema Android, per rendere disponibili a consumatori ed esercenti servizi a valore aggiunto.
 
Da sottolineare, tra le iniziative di innovazione di SIA di maggior successo, la realizzazione della piattaforma digitale che permette a Milano di pagare il biglietto della rete metropolitana urbana ed extraurbana Atm direttamente al tornello tramite carte contactless Mastercard e Visa.
 
 
Instant payments, una scommessa vinta
Il segmento Pagamenti ha raggiunto complessivamente i 3 miliardi di transazioni gestite nel 2018, in calo del 2,4% rispetto al 2017. A fronte di un forte incremento dei volumi relativi a Jiffy (+79,3%) e ai servizi di Gateway (+10,3%), si è registrata infatti una diminuzione dei volumi legati a pagamenti nonSEPA e all'operatività di filiali di banche estere in Italia.
 
Molto importanti la posizione e i risultati raggiunti negli Instant Payments, che rappresentano il cambiamento più significativo nel panorama globale dei pagamenti e sono considerati la base per lo sviluppo dei servizi di pagamento del prossimo futuro. Nel 2017 Sia ha avviato per conto di EBA Clearing la prima infrastruttura paneuropea per gli Instant Payments che lo scorso anno ha gestito 10 milioni di transazioni.
 
Nel 2018 la piattaforma digitale "SIA EasyWay" ha offerto a banche e altri Payment Service Provider (PSP) un rapido "go to market", supportando e gestendo a livello europeo i pagamenti istantanei disponibili sull'infrastruttura RT1 di EBA Clearing - sviluppata da SIA - nonché tutti gli altri strumenti di pagamento e incasso SEPA. Credit Agricole Italia e Banca Popolare di Sondrio figurano tra le prime banche ad aver adottato tale soluzione.
 
Nell'ambito dei pagamenti istantanei, SIA ha ottenuto a giugno 2018 la certificazione come primo Network Service Provider dall'Eurosistema (BCE e Banche Centrali nazionali dell'Eurozona) per fornire l'accesso a TIPS - Target Instant Payment Settlement - il nuovo servizio pan-europeo per il regolamento in moneta di Banca centrale dei pagamenti istantanei partito a fine dello scorso anno.
La rete SIAnet, che garantisce collegamenti diretti, scuri e ultraveloci, è stata anche la prima a consentire il collegamento tra le banche e la piattaforma RT1 di EBA Clearing.
 
L'olandese ABN AMRO e la Banca Centrale della Lituania hanno scelto l'infrastruttura di rete di SIA per accedere agli instant payments.
 
Nel 2018, con l'introduzione della Payments Service Directive 2 (PSD2), SIA ha lanciato una nuova piattaforma di Open Banking per consentire a banche, fintech, corporate, PMI e Pubbliche Amministrazioni italiane ed europee di promuovere e accelerare la realizzazione di servizi di pagamento innovativi e per cogliere nuove opportunità di business oltre a garantire la compliance alla normativa.
 
 
Si scrive Bancomat Pay, si legge Jiffy
Nell'ambito dei pagamenti digitali, il servizio Jiffy - sviluppato da SIA per trasferire denaro in tempo reale tra privati semplicemente utilizzando i contatti della propria rubrica telefonica ed effettuare pagamenti nei negozi - ha registrato un incremento sia del numero di aderenti (circa 130 banche), sia degli utenti registrati (5 milioni). Lo sviluppo della rete di accettazione si è focalizzata sui piccoli esercenti non dotati di terminali POS e sulla grande distribuzione organizzata con alcuni grandi player come Carrefour Italia e Iper.
 
Dall'autunno del 2018, è possibile pagare le bollette del Gruppo Hera tramite Jiffy semplicemente digitando il proprio numero di cellulare, senza bisogno di inserire i riferimenti della carta di credito o del proprio conto corrente attraverso l'app MyHera o i servizi on-line del Gruppo. Ogni cliente riceve una notifica sullo smartphone e con un semplice clic può autorizzare la transazione in tempo reale sul proprio conto corrente bancario.
 
Di particolare rilevanza, l'accordo tra SIA e Bancomat S.p.A per lanciare il nuovo servizio Bancomat Pay a partire da gennaio 2019. L'intesa prevede l'integrazione del servizio Jiffy consentendo ai circa 37 milioni di titolari di carte PagoBancomat di pagare, negli store e su e-commerce, inviare e ricevere denaro in tempo reale dallo smartphone in totale sicurezza, utilizzando semplicemente il proprio numero di cellulare. L'accordo valorizza le sinergie tra l'innovativa tecnologia di Jiffy e la riconoscibilità di un brand molto diffuso in Italia come Bancomat per aumentare rapidamente l'utilizzo del nuovo servizio di pagamento.
 
Servizi istituzionali: +6,7%
È continuato anche nel 2018 il trend di crescita delle transazioni gestite nel segmento dei Servizi Istituzionali, che hanno raggiunto i 14 miliardi con un incremento del 6,7% rispetto all'anno precedente. In aumento anche i volumi gestiti da STEP2, la piattaforma tecnologica pan-europea di EBA Clearing per il regolamento dei pagamenti SEPA cui sono collegate oltre 4.800 istituzioni finanziarie di 34 paesi: rispetto al 2017, i bonifici (Sepa Credit Transfer) sono cresciuti del 5%, mentre gli incassi (Sepa Direct Debit) hanno registrato un +3%. SIA ha garantito livelli di servizio di eccellenza, raggiungendo per il sesto anno consecutivo il 100% di disponibilità ad EBA Clearing e alle banche aderenti.
 
Si è poi ulteriormente ampliato il portafoglio delle Istituzioni Centrali che utilizzano le soluzioni di SIA: la società ha sviluppato il nuovo sistema Real-Time Gross Settlement della Banca Centrale della Danimarca ed ha così rafforzato il proprio posizionamento nei paesi nordici.
 
Per quanto riguarda SIAnet, il traffico di rete esercitato sulla infrastruttura è aumentato del 53%, portando i volumi a circa 120.000 GB di traffico movimentato su 1.000 Km di connessioni di rete, con un livello di servizio del 100% per il nono anno consecutivo. I nodi attivi totali della rete SIAnet sono circa 570. 
 
Il 2018 è stato anche l'anno dell'avvio in produzione della nuova infrastruttura di rete SIAchain per supportare istituzioni finanziarie, corporate e Pubbliche Amministrazioni nello sviluppo e implementazione, in modalità sicura e protetta, di applicazioni innovative basate su tecnologia blockchain. SIAchain è stata selezionata per la sperimentazione operativa del progetto "Spunta Banca", coordinato da ABI Lab e basato su tecnologia blockchain, che ad oggi coinvolge 18 banche italiane.
 
Asperti: "Un anno record"
Per Giuliano Asperti (nella foto a sinistra), Presidente di SIA, il 2018 è stato "un anno record per i risultati economici e di business ottenuti, a conferma che la strategia dell'azienda è quella adeguata per supportare il percorso di crescita e di sviluppo". In un anno "caratterizzato da una forte discontinuità al vertice e in uno scenario competitivo in grande trasformazione, SIA ha raggiunto risultati estremamente positivi e ha acquisito importanti nuovi clienti in Italia e all'estero", ha sottolineato ancora Asperti.
 
"Il bilancio record del 2018 è il punto di partenza del nostro Piano Strategico 2019-2021, approvato a febbraio dal CdA, per trasformare SIA nella leading Pan-European Payment & Tech company", ha commentato Nicola Cordone (nella foto in alto), Amministratore Delegato di SIA. "Nel corso dell'anno, grazie a tutto il team della società - ha continuato Cordone -  abbiamo consolidato la relazione con i nostri clienti, rafforzato il nostro posizionamento internazionale acquisendo la leadership nell'Europa centrale e sud-orientale e incrementando del 28% il fatturato estero. Il nostro obiettivo è quello di proseguire su questo percorso di eccellenza e innovazione. Sono particolarmente orgoglioso anche delle 220 nuove persone assunte nel 2018".
 
 
"Il 2018 è stato un anno record per i risultati economici e di business ottenuti, a conferma che la strategia dell'azienda è quella adeguata per supportare il percorso di crescita e di sviluppo. A nome del Consiglio di Amministrazione mi complimento con l'Amministratore Delegato, il management e tutti i dipendenti perché, in un 2018 caratterizzato da una forte discontinuità al vertice e in uno scenario competitivo in grande trasformazione, SIA ha raggiunto risultati estremamente positivi e ha acquisito importanti nuovi clienti in Italia e all'estero" ha dichiarato Giuliano Asperti, Presidente di SIA. "Il bilancio record del 2018 è il punto di partenza del nostro Piano Strategico 2019-2021, approvato a febbraio dal CdA, per trasformare SIA nella leading Pan-European Payment & Tech company. Nel corso dell'anno, grazie a tutto il team della società, abbiamo consolidato la relazione con i nostri clienti, rafforzato il nostro posizionamento internazionale acquisendo la leadership nell'Europa centrale e sud-orientale e incrementando del 28% il fatturato estero. Il nostro obiettivo è quello di proseguire su questo percorso di eccellenza e innovazione. Sono particolarmente orgoglioso anche delle 220 nuove persone assunte nel 2018" ha commentato Nicola Cordone, Amministratore Delegato di SIA.
 
 
 
 
In primo piano
Romano Stasi, Direttore operativo CERTFin e Segretario generale ABI Lab, spiega il contributo che...
Rita Camporeale, Responsabile Ufficio Sistemi di Pagamento ABI, indica i temi al centro del Salone dei...