22 Luglio 2019 / 10:28
 

 
Bancaforte TV

In Italia ancora poco credito al peer to peer lending

di Flavio Padovan e Maddalena Libertini
12 Novembre 2015
Gli italiani sono ancora molto prudenti nei confronti del peer to peer lending, non solo riguardo l'opportunità di investire sul web, ma anche sulla possibilità di ricevere prestiti. Lo rivela Umberto Filotto, Professor, Area Intermediazione Finanziaria e Assicurazioni - SDA Bocconi, analizzando i dati di una ricerca realizzata da SDA Bocconi per CRIF. Le banche devono comunque continuare a monitorare anche questi nuovi strumenti di credito, perché - sottolinea Filotto - sono i più giovani a manifestare una maggiore propensione verso il crownfunding e, quindi, questo fenomeno può rapidamente acquistare importanza nei prossimi anni (intervista a cura di Flavio Padovan)
di Flavio Padovan e Maddalena Libertini  - 
Rosario Strano, Chief Operating Officer Intesa Sanpaolo, parla delle numerose iniziat...
di Flavio Padovan e Maddalena Libertini  - 
Salvatore Poloni, Presidente del CASL e Condirettore Generale Banco BPM, sottolinea c...
di Flavio Padovan e Maddalena Libertini  - 
Per Gianfranco Torriero, Vice Direttore Generale ABI, l'evoluzione dello scenario di ...
di Flavio Padovan e Maddalena Libertini  - 
La fiducia tra le parti sociali è, secondo Giuseppe Corni, Direttore Risorse Umane BP...
di Flavio Padovan e Maddalena Libertini  - 
Roberto Speziotto, Direttore Risorse Umane Banco BPM, spiega come Banco BPM ha scelt...
di Flavio Padovan e Maddalena Libertini  - 
Mario Nava, Direttore DG Financial Stability, Financial Services and Capital Markets ...
di Flavio Padovan e Maddalena Libertini  - 
Luca D'Amico, Senior Director Key Account Manager CRIF,...
 
1/397
A Roma il 25 e 26 giugno il mondo delle istituzioni, delle banche, delle università e dei consulenti fa...
Banche e Sicurezza è l'evento promosso dall'ABI il 21 e 22 maggio, a Milano, per conoscere ed esplorare...