17 Luglio 2018 / 17:25
Al supermercato la spesa si paga col telefonino

 
Pagamenti

Al supermercato la spesa si paga col telefonino

di Mattia Schieppati - 11 Dicembre 2012
Auchan lancia il primo esperimento italiano di self payment nella grande distribuzione. Addio coda alle casse…
Non ne potete già più delle file che si creano al supermercato in questi giorni di acquisti per cene, cenoni e appuntamenti prenatalizi vari? Portate pazienza, e pensate che questo potrebbe essere l'ultimo Natale di spese con la coda.
È stato lanciato infatti in maniera sperimentale presso l'ipermercato Auchan di Piacenza, ed è in via di implementazione nei punti vendita di Curno e di Bergamo, la prima applicazione che consente di pagare la spesa al supermercato utilizzando il proprio smartphone.
Un'evoluzione – importante per il progresso dei sistemi di mobile payments - del servizio CassaXpress Mobile già avviato lo scorso anno dalla catena francese della grande distribuzione, che conta in Italia 51 punti vendita, con un fatturato nel 2011 di 3,4 miliardi di euro. È una soluzione di smartphone mobile self scanning che consente a chi fa acquisti di leggere in autonomia i codici a barre dei prodotti in scaffale con il proprio telefonino. E che, ora, sempre attraverso il proprio cellulare, potrà procedere anche al pagamento grazie a una app dedicata, evitando così non solo l'incolonnamento e la verifica alla cassa, ma anche di dover digitare appositamente ogni volta il numero di carta di credito per effettuare il pagamento. La carta di credito viene infatti associata alla app al momento del download, e rimane quindi attiva per tutti gli acquisti successivi.

Il meccanismo? È semplice

Scaricando gratuitamente un’app ottimizzata sia per i sistemi iOS che per Android, il cliente può utilizzare il proprio cellulare direttamente all’interno del punto vendita. All’entrata del supermercato, dove si trova il dispenser dei terminali di self scanning, è stato posizionato un QR Code che il cliente legge prima di iniziare la spesa per creare la connessione Wi-Fi al server del punto vendita. A quel punto, ogni volta che si mette un prodotto nel carrello, è sufficiente far leggere il codice a barre dalla telecamera dello smartphone, e con il tasto “più” acquisire il prodotto. Per ogni scansione, viene visualizzata la descrizione del prodotto, l’importo, l’eventuale sconto, il totale parziale della spesa fino ad allora effettuata. Alla fine, esattamente come avviene nelle casse self che ormai sono diffuse nella maggior parte delle catene della grande distribuzione, viene letto un bar code che indica la conclusione degli acquisti, e il cliente può pagare in modalità self direttamente attraverso la app del telefonino. E, sempre sul telefonino, si ottiene una ricevuta, una sorta di scontrino virtuale.
“Dal punto di vista IT, invece, l’aspetto più delicato da gestire è stato quello della sicurezza del Wi-Fi”, spiega Marino Vignati, Direttore Sistemi Informativi di Auchan, “la copertura Wi-Fi è già disponibile in tutti i punti vendita perché viene utilizzata dal nostro personale interno e su questa rete abbiamo riservato un canale al mondo self scanning, utilizzando un firewall e applicando tutti i criteri di sicurezza del caso”.
Partner chiave di questo progetto sono Banco Popolare e CartaSi, che hanno messo a disposizione le proprie soluzioni di mobile payment, mentre il partner tecnico è RetAPPs, azienda specializzata in tecnologia mobile, che proprio grazie all’app CassaXpress Mobile sviluppata per Auchan ha vinto all'ultimo salone Smau il Mob App Award nella categoria Mobile Commerce & Payment.

Il 7, 8 e 9 novembre 2018 al MiCo torna Il Salone dei Pagamenti – Payvolution, il più importante evento italiano sull'innovazione e i pagamenti promosso dall'Associazione Bancaria Italiana per favorire lo sviluppo, diffondere la conoscenza e dare spazio alle persone che lavorano per rendere il futuro alla portata di tutti.
Tre giorni di presentazioni, incontri e opportunità per presentare a professionsiti e cittadini le tendenze, gli strumenti e le nuove tecnologie dei pagamenti grazie al contributo di esperti del mondo delle Istituzioni, della Pubblica Amminitrazione, dell'Accedemia e di imprese bancarie e non.
Il futuro passa ancora una volta da qui ed è sempre più sicuro, semplice e trasparente. Ti aspettiamo, la partecipazione è gratuitia. Per registrarti clicca qui

#salonepagamenti2018 #payvolution

CONTENUTI CORRELATI

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...

Pagamenti digitali, tutta questione di "esperienza"

Sotto la spinta normativa e dei Millennials, inizia a farsi strada anche in Italia il modello di open banking, l'ecosistema digitale che vede al...

L'Internet of Things entra in banca

Pagare con il proprio smartwatch o con altri indossabili, o addirittura pagare senza accorgersi di farlo, non è più fantascienza. È la realtà che...

Pagamenti innovativi, le banche diventano piattaforma

Deloitte analizza i possibili sviluppi del rapporto tra banche e Fintech nell'ambito dei sistemi di pagamento e lancia la sfida: entrare nella...
ALTRI ARTICOLI

 
Banca

People-First Strategy, i 5 passi da compiere

Nei prossimi anni anche nelle banche cambieranno skill e professionalità, con attività destinate a sparire o a essere automatizzate e altre, nuove,...

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...