17 Luglio 2018 / 06:16
Auriga sceglie Giulio Quaia per puntare al retail

 
Carriere

Auriga sceglie Giulio Quaia per puntare al retail

12 Aprile 2012
Il nuovo Business Development Manager Europe guiderà l'espansione dell'azienda verso la GDO e sui mercati internazionali
    Giulio Quaia è stato nominato Business Development Manager Europe di Auriga, fornitore in Italia di soluzioni software per la banca multicanale e il mobile payment. Quaia avrà la responsabilità di guidare l’espansione dell’azienda nel segmento retail e in nuovi settori, in Italia e all’estero, valorizzando le sinergie con il mondo bancario, dove Auriga detiene la leadership tecnologica e di mercato gestendo con soluzioni all’avanguardia oltre il 60% della flotta italiana di sportelli bancomat e la fornitura di servizi di Internet banking a più di 600mila utenti.
    La consolidata esperienza di Quaia nell’ambito delle tecnologie self service per i diversi settori garantirà ad Auriga competenze strategiche e know how fondamentali per introdurre e sviluppare soluzioni innovative e su misura anche per la grande e media distribuzione, sempre più attenta alle opportunità di business e di relazione con la clientela legate all’adozione delle nuove tecnologie e dei canali digitali – e-commerce, mobile e social shopping, digital signage, etc.
    La nuova area di business opererà all’insegna di quella convergenza tra banking e retail auspicata da numerosi operatori di settore e potrà contare sul bagaglio tecnologico d’eccellenza di Auriga, oggi apprezzato da clienti come Intesa Sanpaolo, Poste Italiane, Banca Marche e Cariparma (Gruppo Crédit Agricole) e da alcune delle più importanti realtà di fornitura di servizi bancari come SBA, Phoenix, CSE, Federazione Marche, Cabel e Cedecra.
    Giulio Quaia, bolognese, 50 anni, viene da una lunga e positiva esperienza in Ncr Italia, dove dal 2010 ha ricoperto il ruolo di Professional Services Italy & Iberia Senior Manager per i settori finance, retail and travelling, con la responsabilità sia del mercato nazionale sia di Spagna e Portogallo. Prima di allora, dal 2006, sempre in Ncr, si è occupato di sviluppo del business e di Professional Services in qualità di Country Manager Italy. Dal 2000 al 2006, inoltre, ha ricoperto incarichi di rilievo in Diebold Italia, dove è arrivato a gestire la posizione di Business Development Manager South Emea Region.
CONTENUTI CORRELATI

Il cliente più difficile? È quello interno

La guerra per i talenti rende più complesso lo scenario per i responsabili HR. Che però oggi possono avere il supporto di soluzioni basate...

Digital skills: le banche chiedono formazione

Si chiamano "talenti digitali" e possono traghettare un'azienda attraverso la rivoluzione digitale. Una ricerca di Capgemini e Linkedin li ha misurati...

Cosa farò da grande

Quali saranno i mestieri del futuro e su che cosa investire per i propri figli e per se stessi resta all’attenzione di tutti. Perché sappiamo...

Risorse umane, gestire il cambiamento con l’employability

Le banche dedicano sempre più attenzione alla gestione del percorso professionale interno del personale e alla riqualificazione delle competenze...
ALTRI ARTICOLI

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...

 

L'intelligenza artificiale? Rende gli uomini … più umani

Secondo Paul Daugherty, Chief Technology & Innovation Officer di Accenture e uno dei guru mondiali dell'AI, la vera innovazione nasce dalla...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...
Bancaforte TV
Il centro direzionale Green Life di Crédit Agricole a Parma punta su sostenibilità, green e socialità per...