Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Tecnologie

Tecnologie
Invia Stampa
Banca Sella lancia il Facebook-banking

Banca Sella lancia il Facebook-banking

È un nuovo passo della multicanalità in banca. La possibilità di gestire il proprio conto accedendo - attraverso un'apposita app - dalla pagina del social network. Così dalla filiale al social il passaggio è breve
Mattia Schieppati
Il claim sembra una sparata pubblicitaria e invece rappresenta un'interessante direzione verso la banca multicanale: Banca Sella è "la prima banca su Facebook". Non nel senso che ha aperto (ci mancherebbe!) la solita pagina vetrina sul social network numero uno al mondo per dialogare con clienti e curiosi. Ma perché Banca Sella ha scelto di portare direttamente sulla piattaforma Facebook la possibilità di accedere ai servizi di home banking. O, meglio, come dice la campagna, «non è più necessario uscire da Facebook per entrare in banca».
Il meccanismo è semplice e intuitivo: l'accesso è infatti reso possibile attraverso un’applicazione della banca, scaricabile dall'app center di Facebook o dal sito di Banca Sella. Una volta scaricata, l’applicazione comparirà nella colonna di sinistra della propria pagina Facebook e a quel punto basta cliccarci sopra - tra un post e una chiacchiera via chat con gli amici - per accedere ai servizi bancari, senza abbandonare la pagina FB. La prima volta l’applicazione chiederà di inserire - esattamente come quando si accede al proprio Internet banking dal sito della banca - il codice cliente, il pin e il codice numerico che compare in quel momento sulla token di sicurezza (o sugli altri dispositivi in uso da parte dei clienti del gruppo). Per i successivi accessi sarà necessario digitare solo il pin e 24 ore su 24, in qualsiasi giorno della settimana, sarà possibile consultare tutti i propri conti correnti e tutte le proprie carte di credito, di debito e prepagate collegate al codice cliente.
Inoltre il servizio permette di fare ricerche sui pagamenti effettuati tramite parole chiave (ad esempio tutti i bonifici che hanno una determinata causale o tutte le spese effettuate presso un determinato negozio). A breve l'applicazione per Facebook darà anche la possibilità di fare altre operazioni, come il trasferimento di denaro ai propri ''amici'' di Facebook, anche clienti di altre banche. Per fare l'operazione basterà digitare il nome dell'amico e selezionare la funzione dedicata. Il beneficiario riceverà un avviso e a quel punto dovrà solo scaricare l'applicazione e inserire le informazioni necessarie per identificare dove accreditare la somma.
Il dubbio che sorge immediatamente è quello legato all'inviolabilità dei dati. Da questo punto di vista Facebook e Banca Sella garantiscono sicurezza totale: «L'accesso all'applicazione», spiega una nota della banca, «avviene in totale sicurezza, perché i dati sono trattati dai sistemi della banca, garantendo un elevato standard di protezione così come avviene per il servizio di Internet banking in generale».
Sorpresa? In realtà, anche se in Italia si tratta dell'esordio nella fornitura di servizi bancari al cliente via Facebook, è dalla fine del 2012 che il social network si sta strutturando per sviluppare business collegato ai servizi bancari. Già nel novembre 2012, infatti, Forbes (leggi qui) aveva parlato di una "sperimentazione" avviata con la Commonwealth Bank australiana che era, in nuce, il meccanismo lanciato in questi giorni da Banca Sella. «Facebook è una piattaforma online e una partnership company», aveva dichiarato allora l'azienda di San Francisco a chi chiedeva se fosse intenzione di Mark Zuckerberg e dei suoi ragazzi di entrare in un settore come quello bancario-finanziario, «e intendiamo mettere il nostro know-how al servizio delle diverse industries, per consentire loro di servire al meglio i loro clienti». «Il test sull'online banking ci lascia intuire quello che Facebook potrebbe diventare», concludeva allora il magazine americano, «An integral member of your life». Sono passati 15 mesi e questo "membro di famiglia" è arrivato.
19 Febbraio 2014

Articoli correlati

 

Nuovo Contratto bancari

Sullo scaffale

Nuovo Annuario Assofin

Nuovo Annuario Assofin

L'analisi del mercato del credito al consumo e immobiliare e le schede delle associate Assofin. Disponibile anche in formato e-book