22 Ottobre 2018 / 10:00
 Il caldo autunno dei libri

 
Fintech

Il caldo autunno dei libri

di Ildegarda Ferraro - 21 Settembre 2016
Comprare i libri per l’anno scolastico che comincia, ma anche il piacere di tornare a casa e cominciare un nuovo racconto. L’autunno è una stagione da libri ...
“Hai bisogno di una mano? Che porti in quella cassa?” Il collega mi guarda mentre mi trascino sulle scale una cassetta che si capisce pesa. “Ma no guarda ce la faccio. Beh porto libri ovviamente, arriva l’autunno e inizia l’anno scolastico. Ho fatto acquisti sul web per mia figlia e mi trascino tutto quello che ho ordinato”. “Ah guarda non me lo dire, anche io ho comprato i libri per la scuola, mia moglie invece guarda qui – e mi mostra il suo smartphone – un po’ di tutto, con la mia carta prepagata. Come i miei figli d’altra parte”…
Autunno tempo di castagne, di scuola e di acquisti sul web. Di libri certo, ma anche di tutto quello che ti trovi di fronte e decidi che ti può servire…perché gli acquisti su Internet sono come le ciliegie, una tira l’altra. Comunque, autunno tempo di libri.

Consigli per gli acquisti

Per chi ha figli a scuola è il momento di fare i conti con quanto occorre per il nuovo anno. E il web è un’ottima via per risparmiare. I consigli e le vie per trovare il meglio al prezzo più conveniente si trovano un po’ ovunque. Emergono mappe precise degli sconti su Amazon, De Agostini, Mondadori, Rizzoli, ma anche sulle grandi catene di distribuzione, visto che Coop, Esselunga, Auchan, Carrefour offrono condizioni particolari ( leggi qui sulla Stampa ).
C’è poi il grande capitolo dell’usato. Perché scuola vuol anche dire vorticoso giro di libri degli anni precedenti. E d’altra parte è ormai certificato che i ragazzi vivono sul web ma amano i libri di carta. Di qui l’amore per i libri che hanno già una vita alle spalle.
E poi diciamoci la verità, studiare vuol dire avere in mano un libro dove sottolineare e fare una piega alla pagina, ricordare dove è quella figura. Memorizzare ha ancora anche in una dimensione spaziale. È ormai chiaro che certamente il web aiuta, ma nello studio non può sostituire un libro di carta.

Best seller per la scuola

Divertente e non scontato il ricco capitolo dei best seller per la scuola. Ci sono autori di libri e manuali che hanno tirature da campioni, volumi che rappresentano il 60% dei manuali di matematica, ma anche leader nella chimica, nella storia, nella letteratura, nella grammatica e nella fisica. Un mondo poco conosciuto a chi non frequenta i banchi di scuola, con editor che si occupano di focalizzare il prodotto per gli studenti. E così la regola aurea non semplice facile da seguire, ma che fa la differenza, è la semplicità e non dare mai nulla per scontato. Pare che quello che proprio fa la differenza è che un autore di libri scolastici deve essere un po’ scrittore, un po’ titolista, grafico e impaginatore ( leggi qui sulla Repubblica ).

Festival e quant’altro

Quest’autunno è anche il momento per fare il punto sul grande dibattito che ha occupato intere pagine di giornali sulla prossima Fiera del libro e la competizione tra Torino, storica sede, e Milano. Nessuno forse avrebbe immaginato toni tanto accesi. Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, ha proposto un grande Salone unico MiTo o ToMi, insomma Milano – Torino o Torino – Milano ( leggi qui ). Ancora in corso i lavori e le scelte finali.
Ma l’autunno è anche il piacere di tornare a casa, comprare un nuovo libro e leggere una storia.
CONTENUTI CORRELATI

Tempo di libri (e di innovazione!): Bancaforte tra i protagonisti

Dalla trasformazione digitale che sta cambiando l'editoria all'innovazione hi-tech nella cucina degli chef stellati (e scrittori di successo). Dal...

Cosa leggono i Ceo quest'estate?

Nell’approfondimento di McKinsey il futuro della rivoluzione tecnologica e le "biografie" di Uber e Elon Musk tra le letture scelte per le vacanze...

Facebook? È una media company!

Un lungo post di Fidji Simo di FB riassume in tre punti il Progetto Giornalismo, che sancisce l'impegno del social network sul fronte...

E l’italiano ha le sue rivalse

La più amata dalla moda, dalla cucina, dalle auto, almeno nei marchi. E non solo. Insomma, ci sono aspetti in cui c’è la rivincita della nostra...
ALTRI ARTICOLI

 
Pagamenti

Senza il contante, il retail cambia pelle

Al Salone, il punto di vista di grande e piccola distribuzione sugli orizzonti che i digital payment possono aprire: nuova esperienza di acquisto e il...

 
Fintech

Così portiamo il territorio nel digitale

Ventis, il marketplace di Iccrea, è uno strumento di relazione e un modello evoluto di fare banca. Mettendo a disposizione delle imprese clienti...

 
Pagamenti

PA e fintech driver dei pagamenti digitali

Il rapporto del Comitato Pagamenti della Banca d'Italia fotografa per il 2017 una crescita del 6% dei pagamenti alternativi al contante, soprattutto...
Melissa Peretti di Amex spiega le strategie di sviluppo della società: servizi d'eccellenza in ogni fase del...
Maggiore protezione dei clienti e un miglioramento della relazione con banche e assicurazioni. Sono questi,...