Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Tecnologie

Tecnologie
Invia Stampa
Inspired shopping: il social che rafforza l'e-commerce

Inspired shopping: il social che rafforza l'e-commerce

eBay lancia la funzione "Collezioni" e apre un nuovo scenario nei meccanismi di acquisto online. Ogni utente può creare una vetrina e condividerla con gli amici, ispirando l'acquisto. Una ricerca Ipsos conferma che è una strada vincente …
Mattia Schieppati
Il concetto è quello "antico" della vetrina del negozio: ci passi davanti e, anche se solo eri uscito a comprare il pane, ecco che torni a casa con un nuovissimo cappello di feltro. Perché l'hai visto in vetrina e ha fatto scattare il meccanismo dell'acquisto d'impulso. Solo che, in questo caso, le vetrine sono potenzialmente decine di milioni, tutte accessibili da qualsiasi device anche mobile e ad allestire non sono (solo) furbi negozianti, ma possono essere i nostri stessi amici, parenti, colleghi ...
Il meccanismo che apre sicuramente frontiere interessanti allo sviluppo dell'e-commerce è stato sviluppato da eBay, e si chiama eBay Collezioni: in pratica, attingendo dall’universo di prodotti nuovi acquistabili immediatamente su eBay, gli utenti possono creare vere e proprie «tavolozze ispirazionali digitali”, così le ha definite l'azienda, con gli oggetti desiderati e disponibili all’istante. Creare una collezione è semplice: basta scegliere gli oggetti messi in vendita su eBay, raggrupparli in una bacheca che si genera automaticamente con pochi click e attribuire un nome alla Collezione, con una breve descrizione. Il meccanismo richiama da molto vicino la realizzazione della bacheca di foto che ciascun utente crea per esempio su Pinterest, solo che in questo caso non si tratta di "tavole" con foto di gattini o dell'ultima impresa sportiva, ma veri e propri cataloghi di prodotti. Creati ad hoc dagli utenti stessi per "ispirare" gli acquisti di amici con cui condividono le proprie bacheche. A poche settimane dal lancio della funzionalità, sono già oltre 3 milioni le collezioni online create a livello globale, tra le quali più di 30.000 su eBay.it, la "sezione" italiana del sito.

Gli italiani e gli acquisti

A misurare le potenzialità per il mercato italiano di questa nuova funzionalità eBay ha chiamato l'istituto di ricerche statistiche Ipsos, che ha preso in esame i comportamenti e le opinioni degli italiani in relazione agli acquisti. Dall'analisi emerge nettamente il dato che l’ispirazione è fattore centrale per 9 italiani su 10 prima dell’acquisto online e riveste un ruolo definito “importante”, ad esempio, nel 75% degli acquisti nella categoria Abbigliamento, nel 68% in Home & Garden e nel 64% nella categoria Hi-Tech. In generale, 4 italiani su 10 si sono detti interessati allo strumento delle collezioni online, create sia da altri utenti che da esperti o personaggi noti.
Tra le principali fonti di ispirazione online, secondo Ipsos, giocano un ruolo fondamentale la famiglia, gli amici e in generale la rete delle conoscenze: a loro si rivolgono il 26% degli intervistati per acquisti online di prodotti per bambini e il 25% di quanti comprano nella categoria Food. Seguono i siti di vendita online, di comparazione e i blog degli esperti (21-25% degli acquisti hi-tech sono influenzati da questi siti). Ma non mancano i forum di discussione e i social, anche se in percentuale minore (7-13%).
Da non sottovalutare l’aspetto visuale del commercio online. Secondo lo studio, infatti, dal 45% al 58% degli italiani, a seconda della categoria comprano un prodotto dopo averne visto la fotografia online e uno su quattro (18%-26%) lo fa per oggetti che non aveva inizialmente intenzione di acquistare.

Una personal shopper virtuale

Quanto alle innovazioni nell’e-commerce, proprio dallo studio Ipsos sono emerse anche le principali tendenze che gli utenti si aspettano nei prossimi dieci anni. Un italiano su due, ad esempio, si aspetta la possibilità di “fare una passeggiata virtuale” in un centro commerciale (50%), mentre uno su tre (35%) prevede di essere in grado di provare virtualmente un capo di abbigliamento. Ma nell’acquisto online del futuro, secondo gli intervistati, non manca la possibilità di fotografare un vestito indossato e conoscerne subito modello e brand (28%), poter ricevere l’oggetto in appena un’ora (28%) oppure, ancora, avere un personal shopper virtuale (26%), poter inviare via mobile le caratteristiche per avere un prodotto su misura (25%) e ricevere proposte in concomitanza con eventi di calendario o stagionali (23%).
23 Settembre 2014

Articoli correlati

 

  • Le strategie per il canale mobile

    I servizi mobile stanno evolvendo rapidamente sotto la spinta della preferenze di utenti sempre più always on e abituati ad App evolute. Federico...

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017