23 Marzo 2019 / 11:54
Intesa per la sicurezza

 
Sicurezza

Intesa per la sicurezza

di Andrea Pippan - 12 Novembre 2015
Alla Giornata della Sicurezza 2015 l'ABI e il Ministero dell'Interno firmano il protocollo che rafforza la collaborazione tra banche e Forze di polizia. Presentati anche i risultati del Rapporto Intersettoriale OSSIF sulla sicurezza anticrimine. Emerge una generale riduzione delle rapine: banche -36,5%, uffici postali -24,5%, farmacie -14,2%, distributori di carburante -14,1%, tabaccherie -12% ...
Si rafforza la collaborazione tra banche e Forze di Polizia per prevenire e contrastare, in modo sempre più efficace, il fenomeno criminale delle rapine allo sportello. L’ABI e il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, infatti, hanno firmato oggi a Roma un protocollo d’intesa per consolidare la già proficua cooperazione reciproca e favorire l’acquisizione e lo scambio di dati. Obiettivo dell’accordo – firmato, per ABI, da Giovanni Pirovano , membro del Comitato di Presidenza, e, per il Ministero dell’Interno, da Antonino Cufalo , Vice Capo della Polizia e Direttore Centrale della Polizia Criminale - è rendere sempre più moderne ed efficienti le misure di prevenzione e i presidi di sicurezza in banca. Il protocollo - che rinnova quello sottoscritto nel 2013 - è stato firmato in occasione della Giornata della Sicurezza 2015 , l’evento ABI che approfondisce i temi della sicurezza in banca e negli altri settori a rischio rapina.
Nel corso del convegno sono stati presentati anche i risultati del quinto Rapporto Intersettoriale sulla Criminalità Predatoria, realizzato da OSSIF , il Centro di Ricerca dell’ABI sulla Sicurezza Anticrimine, in collaborazione con il Ministero dell’Interno e con il contributo di FIT, Federfarma, Federdistribuzione, Confcommercio, Assovalori, Unione Petrolifera, Anie Sicurezza e Poste Italiane.

Il Rapporto Intersettoriale sulla Criminalità Predatoria

Dal rapporto OSSIF – che prende in considerazione le rapine compiute nel 2014 in banche, uffici postali, tabaccherie, farmacie, esercizi commerciali, locali ed esercizi pubblici, imprese della grande distribuzione e distributori di carburanti, mettendo a confronto i diversi settori – emerge una riduzione complessiva del fenomeno. In particolare, il calo più evidente viene registrato per le rapine in banca che, nel 2014, si sono ridotte di oltre un terzo ( -36,5% ). Diminuiscono anche gli episodi criminosi commessi negli uffici postali (-24,5%), nelle farmacie (-14,2%), nei distributori di carburante (-14,1%), nelle tabaccherie (- 12%), negli esercizi commerciali (-10,1%) e negli esercizi pubblici (-7,8%). A conferma di come la collaborazione con le Forze di Polizia e le diverse iniziative intraprese in questi anni per prevenire il fenomeno e contrastare la criminalità stiano portando risultati positivi.

La Giornata della Sicurezza 2015

L’evento del 12 novembre (Roma, Palazzo Altieri) è ollegato al Convegno annuale ABI “Banche e Sicurezza”, che estende l’analisi e il dibattito del tema anticrimine anche ai settori non bancari: farmacie, supermercati, tabaccherie, esercizi commerciali e in generale tutte le attività che prevedono la gestione di contante e che si caratterizzano per una maggiore facilità di accesso al pubblico. Anche in questi settori si sta diffondendo l’esigenza di elevare gli standard di prevenzione e di considerare le diverse tipologie di reato - rapina, furto, frode - nei termini di fonti di rischio.
Nella Giornata della Sicurezza 2015 due momenti preziosi:
  • la firma del Protocollo d’Intesa ABI - Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno;
  • la presentazione dei risultati del Rapporto Intersettoriale sulla criminalità predatoria realizzato da OSSIF in collaborazione con il Ministero dell’Interno, con il contributo di FIT, Federfarma, Federdistribuzione, Confcommercio, Assovalori, Unione Petrolifera, Anie Sicurezza e Poste Italiane
CONTENUTI CORRELATI

Il paradosso degli algoritmi, oracoli infallibili o strumenti fuori controllo?

Il ricorso alle intelligenze artificiali sta cambiando in modo dirompente settori come la finanza, il lavoro, la salute, il marketing e in generale le...

Tutte le novità di Banche e Sicurezza 2018

Per affrontare il nuovo scenario caratterizzato da confini sempre più labili tra sicurezza fisica e digitale, le aziende propongono nuove soluzioni...

In calo rapine e attacchi agli Atm

In occasione del rinnovo del Protocollo d'intesa ABI- Dipartimento Pubblica Sicurezza, Marco Iaconis (Ossif) anticipa alcuni dati dell'Osservatorio...

Violazione dati in calo

Secondo il report di Ibm X-Force, nel 2017 si riducono le violazioni di dati ma il fenomeno rimane importante, soprattutto nel settore dei servizi...
ALTRI ARTICOLI

 
Pagamenti

Per pagare, basterà la parola

Assistenti vocali, nuovi sistemi di riconoscimento dell'identità digitale, tecnologie blockchain. Oltre a dare i numeri sul panorama completo dei...

 
Sicurezza

Il paradosso degli algoritmi, oracoli infallibili o strumenti fuori controllo?

Il ricorso alle intelligenze artificiali sta cambiando in modo dirompente settori come la finanza, il lavoro, la salute, il marketing e in generale le...

 

Intelligenze. Anche artificiali

Intelligenza artificiale in primo piano. Siamo i primi a farci i conti, in privato e negli studi sperimentali. Ma l’intelligenza può essere di...
Roberto Liscia, presidente Federazione del Digitale e presidente Netcomm, spiega l'impatto delle tecnologie...
Secondo Dmitriy Yatskaer, Chief Technology Officer OpenWay, la scelta della piattaforma deve essere valutata...