Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Banca

Banca
Invia Stampa
Intesa Sanpaolo lancia le filiali per under 35

Intesa Sanpaolo lancia le filiali per under 35

Con il marchio Superflash servizi e strumenti ritagliati su misura per le nuove generazioni
Avvicinare la banca alle esigenze delle nuove generazioni, ascoltandone di più i bisogni particolari e cercando di parlare una lingua comune. Questo l'obiettivo di Intesa Sanpaolo che a Milano, in via Torino 21, ha inaugurato la prima filiale dedicata ai giovani. Ne saranno aperte altre 10 nei prossimi mesi nelle principali città italiane e porteranno il marchio ombrello “ Superflash ” per il quale Intesa Sanpaolo ha rimodulato offerta, modello di servizio e stili di comunicazione puntando su semplificazione e massimo contenimento dei costi per i clienti.
Online il sito ( www.superflash.it ) pensato per la community under 35, che sarà gestito direttamente dai dipendenti under 35 di Intesa Sanpaolo. Il portale è ovviamente accessibili anche su mobile e tablet. Prevista la presenza significativa sui social network, a cominciare dalla pagine Superflash su Facebook, per aprire un canale diretto su temi come scuola, formazione, ricerca di lavoro, casa, scontistica, tempo libero e impegno sociale.

Superflash, non solo banca

Le filiali sono disegnate per rispondere ai bisogni dei giovani mantenendo una continuità con l’esperienza web del sito. Inoltre consentono di creare aggregazione intorno ad aree di interesse condivise e ospitare un programma di eventi che comprende concerti musicali, eventi sportivi, incontri culturali, momenti di formazione e altro ancora, diventando così dei veri e propri laboratori di esperienza e conoscenza con il mondo dei giovani sia per i bisogni bancari sia per quelli extra-bancari.
Gli ambienti propongono arredi essenziali, tecnologia di ultima generazione, comunicazione continua attraverso videowall e intrattenimento radiofonico. E’ un contesto aperto e che mette a proprio agio, incuriosisce, incoraggia il self banking. Tra le numerose novità, anche l'orario di apertura delle filiali, dalle 13.30 alle 19.00, dal lunedì al sabato.
Nel concreto la nuova offerta che Intesa Sanpaolo dedica ai giovani si articola in quattro ambiti: Vantaggi e Tempo libero, Prodotti e Servizi, Progetti e Futuro, Impegno sociale, con accesso immediato dal nuovo sito superflash.it.
Per l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Corrado Passera "investire sui giovani significa investire sullo sviluppo. Il gruppo Intesa Sanpaolo è attivo su più fronti: finanziamenti per le start up, per gli studi, per i giovani artisti, per la casa, ma oggi siamo qui per conferire nuovo slancio al nostro impegno. E' sui giovani che ricadono in primo luogo gli effetti di una crisi più lunga e grave del previsto. Per questa ragione abbiamo sentito la necessità di ribadire che siamo al loro fianco, che moltiplicheremo sforzi e iniziative per sostenere i loro progetti e realizzare i loro talenti".
"Con Superflash", ha aggiunto il direttore generale Marco Morelli , "avviamo un percorso fortemente innovativo che, al momento, non ha eguali nel panorama bancario italiano ed europeo. Vogliamo dare un nuovo segnale di fiducia e di apertura ai giovani, per farci conoscere ancora meglio sia dal lato dell'offerta sia dal lato del modello di servizio. Per fare questo abbiamo messo in campo molte risorse ed investimenti per provare nuove strade di relazione e comunicazione con i nostri clienti del futuro, ma anche con i tantissimi clienti giovani che già oggi hanno scelto la nostra banca. E' una sfida che testimonia la spinta all'innovazione di tutto il gruppo Intesa Sanpaolo".
Le prossime aperture riguardano Torino, Napoli, Padova, Roma, Bologna, Firenze e altre città in Lombardia, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Target nuove generazioni

Superflash di rivolge alla fascia di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che in Italia comprende circa 13 milioni di persone, poco più del 20% della popolazione: il 53% ha un’occupazione, il 28% non è occupato, il 19% è studente. I giovani che hanno un lavoro stabile per tipologia contrattuale o livello di reddito dichiarato sono il 33%, mentre il 16% è precario. Il 54% vive in famiglia, con i genitori o con altri parenti, il 27% è indipendente e senza figli, solo il 18% è genitore al di fuori della famiglia d’origine.
È una fascia di età propensa all’internazionalità: il 75% dei ragazzi è interessato ad andare all’estero, in particolare per avere maggiori opportunità lavorative e un reddito più elevato, anche se solo il 40% ha una buona conoscenza dell’inglese.
Dall’indagine realizzata da Ipsos per Intesa Sanpaolo emerge che gli strumenti finanziari di base sono noti: il 70% ne ha una conoscenza almeno media; c’è al contrario una minore competenza per quanto riguarda gli strumenti finanziari più evoluti: quasi il 50% ha una competenza bassa o nulla. Le fonti maggiormente utilizzate per la raccolta di informazioni finanziarie sono i siti online e il passaparola di amici e conoscenti.
Il 95% del target giovanile possiede almeno uno strumento di gestione del denaro ed è molto propenso all’utilizzo di Internet per i bisogni finanziari: la maggioranza assoluta dei detentori di conto corrente usa l’home banking e, tra i prodotti che pensano di adottare in futuro, il conto online eguaglia quello tradizionale. Il 39% possiede uno smartphone: il 50% è interessato alla possibilità di utilizzare il cellulare per avere informazione bancarie, mentre soltanto il 44% è disponibile a utilizzarlo per compiere operazioni finanziarie e bancarie.
Corrado Passera e Marco Morelli, rispettivamente amministratore delegato e direttore generale di Intesa Sanpaolo
28 Settembre 2011

Articoli correlati

 

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017