19 Aprile 2019 / 20:46
L'energia del credito al CRIF Finance Meeting 2018

 
Credito

L'energia del credito al CRIF Finance Meeting 2018

di Flavio Padovan - 10 Settembre 2018
Prime anticipazioni su temi e novità dell'evento che si terrà l'11 ottobre a Bologna. “Inside credit energy. Protagonisti nella trasformazione del credito” il concept scelto per la settima edizione. Focus su innovazione, trend, sfide e best practice per capire un settore in rapida evoluzione
Manca solo un mese al CRIF Finance Meeting 2018, appuntamento annuale che si è ormai conquistato un posto stabile tra gli eventi di riferimento dell'industria italiana del credito. L'edizione 2018 si terrà infatti l'11 ottobre a Bologna e, come ogni anno, riunirà tutti gli attori del mondo del credito per condividere insieme l’evoluzione del settore in Italia, con un focus concreto sull’innovazione. Focus che si riflette nel concept “Inside credit energy. Protagonisti nella trasformazione del credito”, scelto come guida per l'agenda dei lavori del CRIF Finance Meeting 2018.
In primo piano trend, sfide e best practice, con un approccio studiato per offrire ai partecipanti una rilevante esperienza professionale e un aggiornamento su tutte le principali tendenze del mercato. Un modello che piace: lo scorso anno all'evento hanno partecipato oltre 350 professionisti, in rappresentanza di più di 100 aziende di credito di tutti i segmenti.

Le novità 2018

Mentre nella scorsa edizione si è allargata l’arena a nuovi player che si stavano affacciando sul mercato, quest’anno il CRIF Finance Meeting andrà ad approfondire i modelli di business che si stanno delineando sotto la spinta delle nuove normative e delle tecnologie disruptive. Il CRIF Finance Meeting proporrà una plenaria ricca di spunti e contenuti che alimentano “l’energia del credito”. Lo scenario regolamentare e le sfide del mondo bancario europeo e nazionale, le tendenze in atto nel mercato immobiliare e nel credito ipotecario e i temi dell’innovazione saranno al centro di una mattina di lavori intensa e di alto livello. Un mix di nuove metriche e indicatori tradizionali saranno approfonditi con contributi dal mondo accademico e dell’industry e anche grazie al punto di osservazione privilegiato dato dalle analisi e viste esclusive e originali del CRIF Market Outlook. Tra i relatori della plenaria è confermata la presenza di Gianfranco Torriero, vice direttore generale di Abi e di Umberto Filotto, professore Area Intermediazione Finanziaria e Assicurazioni di Sda Bocconi.
Come ogni anno al CRIF Finance Meeting ci sarà spazio per un momento di scambio e confronto nella tavola rotonda. Tema chiave di questa edizione sono i nuovi driver che hanno contribuito alla trasformazione del mercato del credito. Guidati da Andrea Resti, professore associato presso l’Università Bocconi e senior advisor di CRIF, esponenti provenienti dai principali istituti di credito e dal mondo finanziario e immobiliare ripercorreranno le principali novità normative che hanno avuto impatti significativi sui propri modelli di business e sulle dinamiche del mercato in generale. A partire dalle Linee Guida Bce sui crediti deteriorati, fino all’AQR e alla PSD2, verranno analizzati i principali impatti di queste normative e i progetti già messi in pratica per fronteggiarli, oltre che le azioni che dovranno essere adottate in futuro. Parteciperanno alla tavola rotonda Valentina Gasparo, head of retail and Sme Credit Risk di Ing Bank, Enrico Lodi, information solutions managing director di CRIF, Gerardo Rescigno, head of risk management department di Iccrea Banca, Salvatore Ruoppolo, general manager di Intesa Sanpaolo Re.O.Co e Intesa Sanpaolo Provis.
Non mancheranno le esperienze raccontate direttamente dai protagonisti dell’industria. Una caratteristica distintiva del CRIF Finance Meeting è, infatti, proprio quella di offrire ai partecipanti l’opportunità di confrontarsi con i principali player del mercato finanziario e di raccogliere spunti dalle storie di successo e best practice dalla voce dei protagonisti. Basti pensare che nel corso delle edizioni precedenti del Finance Meeting sono stati oltre 100 i case study raccontati direttamente dal mercato. Per l'edizione 2018 sono state organizzate tre sessioni verticali che affrontano tematiche cruciali per chi oggi deve fare credito in un contesto di forte cambiamento.
La prima sessione avrà come cardini i temi dell’Omnicustomer Lending per massimizzare la customer experience. Si parlerà di best practice nei processi di onboarding della clientela per l’erogazione del credito, che deve essere veloce, multichannel e, allo stesso tempo, sofisticata (istruttoria completa di BPO, instant lending, analisi big data da fonti complete e sicure). Interverranno rappresentanti di Banca 5, Credem, Lendix, Grenke Locazione e Ubi Banca.
La seconda sessione focalizzerà i temi della Financial & Banking Data Governance. Al centro la qualità del dato nelle aziende di credito per la gestione del rischio e per uno sviluppo del business con un approccio “forwarding” nella relazione con la clientela. Si confronteranno sul tema relatori di Crédit Agricole Cariparma, Gruppo Banco BPM, Gruppo Iccrea e Gruppo MPS.
La terza e ultima parallela avrà come oggetto la Gestione delle NPE in tutte le sue fasi, dal monitoraggio del credito fino alla gestione dei Non Performing Loans. Gli interventi e case study si focalizzeranno in particolare su tematiche quali sistemi di early warning, attività di data remediation per la valorizzazione dei portafogli, soluzioni di recupero crediti e NPL management. Porteranno la propria esperienza relatori di Bper, Bper Credit Management, B2kapital, Credem, Monte dei Paschi di Siena.
Infine, ulteriore novità dell'edizione 2018, è l'introduzione nell'agenda dei lavori del Comitato Utenti EURISC, l’incontro CRIF di condivisione e aggiornamento riservato alle aziende di credito partecipanti ad EURISC, il SIC di CRIF, sulle evoluzioni normativo-regolamentari che riguardano i Sistemi di Informazioni Creditizie.
Per maggiori informazioni: e-mail: financemeeting@crif.com - Ufficio Eventi CRIF: +39 051 4176111; Annalisa Fidelbo: +39 348 3865388; Maria Chiara Carpaneda: +39 346 3041526
CONTENUTI CORRELATI

L’innovazione in banca vale 100 miliardi

Mauro Macchi parla dell’Accenture Banking Conference 2019, che ha messo nero su bianco il «valore» dell’innovazione per le banche che sanno...

Come garantire una crescita inclusiva

Al Delphi Economic Forum il futuro economico e finanziario europeo. Con tante domande per l’oracolo di Delfi: quali modelli di business per le...

Assegnati i Premi ABI 2019 per l'innovazione nei servizi bancari

Alla nona edizione del concorso ABI, tra i 64 progetti innovativi presentati, premiate le iniziative delle seguenti banche: Banco Bpm per la...

Le big tech alzano le aspettative. Come rispondere?

La spinta impressa da aziende come Amazon e Netflix è potentissima, dando una vera svolta alla relazione tra clienti e aziende, banche comprese. ...
ALTRI ARTICOLI

 
Sicurezza

Dalle dita al volto, così la biometria protegge chi siamo

Iride, retina, palmo, volto, vene, orecchio, voce, andatura. E ovviamente impronte delle dita. I sistemi biometrici sempre più protagonisti della...

 
Banca

La sostenibile scalabilità della blockchain

La capacità di adeguarsi a un volume diverso di operatività è costantemente all’attenzione di chi si occupa di blockchain. Certo, dove c’è una...

 
Fintech

Open Banking, tra collaborazione e concorrenza

Le novità della Psd2 e i nuovi servizi di pagamento con le Api (Application Programming Interface), analizzati da Gianluca Finistauri di Nexi. Come...
È la semplicità declinata nella relazione con il cliente il tema al centro della seconda edizione di...
Sono Assess, Change, Innovate le parole chiave alla base del nuovo approccio al cambiamento di Credem. Ne...